laRegione
03.06.22 - 18:26
Aggiornamento: 18:53

Murat Yakin, rotta su Lisbona con il vento in faccia

Dopo la brutta prestazione contro la Repubblica Ceca, i rossocrociati si apprestano a sfidare il Portogallo nella seconda uscita di Nations League

Ats, a cura de laRegione
murat-yakin-rotta-su-lisbona-con-il-vento-in-faccia
Keystone
E domenica Granit Xhaka rischia grosso

Altro che gonfie vele: adesso Murat Yakin si ritrova con il vento in faccia, dopo una sconfitta contro una Repubblica Ceca tutt’altro che straordinaria, in un ambiente tutt’altro che esaltante, dopo aver già dovuto incassare la sconfitta in amichevole sull’erba di Wembley e il pareggio con il Kosovo a Zurigo. A sentire il tecnico dei rossocrociati, sono stati i suoi difensori a essersi quasi inventati i due gol cechi. «I nostri due centrali non sono stati dominanti – dice Yakin –, ma in generale è stata tutta la squadra ad aver difeso malamente», dice l’ex ministro della difesa del Basilea. Con Nico Elvedi che ha fornito una delle sue prove peggiori in Nazionale, e vedendolo giocare si comincia a capire perché in Germania il suo Mönchengladbach abbia la terza peggior difesa di tutta la Bundesliga, con ben 61 gol incassati. Al suo fianco, però, neppure Fabian Schär ha saputo essere brillante, a immagine di quell’incredibile abbaglio del primo tempo, quand’è scivolato sul pallone mettendo ancor più in difficoltà i suoi compagni di reparto.

Tuttavia, i problemi per questa Svizzera non finiscono lì. Alla vigilia del suo secondo impegno in questa Nations League, domenica a Lisbona, la squadra lamenta anche la mancanza di efficacia nell’ultimo gesto da parte di Breel Embolo, in una serata in cui il centrocampo è mancato di autorevolezza, con Granit Xhaka e in misura minore Remo Freuler che non hanno saputo pesare sull’economia del confronto come avrebbero dovuto fare. E Xhaka contro il Portogallo rischia grosso: dovesse nuovamente offrire una prova non all’altezza della sua fama, potrebbe aprirsi un dibattito sul suo statuto di leader. Anche perché, per ora, vista l’assenza di un Denis Zakaria scintillante contro l’Italia, la questione se Xhaka debba giocare oppure no adesso non si pone, ma quando il ginevrino sarà nuovamente arruolabile dopo lo strappo muscolare con cui deve fare i conti, la questione si potrebbe anche porre.

I Lustrinelli Boys in campo per vincere e sperare

Intanto, sul fronte dell’Under 21, lo sprint finale verso l’Europeo è ormai lanciato per Mauro Lustrinelli e i suoi ragazzi. Che domani (alle 19) vanno in campo a Cornaredo contro la Bulgaria con l’obiettivo di vincere (cosa che dovranno però poi fare anche mercoledì prossimo, nel loro ultimo impegno in terra di Moldavia) per continuare a sperare in una qualificazione diretta, che dovrà passare pure da un passo falso dell’Olanda in una delle ultime tre partite del girone. In caso contrario, i giovani elvetici dovranno passare dagli spareggi.

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Tennis
5 ore
Djokovic più forte di tutti e di tutto
Il serbo ha conquistato l’Open australiano mostrando, oltre a una netta superiorità tecnica, pure una forza mentale impressionante
Calcio
12 ore
Gattuso lascia il Valencia
Il campione del mondo 2006, 14° in classifica nel campionato spagnolo, se ne va in accordo col club
Hockey
12 ore
Addio a Bobby Hull
Una delle leggende della Nhl - e dei Chicago Blackhawks - si è spenta lunedì a 84 anni
Calcio
15 ore
‘Situazione difficile, aiuteremo i giocatori’
Dopo il fallimento del Fc Chiasso, i sindacati hanno incontrato i calciatori e hanno spiegato loro come muoversi per far valere i propri diritti
CROSS
17 ore
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
19 ore
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
19 ore
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
Hockey
21 ore
Il Davos rinforza la difesa con Aaron Irving
Il ventiseienne canadese arriva dal SaiPa in Finlandia e si è accordato con i gialloblù fino al termine della stagione
Calcio
23 ore
Un mese di stop per Allan Arigoni
Il terzino del Lugano ha subito una lussazione acromion-clavicolare di secondo grado della spalla sinistra
IL DOPOPARTITA
1 gior
Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’
Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’
© Regiopress, All rights reserved