laRegione
CALCIO
30.08.22 - 14:19

Renato Steffen bianconero per i prossimi tre anni

Il nazionale rossocrociato arriva a Cornaredo dal Wolfsburg, con il quale ha disputato le ultime quattro stagioni e mezzo

renato-steffen-bianconero-per-i-prossimi-tre-anni

Colpo di mercato per l’Fc Lugano: a Cornaredo approda infatti, con un contratto triennale (fino al 30 giugno 2025), il nazionale rossocrociato Renato Steffen. Il 30enne laterale offensivo (nato ad Aarau il 3 novembre 1991) rappresenta un rinforzo di lusso per la squadra di Mattia Croci-Torti. Decisamente ricco e di spessore, il suo curriculum. Dopo aver esordito nel calcio professionistico con il Soletta, Steffen fa il salto in Super League al Thun, per una stagione. Nel 2013 lo preleva lo Young Boys. Dopo due stagioni e mezzo con i gialloneri, nel gennaio del 2016 si trasferisce al Basilea, dove resta due anni. Al St. Jakob Park vince due titoli (2016 e 2017) e una Coppa Svizzera (2017), prima del prestigioso approdo in Bundesliga, nelle file del Wolfsburg. Con i "verdi" del club campione di Bundesliga nel 2009 (con gli elvetici Diego Benaglio e Ricardo Rodriguez) ha disputato le ultime quattro stagioni e mezzo (complessivamente in Germania vanta 144 presenze condite da 18 reti).

Con la maglia della Svizzera, con la quale conta di prendere parte ai Mondiali 2022 in Qatar, Renato Steffen ha collezionato 25 presenze (ha un gol all’attivo, messo a segno il 12 ottobre 2021 contro la Lituania nelle qualificazioni alla prossima rassegna iridata). Il suo debutto rossocrociato è datato 9 ottobre 2015, contro San Marino, nelle qualificazioni agli Europei 2016 in Francia.

«Le qualità di Renato Steffen – commenta il direttore sportivo dell’Fc Lugano Carlos Da Silva – sono note a tutti. Siamo molto felici di aver convinto della bontà del nostro progetto il calciatore e l’uomo Renato Steffen. È un giocatore dalla spiccata vocazione offensiva, forte nell’uno contro uno. Porta in squadra una notevole esperienza, maturata anche in ambito internazionale. Si è detto pronto a rivestire un ruolo importante all’interno dello spogliatoio, come punto di riferimento per i compagni, nonché esempio per i più giovani del gruppo. Renato è ambizioso e ha degli obiettivi molto chiari, in linea con quelli dell’Fc Lugano».

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
2 ore
Elvedi e Sommer non si sono allenati
Entrambi raffreddati alla vigilia di Svizzera - Serbia, hanno saltato la seduta di giovedì
I mondiali dal divano
8 ore
I segreti dei suoi occhi
Le Coppe del mondo passano, i ricordi restano. Poi diventano tesori nelle nostre memorie
QATAR
15 ore
In campo c’è solo l’Argentina, avanti con Mac Allister e Alvarez
Szczesny il migliore di una Polonia che passa per il rotto della cuffia. Al Messico non basta il 2-1 sull’Arabia Saudita
FREESTYLE
18 ore
Marco Tadé infortunato in Finlandia durante un allenamento
Il 26enne ticinese, già rimpatriato e ospedalizzato a Lugano, ha subito la rottura di quattro costole, di una clavicola e la perforazione di un polmone
QATAR 2022
19 ore
L’Australia raggiunge la Francia negli ottavi di finale
I ‘socceroos’ superano una deludentissima Danimarca con un gol di Leckie. Nell’altra partita, vittoria inutile della Tunisia
Calcio
20 ore
Pelé di nuovo ricoverato
O’Rey, che è malato di cancro, sarebbe in condizioni critiche
CICLISMO
21 ore
Morto Davide Rebellin, investito in bicicletta da un camion
Il dramma nel comune di Montebello Vicentino. Il 51enne italiano aveva chiuso la carriera nel 2022, dopo aver vinto Freccia (3 volte), Liegi e Amstel
Qatar 2022
21 ore
In silenzio Xhaka e Shaqiri
L’Asf, per evitare qualsiasi polemica coi serbi, impedisce di parlare ai due protagonisti della sfida di quattro anni fa
SCI ALPINO
22 ore
La lotta di Eliasch sui diritti tv potrebbe sfociare in crisi
Il nuovo presidente Fis intende centralizzarli, ma deve lottare contro l’opposizione di federazioni potenti come quelle svizzera, austriaca e tedesca
Calcio
23 ore
Il futuro della Juve fra rischi, Agnelli ed ex bandiere
Dopo le dimissioni del presidente e dell’intero CdA, per il club bianconero si apre un’era fitta di interrogativi
© Regiopress, All rights reserved