laRegione
31.03.20 - 08:10

Sparata del consulente della Red Bull: 'Infettiamo i piloti'

Dichiarazione choc di Helmut Marko, la creazione cioè di un coronavirus camp dove rendere immuni Max Verstappen e Alexander Albon.

sparata-del-consulente-della-red-bull-infettiamo-i-piloti

Non sono passate inosservate le dichiarazioni di Helmut Marko tanto che qualcuno ha parlato addirittura di una vera e propria... sparata. Il consulente della Red Bull sembra infatti volesse organizzare una sorta di “Coronavirus camp” per far infettare Max Verstappen e Alexander Albon. Un concetto simile a quello della tanto discussa “immunità di gregge”, inizialmente proposta dal premier britannico Boris Johnson per affrontare l'emergenza sanitaria del covid-19: individui giovani e sani come i piloti di Formula 1 – secondo l’idea di Marko – potrebbero tranquillamente ammalarsi, anzi sarebbe meglio se lo facessero in fretta, in modo poi da essere immuni.

Si può dunque immaginare molto facilmente come le parole di Helmut Marko abbiamo fatto in pochissimo tempo il giro del mondo, turbando gli appassionati di Formula 1. L’idea è stata spiegata dallo stesso Marko in un’intervista al canale austriaco ORF: “Organizzare un campus dove riempire questo periodo senza gare, mentalmente e fisicamente un po’ smorto. E questo sarebbe stato un momento ideale per contrarre l’infezione. Parliamo di ragazzi giovani, forti, in ottima salute. In questo modo sarebbero stati preparati a quando si riprenderà a correre in quello che sarà probabilmente un campionato molto difficile una volta iniziato. Se ci sarà una stagione concentrata con 15-18 gare, sarà molto, molto dura. Non c’è possibilità di migliorare la forma fisica durante la stagione. Quindi sarebbe davvero ideale sfruttare così questo periodo di stop”.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
6 ore
‘Tifosi granata, stateci sempre vicini’
A due giorni dalla ripresa del campionato cadetto, il nuovo coach dell’Acb Stefano Maccoppi fa il punto della situazione e presenta tre nuovi arrivi
MOUNTAIN BIKE
21 ore
Nel 2023 per Filippo Colombo soffia un vento di novità
Il biker ticinese ha cambiato squadra (è passato alla Scott) e con la Q36.5 vuole intensificare l’attività su strada. ‘Ma punto a Cdm e Mondiali di mtb’
hockey
22 ore
Anche un po’ di Ticino alla finale di Champions League
Il linesman Eric Cattaneo selezionato per arbitrare Luleå-Tappara Tampere il prossimo 18 febbraio. Con lui Stolc e due tedeschi
Basket
22 ore
Ufficiale, Sefolosha a Vevey
Il primo svizzero ad aver giocato nella Nba torna a 38 anni nel club con cui aveva esordito
tennis
1 gior
Australian Open, continua la marcia di Aryna Sabalenka
La bielorussa accede alla finale di Melbourne dopo aver eliminato in due set 7-6 6-2 la polacca Magda Linette. Ora affronterà la kazaka Rybakina
Tennis
1 gior
Elena Rybakina prima finalista degli Australian Open
La kazaka ha eliminato in due set (7-6, 6-3) la bielorussa Viktoria Azarenka
Calcio
1 gior
Abramovich, Todd Boehly e il calciomercato del Chelsea
Il nuovo padrone dei Blues, dopo aver fatto piazza pulita dello staff, ha adottato un’innovativa e azzardata politica di ingaggio dei giocatori
COSE DELL'ALTRO MONDO
1 gior
Il sogno prosegue, Mr. Irrelevant non si vuole più svegliare
Brock Purdy ha vinto l’undicesima partita consecutiva, portando San Francisco alla finale della Nfc. A Kansas City brividi per l’infortunio a Pat Mahomes
Sci
1 gior
A Schladming arriva il gran giorno di Loïc Meillard
Il 26enne di Hérémence conquista infine il primo trionfo in gigante, lasciandosi alle spalle il grigionese Gino Caviezel in un mercoledì da incorniciare
SPORT
1 gior
Discriminazione nello sport, Berna scende in campo
Etica e competizione, il Consiglio federale vara un pacchetto di misure volte a rafforzare, in particolare, la protezione dei giovani atleti
© Regiopress, All rights reserved