laRegione
CALCIO
17.07.22 - 18:37
Aggiornamento: 22:51

Le palle ferme condannano il Lugano

Bianconeri superati all’esordio da un Sion cinico nello sfruttare calci di punizione e corner. Di Sabbatini e De Queiroz le reti dei padroni di casa

le-palle-ferme-condannano-il-lugano

È iniziata con una sconfitta la stagione del Lugano. Un 2-3 contro il Sion, netto nel punteggio, assai meno per quanto visto in campo. I vallesani hanno infatti raccolto il massimo risultato con il minimo sforzo, visto che la partita l’hanno fatta i padroni di casa e gli ospiti si sono limitati a colpire su palle inattive. A complicare le cose, l’espulsione rimediata dopo un’ora di gioco da Daprelà che non ha di certo facilitato il compito ai bianconeri.

Priva di numerosi elementi e con Bottani in panchina per un’ora, la squadra di Croci-Torti ha subito preso in mano il pallino del gioco. La prima occasione arriva al 15’ con una conclusione a giro di Valenzuela dal vertice sinistro dell’area, con Lindner che vola a deviare in angolo. Al 31’ si vede anche il Sion: il Lugano sbaglia la battuta di un corner e sulla ripartenza Stojilkovic si ritrova davanti a Saipi ma la conclusione è debole. Al 43’ la prima palla ferma fatale, con Daprelà che devia alle spalle di Saipi un colpo di testa di Grgic.

Nella ripresa il Lugano parte forte e al 54’ Lindner si supera per respingere un colpo di testa di Mai. Quattro minuti più tardi, altra palla ferma susseguente all’espulsione di Daprelà e raddoppio vallesano con Cavaré. Al 61’ il portiere vallesano dice ancora di no, ma sul prosieguo dell’azione, Sabbatini sfrutta da due passi un servizio rasoterra di Bottani. Nel finale il Lugano va all’arrembaggio, ma una terza palla ferma (corner) permette a Schmied di toccare di testa indisturbato a pochi passi da Saipi. Sul 3-1 la partita è praticamente chiusa, ma i bianconeri lottano fino alla fine e all’88’ accorciano di nuovo questa volta sfruttando a loro volta un corner rifinito in rete da De Queiroz.

Lugano - Sion (0-1) 2-3
Reti:
43’ Daprelà (autorete) 0-1. 58’ Cavaré 0-2. 61’ Sabbatini 1-2. 85’ Schmied 1-3. 88’ De Queiroz 2-3
Lugano: Saipi; Durrer (70’ De Queiroz), Mai, Ziegler, Daprelà; Doumbia (91’ Casciato), Valenzuela; Mahou (70’ Babic), Sabbatini, Haile-Selassie (58’ Bottani); Celar
Sion: Lindner; Lavanchy, Cavaré, Saintini, Iapichino (70’ Schmied); Grgic (70’ Bua); Poha, Baltazar (93’ Zuffi), Araz; Stojilkovic (70’ Karlen), Itaitinga (70’ Chouaref)
Arbitro: San.
Note: 2’737 spettatori. Lugano privo di Belhadj (squalificato), Aliseda, Amoura, Arigoni. Facchinetti, Hajrizi, Macek (infortunati); Sion al completo. Espulso al 57’ Daprelà.

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
il dopopartita
4 ore
È un Lugano poco cinico: ‘Abbiamo fatto tutto da soli’
A Bienne i bianconeri partono bene ma poi calano. Gianinazzi: ‘È mancata concretezza, ma a volte bisogna accettare che le partite girino in questo modo’.
il dopopartita
4 ore
I due volti dell’Ambrì: ‘Vinto con le nostre forze e col gruppo’
Successo biancoblù con il Rappi nonostante le assenze e il brutto inizio. Mentre si avvicina la Spengler: ‘Atmosfera che non vediamo l’ora di rivivere’.
Qatar 2022
6 ore
Tre gol al Senegal, l’Inghilterra brinda ai quarti
Dopo mezz’ora di difficoltà, la selezoine dei Tre Leoni sblocca la partita e poi tira dritta per la propria strada, mentre gli africani sparicono di scena
Sci
8 ore
La domenica incorona Corine Suter. Per due centesimi
Terza gara nel weekend canadese, terzo podio per la ventottenne svittese. Poca fortuna invece per Lara, fuori dai giochi proprio mentre stava spingendo
Sci
9 ore
Il duello Kilde-Odermatt va di nuovo al norvegese
Nel SuperG di Beaver Creek i due sono separati da 20 centesimi. Terzo a 30 centesimi Pinturault, buon quarto Gino Caviezel.
Basket
9 ore
La Sam e un weekend che è un bell’affare
Spinelli sempre più leader, con quattro punti di margine grazie alla sconfitta del Vevey a opera del Boncourt. Il Lugano, invece, s’arrende a Ginevra
QATAR 2020
10 ore
Mbappé incontenibile, la Francia annienta la Polonia
Doppietta per il fenomeno del Psg, ma la selezione di Deschamps concede troppe occasioni a una Polonia finalmente propositiva
Volley
10 ore
Düdingen troppo forte, luganesi costrette alla resa
Dopo sette vittorie filate le bianconere cadono in casa propria, con le friborghesi che chiudono il match vincendo tutti e tre i set
Ciclismo
10 ore
Ciclocross, ad Anversa domina Van der Poel
All’esordio in Coppa del mondo l’attesissimo belga Wout van Aert si deve arrendere allo strapotere dell’olandese
Formula 1
12 ore
Il Circus piange la morte di Patrick Tambay
Ex pilota parigino di Ferrari, McLaren e Renault soffriva da tempo del morbo di Parkinson. Nel 1982 vinse il suo primo Gp, dedicandolo a Gilles Villeneuve
© Regiopress, All rights reserved