laRegione
a-far-festa-e-il-lugano
TiPress
Hockey
07.12.18 - 22:040
Aggiornamento : 23:26

A far festa è il Lugano

I bianconeri battono l'Ambrì 5-3 (con doppietta di Fazzini), in un derby giocato da ambo le parti con poca disciplina difensiva

In una Cornèr Arena esaurita i locali conquistano tre punti importanti. Derby confuso e pasticciato, ma sicuramente divertente. E domani sera alla Valascia si replica. 

Il Lugano vede il rientro di Vauclair in difesa e di Bertaggia in attacco. Il quarto straniero è Haapala, mentre Klasen finisce in tribuna. Lapierre, all’ala, gioca con Lajunen e Walker. L’Ambrì ripresenta la stessa formazione dello scorso weekend, l’unica novità è la titolarizzazione in porta di Daniel Manzato.

Per i tifosi bianconeri c’è subito una sorpresa, l’ingaggio d’inizio viene effettuato dallo svedese Tommy Sjödin. Il 53enne ex difensore militò per 4 anni a Lugano, dal 1994 al 1998.

I locali partono forte, dopo appena 19’’ Hofmann colpisce il palo. All'1’23’’ è però l’Ambrì a festeggiare. Clamoroso nella circostanza il pasticcio combinato da Merzlikins che «cicca » il disco rilanciandolo nella propria porta. La rete viene assegnata a Lerg. Superato lo choc il Lugano reagisce e trova al 6’20’’ con Fazzini il pareggio. Troppo lo spazio concesso al numero 17 nella circostanza dalla difesa leventinese. Sullo slancio i bianconeri continuano a premere e trovano il vantaggio al 10’23’’. Non esente da colpe Daniel Manzato. A esultare è capitan Chiesa. I biancoblù cercano immediatamente la riscossa, ma il tiro di Kneubuehler si stampa sul palo. Le difese sono decisamente allegre, parecchi gli errori, la sfida è divertente proprio perché disordinata. Hofer e Dotti portano ulteriori pericoli, ma Merzlikins risponde presente. Il primo powerplay è per gli ospiti, ma non porta nulla. Ottimo nel frangente il boxplay di Chorney e soci. Sul finire del primo periodo pure il complesso locale può agire con il vantaggio numerico sul ghiaccio. Lapierre colpisce una traversa, è l’ultima emozione dei primi 20’.

Il secondo periodo si apre con una grande chance per Lauper, ma Merzlikins ci mette una pezza. Al 26’ nuovo powerplay per il Lugano. Nella cicostanza Novotny riceve oltre ai 2’ anche 10’ di penalità ulteriori. I ragazzi di Ireland non sfruttano la possibilità. Il gioco è più spezzettato rispetto alla prima frazione, diverse le interruzioni. Poco oltre metà contesa è nuovamente il complesso bianconero ad agire in superiorità numerica, ma ancora una volta l’Ambrì respinge il tentativo (non molto convincente) dell’avversario. Le parti s’invertono al 35’, stavolta sono gli ospiti a disporre di un powerplay, in un derby peraltro molto corretto. Zwerger non si fa pregare e pareggia con un tiro di precisione chirurgica. La gioia leventinese dura pochissimo. Appena 24’’più tardi Bertaggia parte in break e super con eleganza Manzato fissando il punteggio sul 3-2. Ora i sottocenerini premono e a 1’26’’ dalla seconda sirena arriva il punto del 4-2 firmato da Hofmann. Anche stavolta la difesa biancoblù concede troppa libertà allo sniper neocastellano. Non c’è un attimo di tregua, al 39'02’’, complice forse un rilassamento locale, ecco la terza rete dell’Ambrì a opera di Lerg. Lo statunitense viene lasciato troppo solo dalla retroguardia rivale. 

La terza frazione comincia in salita per i biancoblù. Goi viene penalizzato e stavolta il powerplay bianconero funziona. Fazzini, ben servito da Hofmann, confeziona la doppietta al 43’22’’. I ragazzi di Cereda non ci stanno e tentano di rifare superficie. Merzlikins si deve superare per fermare una conclusione di Novotny. Al 46’ è Sannitz a finire sulla panchina dei cattivi. Kubalik con il suo classico tiro al volo impegna l’estremo difensore lettone. A 6’ dal 60’ penalità contro Hofmann, ma il Lugano non si fa sorprendere, anzi è Walker a partire in break, ma il numero 91 perde il disco sul più bello. Nel complesso i padroni di casa riescono a gestire gli ultimi istanti della gara senza troppi problemi e si finisce dunque con il pubblico locale tutto in piedi a dedicare una standing ovation ai propri idoli. 

HOCKEY: Risultati e classifiche

HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
MotoGp
1 ora
Marquez operato una seconda volta al braccio fratturato
Per il campione spagnolo sostituzione della placca di titanio che era stata utilizzata per riparare l'omero rotto per una caduta in gara.
CALCIO
10 ore
Il Lugano chiude con tre punti, il Thun va allo spareggio
L'ultimo turno di Super League condanna i bernesi e salva il Sion dopo un'emozionante altalena di risultati. I bianconeri di Jacobacci terminano al quinto posto
CALCIO
14 ore
Jordan Lotomba lascia lo Young Boys alla volta di Nizza
Il laterale vodese ha annunciato il trasferimento a pochi giorni dalla conquista del terzo titolo nazionale. Se ne andrà da Berna anche il danese Sörensen
CALCIO
15 ore
La Fifa ribadisce: infondate le accuse contro Infantino
Caso Lauber: 'Sarebbe meglio occuparsi dei vecchi casi con sospetti ben più gravi', ha affermato in una conferenza stampa il vice segretario Alasdair Bell
Gallery
Hockey
17 ore
Pelletier (Hc Lugano): ‘Lavoriamo sulla velocità del gioco’
Primo allenamento sul ghiaccio per i bianconeri. Mikkel Boedker: ‘Volevo una nuova esperienza in Europa, il Lugano mi ha dato determinate garanzie’
Gallery
Triathlon
22 ore
Bilham domina, Engelhardt corre come il vento
I portacolori del KeForma Performance Team in evidenza all'Aronamen. Adriano, fuori classifica per un guasto alla bici, corre 21 km in 1h09'42
Hockey
22 ore
Il Losanna rinvia la sua preparazione sul ghiaccio
Troppa l'incertezza dettata dall'attuale situazione relativa all'emergenza sanitaria. E presto altri club potrebbero imitare i vodesi
Hockey
1 gior
Kevin Fiala subito in rete per la ripresa della Nhl
Il sangallese sigla il gol d'apertura nel successo dei suoi Minnesota Wild sui Vancouver Canucks
Hockey
1 gior
Covid d'importazione: tre squadre giovanili in quarantena
Ben sedici giocatori dell'U17 ceca positivi al virus al ritorno in patria dopo un campo d'allenamento con i pari età svizzeri. Per ora contagiati due bernesi
Tennis
1 gior
Il Sursee non gioca e il Chiasso fa festa. Ma c'è un ricorso
Le rossoblù di Belinda vincono senza giocare, dopo il forfait lucernese nonostante l'ok per Leonie Küng, rientrata da Palermo dove c'era stato un caso Covid
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile