laRegione
LUTTO
11.07.22 - 08:48
Aggiornamento: 15:39

‘Sergio era formidabile. Ho perso un grande amico’

L’ex arbitro Francesco Bianchi ricorda Sergio Ostinelli, volto e voce dello sport alla Rsi che si è spento all’età di 77 anni

sergio-era-formidabile-ho-perso-un-grande-amico
Ti-Press
Amatissimo dal pubblico

"Perdo una persona con cui ho condiviso momenti favolosi". Sono le prime parole del dirigente Uefa ed ex arbitro internazionale, commentando la notizia della scomparsa del giornalista radiotelevisivo Sergio Ostinelli, per decenni – dal 1974 al 2010 – volto e voce della Rsi. "Sergio era formidabile, fra le altre cose, a tracciare i coccodrilli quando moriva qualche grande personaggio dello sport, e oggi purtroppo tocca a me ricordare lui", continua l’amico fraterno Francesco Bianchi. "Oltre a un validissimo cronista", continua, "era un grande conoscitore della letteratura. Dal 2010, dapprima a Morbio Inferiore e poi alla Filanda di Mendrisio, insieme abbiamo tenuto moltissime serate e percorsi letterari, da Dante a Verga a Manzoni. E lui sapeva incantare il pubblico, anche se qualche volta – se parlava troppo velocemente per deformazione professionale – dovevo fermarlo e gli dicevo: piano, Sergio, non è una telecronaca!".

Innegabile, però, è il fatto che la gente conoscesse Sergio Ostinelli soprattutto per la sua professione di cronista sportivo, grazie alla quale poté seguire ben 16 edizioni delle Olimpiadi – fra invernali ed estive – e svariati Campionati mondiali ed europei di calcio, riuscendo ogni volta a essere al contempo rigorosissimo ed entusiasmante, regalando al pubblico le emozioni e le atmosfere dei grandi stadi da cui trasmetteva. "Per me era semplicemente The Voice", continua Francesco Bianchi. "Quando ci trovavamo a cena, era uno spasso sentirlo raccontare delle sue avventure in giro per il mondo, piene di aneddoti che riguardavano spesso i suoi colleghi delle reti italiane – Martellini, Ciotti, Ameri, Pizzul – oltre che i maggiori atleti della nostra epoca. Eravamo anche membri del Panathlon Club di Lugano, salivamo dal Mendrisiotto insieme per le serate. E spesso andavo a casa sua – aveva una bellissima e ormai numerosissima famiglia – a guardare le partite della Juventus: era anche lui moderatamente juventino come me. Di recente, purtroppo, si è ammalato. Erano tutti convinti che si trattasse degli effetti di un long Covid, invece si è rivelata una malattia molto più seria, che non gli ha lasciato scampo. Avevamo già stilato il programma delle serate letterarie che avremmo dovuto tenere il prossimo autunno, di recente gli avevo spedito la locandina e gli avevo assicurato "squadra vincente non si cambia", sperando che potesse rimettersi al più presto. Purtroppo, però, non è stato possibile. Ho davvero perso un grande amico".

Leggi anche:

Il mondo dello sport perde la ‘voce’ di Sergio Ostinelli

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CANOA
1 ora
Pagaiando in kayak lungo i 1230 km del Reno
L’emozionante avventura della scorsa estate di due amici ticinesi appassionati di canoa
Calcio
8 ore
Francia, un’inchiesta giornalistica accusa il presidente del Psg
A due mesi dai Mondiali, Libération pubblica la storia di un imprenditore franco-algerino fermato in Qatar ’perché sapeva troppo su Al-Khelaifi’
Formula 1
12 ore
Il digiuno non spaventa Lewis. ‘Se non vinco non casca il mondo’
Domenica si torna in pista a Singapore e il sei volte campione del mondo spera di non restare per la prima volta a secco. ‘Ho sei occasioni per provarci’
CALCIO
16 ore
A due mesi dai Mondiali c’è chi sogna e chi ha gli incubi
Brasile e Argentina sembrano le selezioni più pronte. In Europa bene Spagna e Olanda, mentre per Francia e Inghilterra sono più i dubbi delle certezze
BMX FREESTYLE
19 ore
Il Park di Cadenazzo ospita i Campionati svizzeri
Sabato 1° ottobre (o domenica in caso di brutto tempo) al via una cinquantina di atleti, tra i quali la medaglia olimpica Nikita Ducarroz
Calcio
22 ore
Svizzera - Cechia: le pagelle
Sommer migliore in campo. Bene anche Widmer e Sow. Troppe imprecisioni e prestazione non perfetta per Elvedi
HOCKEY
1 gior
Il primo derby fa bello il Lugano. Bürgler: ‘Troppo impazienti’
I biancoblù iniziano bene, i bianconeri proseguono meglio. McSorley: ‘Col nostro gioco li abbiamo messi in difficoltà. Meritiamo di stare più in alto’
CALCIO
1 gior
Una Svizzera poco brillante batte la Cechia e si salva
Nations League, i rossocrociati faticano ma alla fine si impongono con le reti di Freuler ed Embolo. Decisivo Sommer che para un rigore
hockey
1 gior
Il primo derby è tutto del Lugano
I bianconeri si impongono con autorità alla Gottardo Arena, grazie alla doppietta di Thürkauf e alle reti di Granlund e Andersson
COSE DELL'ALTRO MONDO
1 gior
Non basta fare bene i compiti, Las Vegas ne sa qualcosa
Un’accurata programmazione può portare dall’altare alla polvere, ma i Raiders, nonostante Adams e Jones, rimangono la sola squadra senza vittorie
© Regiopress, All rights reserved