laRegione
CALCIO
09.06.22 - 22:52

Alla Svizzera un tempo soltanto non basta

Rossocrociati battuti di misura dalla Spagna al termine di una partita nella quale hanno mostrato buone cose soltanto nella ripresa

alla-svizzera-un-tempo-soltanto-non-basta
(Keystone)
Tutta la delusione di Embolo

Terza sconfitta in terza partite di Nations League per la Nazionale svizzera. Il 2022 non vuole saperne di mettersi al bello: iquesti primi sei mesi la selezione di Murat Yakin ha inanellato quattro sconfitte e un solo pareggio (con il Kosovo). A Ginevra, gli elvetici sono stati superati dalla Spagna e dalla rete di Sarabia, già al 12’. Ancora una volta, come era successo a Praga e a Lisbona, la Svizzera si è tirata la zappa sui piedi, regalando all’avversario il gol d’apertura, su un errore in uscita di Cömert, del quale ha approfittato Gavi per servire Sarabia sotto porta. Rispetto a quanto mostrato nelle prime due uscite di Nations League, i rossocrociati hanno rialzato la testa nel secondo tempo, dopo che nei 45’ iniziali non avevano dato segno di vita, concedendo un possesso palla del 72% all’avversario.

Nella ripresa, invece, la Svizzera è tornata in campo con un piglio diverso, quel piglio propositivo che avevamo imparato a conoscere nella gestione Petkovic e anche nell’autunno scorso, con al timone Yakin. Quasi tutti sono saliti di tono e hanno cercato di mettere in difficoltà una Spagna chiaramente superiore sotto l’aspetto tecnico. E qualche occasione i rossocrocaiti se la sono creata, troppo poco però per impensierire Unai Simon. La reazione, comunque, c’è stata ed è importante sottolinearlo. Nonostante la sconfitta, il secondo tempo dello Stade de Genève potrebbe essere il punto di ripartenza di una Nazionale che domenica contro il Portogallo è assolutamente chiamata a far dimenticare il disastroso 4-0 di Lisbona.

Svizzera - Spagna (0-1) 0-1
Reti: 12’ Sarabia 0-1
Svizzera: Sommer; Widmer, Akanji (80’ Frei), Cömert, Rodriguez (89’ Sow); Aebischer (63’ Okafor), Xhaka, Freuler; Shaqiri (80’ Seferovic), Embolo, Zuber (63’ Steffen)
Spagna: Unai Simon; Azpilicueta, Diego Llorente, Pau Torres, Jordi Alba; Marcos Llorente (80’ Soler), Busquets, Gavi (72’ Koke), Ferran Torres, Morata (72’ Asensio), Sarabia (62’ Dani Olmo)
Arbitro: Gözübüyük (Olanda)
Note: 25’875 spettatori. Ammoniti; 59’ Shaqiri. 67’ Akanji. 89’ Seferovic. 90’ Sow

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Tennis
5 ore
Djokovic più forte di tutti e di tutto
Il serbo ha conquistato l’Open australiano mostrando, oltre a una netta superiorità tecnica, pure una forza mentale impressionante
Calcio
12 ore
Gattuso lascia il Valencia
Il campione del mondo 2006, 14° in classifica nel campionato spagnolo, se ne va in accordo col club
Hockey
12 ore
Addio a Bobby Hull
Una delle leggende della Nhl - e dei Chicago Blackhawks - si è spenta lunedì a 84 anni
Calcio
14 ore
‘Situazione difficile, aiuteremo i giocatori’
Dopo il fallimento del Fc Chiasso, i sindacati hanno incontrato i calciatori e hanno spiegato loro come muoversi per far valere i propri diritti
CROSS
16 ore
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
18 ore
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
19 ore
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
Hockey
20 ore
Il Davos rinforza la difesa con Aaron Irving
Il ventiseienne canadese arriva dal SaiPa in Finlandia e si è accordato con i gialloblù fino al termine della stagione
Calcio
23 ore
Un mese di stop per Allan Arigoni
Il terzino del Lugano ha subito una lussazione acromion-clavicolare di secondo grado della spalla sinistra
IL DOPOPARTITA
1 gior
Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’
Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’
© Regiopress, All rights reserved