laRegione
Wil
FC Stade Ls Ouchy
17:30
 
rockets-in-quarantena-ma-da-venerdi-lavoreremo-normalmente
Il tecnico dei 'Razzi' Eric Landry (Ti-Press)
Hockey
18.09.20 - 15:520
Aggiornamento : 19:16

Rockets in quarantena. 'Ma da venerdì lavoreremo normalmente'

A Biasca, tuttavia, la notizia della positività del giocatore al Coronavirus non è una sorpresa. Mike McNamara: 'Era logico, c'era da aspettarselo'

È uno stop che non ci voleva per i Ticino Rockets, che in dirittura d’arrivo della preparazione alla nuova stagione sono stati fermati dalla positività di un loro giocatore. Cosa che costringe quasi tutta la squadra a sottoporsi alla quarantena e al conseguente stop forzato di tutte le attività in attesa di novità. «Le direttive sono chiare: la squadra deve osservare il periodo di quarantena - racconta laconicamente l’assistant coach Mike McNamara -. Il provvedimento concerne tutti i giocatori che erano sul ghiaccio l’ultimo allenamento a cui aveva preso parte il giocatore risultato positivo al tampone. Ora come ora non sono molte le informazioni che ho; presumibilmente nei prossimi giorni alcuni altri giocatori, in particolare quelli che sono stati maggiormente a contatto con il compagno che ha contratto il virus, si sottoporranno al test. In ogni caso per tutti vale la regola che all’apparizione di qualsiasi sintomo è d’obbligo chiamare il medico».

'Graziati’ da questa quarantena sono i giovani assenti all’allenamento di martedì in quanto impegnati o con i partnerteam o perché alle prese con gli studi: «Questi giovani, un paio di giocatori del Davos e un altro paio del Lugano, potranno continuare a seguire la preparazione normalmente con i rispettivi club perché non si sono allenati con il loro compagno. Prima dell’allenamento di martedì la squadra aveva beneficiato di tre giorni di riposo: a mio avviso è verosimile che il giocatore in questione abbia contratto il virus durante questo mini-break».

Lo stop alle attività è arrivato nel bel mezzo dell’amichevole che i Rockets stavano giocando contro l’Evz Academy: «Quando ce lo hanno comunicato avevamo da poco oltrepassato la metà della partita, una partita che finalmente i miei ragazzi stavano anche affrontando con il giusto ritmo. Poi, appunto, è arrivato lo stop: è strano finire un match così, ma, al di là di tutto, quella di fermare l’incontro seduta stante era anche l’unica decisione che si potesse prendere. Non c’erano alternative».

Prima o poi doveva capitare

Mike McNamara la prende con filosofia: «In fondo c’era da aspettarselo. Era inevitabile che prima o poi si sarebbero verificati casi di positività all’interno di una squadra e che di conseguenza si prospettasse la quarantena per tutti. È capitato per primi a noi, ma poteva benissimo succedere a qualsiasi altra società. A volte non è sufficiente adottare tutti gli accorgimenti previsti dai vari protocolli per esserne immuni: il virus c’è e dobbiamo imparare a conviverci... La speranza è che si sia trattato di un solo caso isolato, e che nessuno degli altri lo abbia contratto. In ogni caso abbiamo sempre cercato di fare la massima attenzione, attenendoci scrupolosamente alle speciali disposizioni, a cominciare dal sottoscritto, dal momento che, considerata la mia età (71 anni, ndr), rientro nelle persone potenzialmente più a rischio. Oggi, nella sola mattinata, tanto per fare un esempio, mi sono lavato le mani quattro volte, e la mascherina la porto sempre con me, pronta all’uso quando mi trovo in situazioni in cui non è garantita la distanza minima con gli altri».

Sperare che quanto capitato ai Rockets sia solo un episodio isolato è comunque utopia. E lo sa bene anche il tecnico di origine canadese: «Dovremo convivere tutto il campionato con il Covid-19: posso immaginare che ci saranno altre squadre che durante la stagione dovranno fermarsi per una decina di giorni a causa di un contagio di qualche loro giocatore. Non è da escludere che non tutte le partite potranno essere giocate, chissà...». Uno scenario a cui Mike McNamara ha già pensato? «In una situazione di incertezza come questa, è normale che si nutrano dubbi e si pensi a un eventuale piano B». Piano B che potrebbe prevedere, qualora non tutte le formazioni avessero disputato lo stesso numero di partite, a stilare una classifica in base al coefficiente di punti a partita... «Sì, effettivamente potrebbe essere un’eventuale soluzione in caso non si riuscisse a completare il torneo regolarmente. Speriamo comunque di non dovervi fare ricorso».

