laRegione
CHALLENGE LEAGUE
22.07.22 - 05:25
Aggiornamento: 15:18

Sul sintetico di Thun la prima trasferta del Bellinzona

Mister David Sesa: ‘Prevedo un campionato equilibrato, sarà necessario lavorare duro’. Squadre in campo alle 20.15

sul-sintetico-di-thun-la-prima-trasferta-del-bellinzona

«Sono ovviamente contento di come si è comportata la nostra difesa sia nell’amichevole contro il Monza, sia nella prima gara di campionato, quando abbiamo superato il Losanna», dice l’allenatore dei granata alla vigilia della trasferta a Thun per il secondo turno del campionato cadetto. «Non subire reti è molto importante – prosegue –, ma io sono soddisfatto dell’atteggiamento di tutta la squadra, al di là dei singoli reparti. Ho chiesto un certo tipo di atteggiamento nella fase di non possesso di palla, e mi è piaciuta la risposta dei ragazzi. Rispetto a quanto visto finora, dobbiamo forse fare qualcosa di più in attacco, ma ci stiamo lavorando. Per affrontare un campionato come la Challenge League, a ogni modo, è importante prima di tutto avere un blocco forte, solido, e anche a Thun sarà importantissimo difendere bene».

In attesa dei rientri

Chiediamo al tecnico 49enne se il successo 1-0 colto all’esordio contro il Losanna – da tutti considerata la miglior squadra del torneo – non rischi di mettere troppa pressione addosso ai suoi giocatori, dai quali ora ci si aspetta molto. «Certo ci ha fatto bene psicologicamente debuttare con una vittoria, ci ha pure aiutato a lavorare bene questa settimana, ma noi rimaniamo coi piedi per terra, consapevoli che ogni partita sarà difficile. Sappiamo che la Challenge League è un campionato molto equilibrato, lo abbiamo visto bene l’anno scorso: non c’era troppa differenza nei valori delle squadre, nemmeno fra la prima e l’ultima della classifica, fatta eccezione per il Kriens. Anche la nona della graduatoria poteva benissimo vincere contro la prima. E mi aspetto un torneo simile anche quest’anno». Nel positivo debutto contro il Losanna al Comunale, la sola pecca evidenziata dal Bellinzona è stato il ridotto numero di effettivi: in panchina c’erano infatti solo 4 uomini. Da questo punto di vista, in che condizioni affrontate la trasferta a Thun? «Klein purtroppo è ancora infortunato, però ci sarà Ribeiro, che è stato finalmente tesserato e che dunque sarà in panchina, unitamente a Samba. Siamo pure in attesa del transfert per Mehmet Manis (attaccante esterno dell’Under 21 del Basilea, ndr). Per aggregare anche lui, attendiamo nelle prossime ore l’ok della Lega. A proposito di attaccanti, Pollero è in fase di recupero, sta molto meglio e valuteremo la sua disponibilità nella mattinata di venerdì. La buona notizia è che è già tornato ad allenarsi».

Caldo tropicale

La gara contro i bernesi come è stata preparata? «Questa settimana, come in quelle precedenti, si è lavorato tanto e bene, sia a livello fisico sia tatticamente. Abbiamo provato a studiare i nostri avversari. Purtroppo il caldo terribile ha un po’ condizionato il nostro lavoro, ci siamo dovuti allenare il mattino presto per evitare i peggiori picchi di calura. Inoltre abbiamo svolto gli ultimi due allenamenti sul sintetico, visto che a Thun giocheremo proprio su quel tipo di superficie, ed è innegabile che sui campi artificiali le temperature si soffrono ancora di più». Prima di salutarlo, chiediamo al coach granata come si trova a Bellinzona. «La città è molto carina, vivibile, tranquilla. Qui si sta bene, ma per me che conosco il Ticino da sempre non è stata certo una sorpresa».

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
6 ore
Maxim Noreau finisce sui francobolli. In Sierra Leone
Il difensore canadese ex Ambrì ha la sua faccia su un bollo da cinquanta centesimi in Africa. ‘Perché? Davvero non lo so, ma nessuno mi ha chiesto nulla’
Atletica
7 ore
In Polonia gli elvetici fanno la loro bella figura
A Torun, nel meeting valido per l’Indoor Gold Tour, Ditaji Kambundji centra il limite per gli Europei, mentre Elmer firma il miglior tempo della carriera
Calcio
8 ore
Mondiale per club, è il Real il secondo finalista
Gli spagnoli sconfiggono gli egiziani dell’Al Ahly grazie alle reti di Vinicius Junior, Valverde e – nei minuti di recupero – Rodrygo e Arribas
SCI ALPINO
9 ore
A soli 37 anni si è spenta Elena Fanchini
Malata da tempo, la sorella maggiore di Nadia si è dovuta arrendere a una recidiva del tumore ed è morta nella sua casa in provincia di Brescia
Formula 1
10 ore
Nessun bavaglio nel Circus. ‘Oguno può dire ciò che pensa’
In un’intervista al britannico The Guardian, Stefano Domenicali si schiera a favore della libertà d’espressione dei piloti, invitando la Fia a chiarire
Sci
11 ore
Lo scettro di Lara raccolto da Marta Bassino
Nel superG iridato, la ticinese detentrice del titolo chiude solo sesta. Giovedì tocca ai maschi, con Marco Odermatt in pole position
Tennis
12 ore
Abu Dhabi, Belinda ai quarti senza soffrire
La sangallese, numero nove al mondo, non incontra alcuna difficoltà nel superare l’ucraina Marta Kostjuk (numero 57 Wta), battuta 6-4 7-5
Ciclismo
13 ore
Il Velo Club Mendrisio fra tradizione e sfide del presente
Il presidente Alfredo Maranesi: ’Ormai ci sono pochissime gare, la stampa si interessa sempre meno, e di conseguenza fatichiamo a trovare sponsor’
Hockey
13 ore
Giovane, inesperta Svizzera. ‘Spero che (i club) apprezzino’
A Zurigo la Nazionale di Fischer si prepara ad affrontare la Finlandia con qualche artista in meno del solito. ‘Forechecking aggressivo e più semplicità’
Altri sport
14 ore
Sgambetto riuscito, il Biasca sale a quota 22 punti
Continua la serie positiva dei rivieraschi, che confermano di avere la difesa più solida del campionato e mettono sotto anche il temibile Ginevra
© Regiopress, All rights reserved