laRegione
11.09.22 - 17:03
Aggiornamento: 20:10

Anche la domenica di Monza porta bene a Verstappen. Tra i fischi

L’olandese vince il Gp del centenario in Brianza, in una gara che dopo l’uscita di Ricciardo giunge clamorosamente a conclusione dietro la safety car.

anche-la-domenica-di-monza-porta-bene-a-verstappen-tra-i-fischi
Keystone
Stavolta Verstappen riesce a domare Monza, per la prima volta

Il Gran Premio del centenario sull’asfalto di Monza porta la firma di Max Verstappen. In una domenica in cui l’olandese si rende autore di nuova rimonta, in una corsa in cui il leader del Mondiale si vede penalizzato in griglia di cinque posizioni per aver sostituito un pezzo della power-unit della sua Red Bull (dopo aver già deciso di rimpiazzarla completamente in Belgio, ciò che l’aveva costretto a scattare dalle retrovie), con Charles Leclerc che in avvio di pomeriggio riesce a difendere la ‘pole’ guadagnata la vigilia, ma al dodicesimo giro è costretto a cedere la leadership della gara al dodicesimo giro, dopo il passaggio ai box per il cambio delle gomme in regime di virtual safety car. Poi una ventina di giri dopo, il monegasco della Ferrari si ferma una seconda volta per montare le soft, ma davanti la vettura dello scatenato olandese non perde un colpo, e al giro numero 47 ha ancora una ventina di secondi sulla Rossa.

Il giro dopo, però, a cinque giri dalla fine, Daniel Ricciardo si ritrova appiedato tra le due curve di Lesmo, a bordo strada, in posizione anche pericolosa. La decisione è scontata: safety car. Dalle tribune di Monza si ode un boato, ma la speranza del pubblico che la gara possa improvvisamente riaprirsi dura solo qualche minuto. Infatti, dopo che tutti decidono di rientrare ai box per montare le soft, mentre però i commissari tardano nel liberare il tracciato dall’ingombrante presenza della McLaren dell’australiano, e alla fine la decisione dei giudici è quella di lasciare in pista la safety car fino alla fine, con un’Alfa Sauber e una Alpha Tauri, doppiate, tra il futuro vincitore Max Verstappen e la Ferrari di un delusissimo Charles Leclerc, mentre piovono i fischi di disapprovazione dei tifosi.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
QATAR 2022
6 ore
Un buon Ambrì cede alla distanza contro gli Zsc Lions
I biancoblù disputano due tempi di buon livello ma sprecano un doppio vantaggio, mentre i padroni di casa si affidano alle fiammate e al powerplay
QATAR 2022
7 ore
Il genio di Messi tiene in vita l’Argentina
Al 69’ una rete da fuori area della Pulce stende il Messico (nel finale il raddoppio di Fernandez). Ma l’Albiceleste ancora non convince
QATAR 2022
10 ore
Doppietta di Mbappé, la Francia è agli ottavi
Battuta una Danimarca che ha saputo rispondere alla strapotenza transalpina, ma che dovrà giocarsi la qualificazione contro l’Australia
QATAR 2022
13 ore
La Polonia vince, l’Arabia Saudita si mangia le mani
La compagine europea in rete con Zielinski e Lewandowski, quella asiatica domina ma sbaglia un rigore con Al Dawsari. Szczesny migliore in campo
QATAR 2022
16 ore
All’Australia basta un gol di Duke
Grazie a una strenua difesa la Nazionale dell’Oceania resiste al tentativo di rimonta di una Tunisia che è quasi fuori dal Mondiale
CURLING
17 ore
Finali stregate, due medaglie d’argento per la Svizzera
Agli Europei di Östersund, Silvana Tirinzoni e compagne battute dalla Danimarca, il team di Yannick Schwaller superato dalla Scozia
Video
Qatar 2022
19 ore
Spogliatoio lasciato come... nuovo: il Giappone incanta
Dai tifosi ai giocatori nipponici il grande senso civico dimostrato nel ripulire spalti e cabine prima e dopo la vittoria contro la Germania
i mondiali dal divano
23 ore
Ipercinetico Armando: fenomenologia di un telecronista
Fra metafore, immagini, neologismi e modi di dire, Ceroni tramanda ai posteri un modo di fare giornalismo sportivo singolare e (forse) sottovalutato
il dopopartita
1 gior
Sarebbe servita una terza fase ‘e più velocità’
Dopo quattro vittorie di fila e una buona prima metà di gara, il Lugano ritorna a perdere a Friborgo. Marco Müller: ‘Entrambe le squadre brave in difesa’.
IL DOPOPARTITA
1 gior
Il ritorno della sconfitta. ‘Avessimo dato il 5% in più...’
Johnny Kneubuehler e un venerdì a secco di gol e di punti, con il portiere del Bienne Harri Säteri assoluto protagonista. ‘È frustrante perdere così”
© Regiopress, All rights reserved