Reuille: 'Aspettiamo dettagli dal medico cantonale'

«Siamo fermi: aspettiamo le comunicazioni nel dettaglio da parte del medico cantonale su cosa fare - conferma da parte sua il direttore sportivo dei Rockets Sébastien Reuille -. Le direttive parlano chiaro: la squadra deve essere posta in quarantena per i dieci giorni successivi all’esposizione al contagio del virus. Ciò che posso dire è che alcuni nostri giocatori sono già stati chiamati dall’ufficio del medico cantonale per sottoporsi a ulteriori controlli al fine di scongiurare ulteriori contagi. Ora come ora sono stati interpellati solo alcuni, ma è probabile che a loro se ne aggiungano altri nei prossimi giorni. In attesa che ci forniscano la lista esatta dei giocatori che dovranno effettivamente sottoporsi alla quarantena, per precauzione siamo tutti fermi: gli allenamenti sono sospesi. Ovviamente non è una notizia che ci rende molto felici, ma consola il fatto che i giorni di stop forzato saranno al massimo dieci, e dunque fino a giovedì prossimo (compreso). Poi, da venerdì, si potrà tornare a lavorare normalmente sul ghiaccio».

Il medico cantonale Giorgio Merlani, sulla decisione di fermare la partita amichevole con l'Academy precisa: «Non è una decisione emanata dal medico cantonale. Si tratta di una scelta privata che non è stata imposta dal sottoscritto».

HOCKEY: Risultati e classifiche

HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 FANTASY HOCKEY
1
Luganesina
3152
2
OjeOje
3092
3
HCLM
3014
4
Fazz17
2988
5
Wee
2500
6
Minoly
2336
7
Capseicina Peppers
2190
8
O la va O la spacca
2126
9
Highliner Giazz
2120
10
clotkamikazzze
1941
TOP NEWS Sport
GALLERY
Hockey
17 ore
Zaccheo Dotti: 'Dovremmo riuscire noi a fare il primo gol'
All'Ambrì non sono bastati i passi avanti rispetto a martedì. 'In powerplay o a 5 contro 5 le reti devono arrivare', spiega il difensore biancoblù
Hockey
18 ore
'La 'bolla'? Dovesse ricapitarci, sappiamo cosa ci aspetta'
Per Serge Pelletier l'esperienza degli scorsi giorni non è stata tutta negativa. 'Abbiamo dimostrato che si può tornare subito vincenti'
Gallery
Hockey
19 ore
Il Lugano ricomincia con due punti: Davos k.o. all'overtime
Alla Cornèr Arena Arcobello risolve tutto nel prolungamento, e i bianconeri inaugurano il post-quarantena con una vittoria
Hockey
19 ore
L'Ambrì resiste metà partita ma è costretto ancora alla resa
Seconda sconfitta consecutiva per i biancoblù contro i vodesi, nuovamente trascinati da Malgin e Bertschy. Leventinesi traditi dal power-play
Hockey
20 ore
La Regio League si sgancia: in pausa tutti i dilettanti
In Svizzera si ferma tutto l'hockey non professionistico, dalla MySportsLeague fino ai settori giovanili. 'In un simile contesto proseguire non è più possibile'
CICLISMO
1 gior
Giro, ad Asti successo ceco nella tappa della discordia
La terz'ultima tappa va a Cerny, mentre il vallesano Pellaud è ottavo e Keldermann resta in rosa. Mentre non si spegne la polemica: 'Qualcuno pagherà'
Basket
1 gior
A Nosedo la Sam ospita il temibile Neuchâtel
Massagno in campo domani contro la squadra di Goethals: Gubitosa: ‘Una delle migliori squadre del campionato’
Hockey
1 gior
Riecco le porte chiuse, ma l'hockey continua. 'Così fino al 2'
Nonostante quarantene e nuove restrizioni, come la National League anche la Swiss League andrà avanti lo stesso. 'Seguiamo gli sviluppi con inquietudine'
Calcio
1 gior
Un Lugano 'aggressivo e propositivo', finché si può
In un clima sempre più incerto i bianconeri domani ospitano la capolista San Gallo, che negli ultimi 4 scontri diretti ha rifilato loro ben 12 gol
Calcio
1 gior
Rinviata Winterthur-Chiasso, ‘leoni’ in isolamento
Nel frattempo è stata riscontrata anche la positività di un componente dello staff tecnico dei rossoblù, ma la squadra prosegue gli allenamenti
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile