laRegione
Hockey
22.02.19 - 22:030
Aggiornamento : 23.02.19 - 00:08

Lugano, venerdì senza gloria

I bianconeri non riescono a ripetere l’ottima prova di Losanna e tornano sotto la fatidica linea, battuti dallo Zurigo nello scontro diretto dell'Hallenstadion

Nulla da fare per il Lugano di Ireland, battuto nello scontro diretto dallo Zurigo in una serata in cui i bianconeri devono fare a meno dell’infortunato Vauclair, sostituito da Jecker. Dopo una breve fase di studio il match entra nel vivo. Bodenmann riceve subito 12’ di penalità per una carica alla testa ai danni di Wellinger. La migliore occasione capita in inferiorità numerica ai Lions, ma Merzlikins si supera e ferma Noreau. Nel complesso sono i locali a cercare maggiormente la rete nel primo periodo, ma la difesa bianconera, anche grazie a un ottimo Merzlikins, resiste. Il Lugano non porta mai veri pericoli dalle parti di Schlegel.

Pure nel secondo tempo (che i sottocenerini affrontano senza l’infortunato Riva) sono i padroni di casa a spingere. Bodenmann semina il panico, ma viene fermato nello slot. Al 24’ arriva il meritato vantaggio per i ragazzi di Del Curto, Hollenstein in powerplay apre lo score. La scena si ripete al 27’, stavolta è Suter a esultare. Il numero 44 ha troppo spazio davanti a Merzlikins. Ireland chiama il timeout nel tentativo di svegliare i suoi, ma il tentativo non dà frutti, anzì, al 29’01’’ arriva il terzo sigillo siglato da Herzog. Gli ospiti provano a reagire, una grande occasione di Morini viene sventata da Schlegel. Il Lugano tenta di premere, ma lo Zsc gestisce senza troppi problemi, anche perché i bianconeri non puntano mai verso la gabbia di Schlegel. In definitiva, con delle ripartenze, sono ancora i locali a rendersi più pericolosi.

Nell’ultima frazione Ireland toglie Merzlikins e schiera Müller. Al 46’ Bachofner si presenta solo davanti all’austriaco e lo infila per il 4-0. Ormai la sfida è decisa. Il resto è pura cosmetica e la contesa si trascina stancamente verso la fine. Pettersson al 53’ supera Müller (non perfetto nella circostanza) e firma il quinto e ultimo gettone. In una serata davvero amara

Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
merzlikins
schlegel
bianconeri
ireland
TOP NEWS Sport
© Regiopress, All rights reserved