laRegione
Zugo
Ambrì
19:45
 
Ajoie
Kloten
19:45
 
Berna
Losanna
19:45
 
Davos
Bienne
19:45
 
Ginevra
Lakers
19:45
 
Zurigo
Langnau
19:45
 
Lugano
Friborgo
19:45
 
Sierre
Langenthal
19:33
 
Dra.gosier-ga
Olten
19:45
 
La Chaux de Fonds
Visp
19:45
 
CICLISMO
30.11.22 - 16:43
Aggiornamento: 17:54

Morto Davide Rebellin, investito in bicicletta da un camion

Il dramma nel comune di Montebello Vicentino. Il 51enne italiano aveva chiuso la carriera nel 2022, dopo aver vinto Freccia (3 volte), Liegi e Amstel

morto-davide-rebellin-investito-in-bicicletta-da-un-camion

Davide Rebellin (51 anni) è deceduto in un incidente della circolazione. È stato investito da un camion nel corso di una seduta d’allenamento ed è deceduto sul colpo. Il dramma è avvenuto nel comune di Montebello Vicentino, nel Veneto, e a quanto sembra l’autista del mezzo pesante non si sarebbe fermato. I carabinieri sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente. Non è nemmeno chiaro se chi ha investito Rebellin si sia accorto di quanto successo.

Nel corso di una carriera infinita e conclusa ufficialmente soltanto al termine della scorsa stagione, Rebellin ha vinto tre volte la Freccia vallone (2004, 2007, 2009), la Liegi – Bastogne – Liegi nel 2004 e l’Amstel Gold Race nello stesso anno. A livello di corse a tappe, aveva fatto sue la Parigi-Nizza nel 2008 e la Tirreno-Adriatico nel 2001. Nel corso degli anni aveva dovuto fare i conti anche con casi di doping. Nel 2008 aveva conquistato la medaglia d’argento nella prova su strada alle Olimpiadi di Pechino, medaglia poi ritiratagli in quanto risultato positivo al Cera. Sette anni dopo, però, un tribunale di Padova lo aveva scagionato dalle accuse.

Appassionato, caparbio, lo scalatoer dal fisico da uccellino spennacchiato ha continuato negli ultimi anni a gareggiare a un livello molto rispettabile con la sua squadra di terza divisione. "Mia moglie mi dice spesso che sono nato per pedalare. Mi vedo pedalare anche di notte, mentre dormo", aveva confidato in un’intervista per il sito specializzato Velo-Club.net. Si era ritirato solo un mese fa alla Veneto Classic, dopo trenta stagioni in gruppo.

Sui social network, molti corridori hanno reso omaggio all’italiano che, per molti avrebbe potuto essere il loro padre. "Non posso crederci. Davide Rebellin era ancora con noi domenica sera a Monaco e ha persino festeggiato la sua lunga carriera alla cena di gala" del criterium di Monte Carlo, ha dichiarato John Lelangue, direttore generale del team Lotto-Soudal.

Anche Christian Prudhomme, direttore del Tour de France, ricorda di aver stretto la mano all’italiano in quell’occasione. "Oggi è un giorno di infinita tristezza per chi ama il ciclismo", hanno dichiarato gli organizzatori del Giro d’Italia.

Questa tragica fine suggella un destino che, al di là delle vittorie, è stato macchiato dal sigillo del doping. Sospeso per due anni dopo essere risultato positivo al Cera alcuni mesi dopo le Olimpiadi di Pechino, Rebellin per diversi anni era scomparso dal mondo del ciclismo. "È stato un grosso ostacolo per la mia carriera – aveva spiegato nel 2016 –. Dopo la sospensione, sono tornato alle squadre piccole perché avevo la porta chiusa ovunque, soprattutto nelle grandi formazioni". Nel corso degli anni, tuttavia, è riuscito gradualmente a togliersi di dosso l’etichetta di emarginato e a guadagnarsi il rispetto grazie alla sua passione per il ciclismo e anche alla sua gentilezza.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Basket
12 min
Nancy Fora: ‘Importante la cultura del lavoro’
La cestista ticinese spiega i segreti dei successi dell’Elfic Friborgo, squadra che in Svizzera non ha praticamente rivali
Basket
49 min
Mercoledì di nuovo in campo Lugano e Massagno
La Sam vincitrice della Coppa di Lega ospita il Neuchatel, mentre i Tigers ricevono il Vevey forse privo di Sefolosha
Tennis
1 ora
Golubic subito sconfitta a Lione
Ancora a secco di successi in un tabellone principale nel 2023 la trentenne tennista rossocrociata
Tennis
13 ore
Djokovic più forte di tutti e di tutto
Il serbo ha conquistato l’Open australiano mostrando, oltre a una netta superiorità tecnica, pure una forza mentale impressionante
Calcio
20 ore
Gattuso lascia il Valencia
Il campione del mondo 2006, 14° in classifica nel campionato spagnolo, se ne va in accordo col club
Hockey
20 ore
Addio a Bobby Hull
Una delle leggende della Nhl - e dei Chicago Blackhawks - si è spenta lunedì a 84 anni
Calcio
22 ore
‘Situazione difficile, aiuteremo i giocatori’
Dopo il fallimento del Fc Chiasso, i sindacati hanno incontrato i calciatori e hanno spiegato loro come muoversi per far valere i propri diritti
CROSS
1 gior
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
1 gior
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
1 gior
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
© Regiopress, All rights reserved