laRegione
ambri-la-generosita-e-premiata
Hockey
08.12.19 - 18:250

Ambrì, la generosità è premiata

Grazie a un tocco di Zwerger i biancoblù battono lo Zugo al prolungamento. In un pomeriggio, però, macchiato da un nuovo infortunio, quello occorso a Conz

I leventinesi sconfiggono lo Zugo 3-2 all’overtime al termine di una gara spettacolare e piena di penalità, in cui – però – i biancoblù devono fare i conti anche con un nuovo infortunio, quello occorso a Benjamin Conz. In un domenica in cui si rivede nel lineup lo sloveno Sabolic, che prende il posto dell’infortunato Upshall.

Nel pomeriggio della Valascia la prima vera chance è per lo Zugo dopo 4’, ma il backhand di Martschini viene intercettato da Conz. L’Ambrì risponde subito con Matt D’Agostini e Robert Sabolic, che provano a infilare Hollenstein: gli arbitri vanno a rivedere le immagini in tivù e stabiliscono che il tocco dello sloveno è effettivamente finito in porta. Poco dopo lo Zugo perde Leuenberger, dolorante dopo uno scontro di gioco. Al 7’ Hofmann ha una grande occasione, ma Conz risponde presente. Il primo powerplay della giornata è per gli ospiti: dapprima Zehnder fallisce il pareggio, poi Müller in contropiede sfiora il raddoppio. Al 14’ l’Ambrì può giocare per 1’17’’ in doppia superiorità numerica. Clamorosamente è però lo Zugo ad avere la migliore opportunità, con Kovar fermato in extremis da Conz. La partita è molto rognosa, fioccano le penalità, Jelovac e Albrecht si concedono anche un intermezzo di... lotta svizzera. Nel finale di periodo è Sabolic con una deviazione ad andare vicino al raddoppio.

Nel tempo centrale dopo pochi secondi Martschini si presenta solo davanti a Conz, ed il portiere a vincere il duello. Sul fronte opposto tocca poi a Neuenschwander impegnare Hollenstein. La sfida è aperta, pure Schlumpf manca una favorevole chance. Più scaltro invece D’Agostini: il topscorer infila al 25’ il punto del 2-0 sfruttando un errore di Zryd. L’Evz tenta la reazione, un tiro di Hofmann da posizione invitante viene intercettato dall’ottimo Conz. Non c’è un attimo di respiro, Dopo una deviazione pericolosa di Martschini, sulla ripartenza biancoblù Rohrbach non riesce a concretizzare. Al 32’ lo Zugo dimezza lo scarto grazie a Zehnder, abile a sporcare un backhand di Lindberg. Dopo un powerplay sprecato dall’Ambrì, sono i Tori a giocare con l’uomo in più: Martschini, Hofmann e Zehnder al 37’ impegnano severamente Conz. Nella circostanza l’estremo difensore s’infortuna, e al suo posto entra Manzato. Il 35enne, a freddo, è bravo a fermare un tentativo di Simion. Al 38’10’’ l’Ambrì esulta di nuovo, dopo che Müller realizza il 3-1, ma il gioco era già stato interrotto. Pur se si è trattato di un fischio prematuro da parte degli arbitri, dato che Hollenstein non aveva ancora controllato il disco. All’ultimo secondo della frazione, poi, Hofmann a tu per tu con Manzato fallisce il pareggio.

Gli ultimi 20’ vedono l’Ambrì sprecare in entrata 6’ di powerplay praticamente consecutivi. I rimpianti sono specialmente per il palo colpito da Flynn e l’opportunità ghiotta non trasformata da Rohrbach. Al 50’ è poi Hollenstein a salvare su tiro di Dal Pian, ma al 51’ – in superiorità – arriva il 2-2 ottenuto da Diaz con uno slap dalla linea blu. I leventinesi non si scoraggiano, si buttano nuovamente avanti e sfiorano il nuovo vantaggio, ma il tentativo di Zwerger è respinto da Hollenstein. A 5’ dal 60’ sopracenerini si ritrovano nuovamente con il vantaggio numerico sul ghiaccio, ma lo Zugo è intrattabile e la sfida finisce così al supplementare. Dove al 61’22’, alla prima vera occasione, Zwerger decide la contesa, regalando ai ticinesi il secondo punto in palio.

HOCKEY: Risultati e classifiche

HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CALCIO
10 ore
Shakthar troppo forte, il Basilea saluta l'Europa
A Gelsenkirchen nei quarti di finale renani battuti 4-1 dai campioni ucraini che hanno messo al sicuro la sfida già nei primi 22'. Lunedì semifinale contro l'Inter
HOCKEY
15 ore
Alessandro Chiesa non sarà più il capitano del Lugano
La società bianconera lo ha annunciato in un comunicato stampa. Il nome del sostituto del difensore verrà reso noto prima dell'inizio della regular season
CALCIO
17 ore
La Champions chiama, Neymar vuole rispondere
A via a Lisbona la Final 8, con una partita al giorno a iniziare da Psg - Atalanta. Gasperini: 'Bergamo merita una gioia speciale'
CICLISMO
18 ore
Delfinato, su e giù dalle montagne
Scatta domani la corsa francese, ridotta a cinque tappe, ma con tutti i pretendenti alla vittoria del Tour de France. Cinque giorni per testarsi in salita
CALCIO
19 ore
Scozia, il governo potrebbe fermare il campionato
Provvedimento allo studio sulla base di troppe violazioni delle norme sanitarie. Ultimo caso, quello del belga del Celtic, Boli Bolingoli
Gallery
Tennis
1 gior
Susan Bandecchi, decisiva tanto quanto Belinda
La 22enne ticinese ha apposto il proprio sigillo sul titolo interclub di Lega nazionale A del Tc Chiasso
Calcio
1 gior
Vaduz promosso, Thun retrocesso
Vittorioso 2-0 all'andata, l'undici del Principato viene sconfitto 4-3 dai bernesi, relegati in virtù della differenza reti nel doppio confronto
Calcio
1 gior
Basilea nei quarti di Europa League per tentare il colpaccio
Domani sera a Gelsenkirchen i renani di Marcel Koller affrontano il temibile Shakthar Donetsk
Calcio e hockey
1 gior
‘Il 50 per cento della capienza ce lo devono concedere’
È la misura chiesta sia dalla Lega di calcio sia dalla National e dalla Swiss League di hockey. Intervista ai rispettivi direttori, Claudius Schäfer e Denis Vaucher
Atletica
1 gior
100 storici per Ricky Petrucciani
Con 10''37 l'onsernonese ha abbattuto il leggendario primato cantonale dei 100 ottenuto nel 1970 al Weltklasse da Fabrizio Pusterla (10”49).
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile