laRegione
FRITZ T. (USA)
1
NADAL R. (ESP)
1
3 set
(6-3 : 5-7 : 4-3)
gilardi-e-l-acb-volano-in-challenge-league
20.05.22 - 19:54
Aggiornamento: 22:30

Gilardi e l’Acb ‘volano’ in Challenge League

La società granata è l’unico club di Promotion League ad aver ricevuto la licenza per la lega cadetta, che ritrova dopo 9 anni

«Sto volando».

Sì, Gabriele Gilardi ce l’ha fatta. Mentre sul campo il Bellinzona ancora sta lottando per contendere il primo posto del campionato di Promotion League al Breitenrain (4 i punti da recuperare a 3 giornate dalla fine), l’amministratore unico dell’Acb 1904 SA e il suo team hanno vinto la partita che stavano giocando alla scrivania per riportare il club granata in Challenge League a nove anni di distanza dall’ultima volta, quando la permanenza nell’élite del calcio rossocrociato era stata interrotta dal fallimento. Un match andato, dopo il mancato ottenimento della licenza in prima istanza, ai tempi supplementari, nei quali il club della capitale ticinese è infine riuscito a ottenere il via libera dall’autorità di ricorso per le licenze della Swiss Football League, che non ha invece dovuto esprimersi in seconda istanza sulle altre tre candidate che avevano richiesto il prezioso pass: Breitenrain, Chiasso e Stade Nyonnais hanno infatti ritirato anticipatamente il proprio ricorso, lasciando di fatto strada libera all’Acb (in particolare i bernesi leader del campionato non hanno trovato una soluzione alternativa al vetusto Spitalacker, impianto non adeguato alla lega cadetta).

«Sono contentissimo, quasi commosso, perché non è stato per nulla evidente – prosegue il 42enne locarnese, ex direttore generale dell’Fc Locarno che anche dopo il primo no della Sfl era comunque rimasto fiducioso –. Grazie alle mie conoscenze legali e al lavoro di tante, tante persone siamo riusciti a compiere una piccola impresa, con le difficoltà principali legate al fatto che eravamo dei neofiti. Era la prima volta che questo corso granata chiedeva la licenza per la Challenge League e di conseguenza abbiamo dovuto produrre da zero tutta la documentazione per il passaggio dall’Associazione – che continuerà ad occuparsi del settore giovanile del club – alla Società anonima che gestirà la prima squadra. Una tappa imprescindibile proprio per tutelare le giovani leve».

Nessun problema invece per quel che riguarda il Comunale, grazie anche all’intervento della Città di Bellinzona, proprietaria dell’impianto e che dopo aver ricevuto dalla stessa Sfl le indicazioni dei lavori necessari per permettere allo stadio di ospitare partite di Challenge League si è subito messa al lavoro. In particolare bisognerà realizzare sul lato sud una struttura provvisoria per le riprese televisive e mettere a norma le vie di fuga sul lato est… «Da questo punto di vista non posso che ringraziare il Municipio di Bellinzona, all’interno del quale ho notato – come nella popolazione – grande entusiasmo e che si è difatti subito adoperato per fornirci il supporto necessario. Non a caso il dossier legato allo stadio non è mai stato un problema per la Sfl».

‘Giocatori e allenatore vogliono dimostrare di meritarla anche sul campo’

A proposito di entusiasmo, Gilardi è certo che quello per l’ottenimento della licenza e la conseguente promozione si farà sentire anche in campo, a cominciare dalla sfida casalinga di domenica (ore 16) con l’Étoile Carouge… «Abbiamo ancora tre partite che vogliamo onorare, anche perché i giocatori e l’allenatore sono i primi a voler dimostrare di meritarsi la promozione anche sul campo e l’unico modo per farlo è andarsi a prendere il primo posto. Ci proveremo e spero di vedere tanta gente a sostenerci al Comunale».

Quanto alla prossima stagione, l’avvocato locarnese assicura che «non ci saranno follie, vedremo con gli sponsor se e quanto potranno aumentare il loro sostegno, ma il tutto sarà sempre ben ponderato».

La riforma votata proprio oggi dai club della Sfl farà sì che nella prossima stagione saranno ben due le compagini di Challenge promosse direttamente in Super, con la terza classificata a giocarsi lo spareggio con l’ultima della massima serie. Una ghiottissima occasione per ambire all’immediata promozione? «È una situazione indubbiamente interessante ma l’obiettivo di partenza sarà non arrivare ultimi, poi chiaramente si va in campo sempre per vincere. Vedremo anche come risponderà la piazza…».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ac bellinzona challenge league gabriele gilardi
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
BOCCE
2 ore
Il campionato ticinese sorride ancora a Laura Riso
Quarto oro cantonale per l’esponente della Gerla, che in finale al bocciodromo di Lugano ha prevalso sulla locarnese Rosaria Cadei
AUTOMOBILISMO
2 ore
Dopo Misano Alex e Ivan restano in lotta per il titolo
I due piloti ticinesi in lizza nelle Gt4 European series sono al giro di boa della loro stagione, sempre con in linea di mira il successo in classe Pro-Am
Calcio
3 ore
Liga, il quarantenne Joaquin prolunga fino al 2023
Ennesima stagione da professionista per il capitano del Betis
Hockey
5 ore
Draft Nhl, Lian Bichsel sarà chiamato al primo turno?
Da qualche anno nessuno svizzero viene più scelto fra i migliori
Calcio
6 ore
Beloko dallo Xamax al Lucerna
Per il centrocampista contratto fino al 2025
salary cap
12 ore
Fiala e Jokic: stessa nazione, due mondi diversi
Sull’esempio dell’hockeista svizzero e del cestista serbo, ecco una piccola panoramica delle differenze salariali negli sport a stelle e strisce
TENNIS
23 ore
A Sinner non basta il 2-0, Djokovic si impone in cinque set
Il serbo in semifinale per la 43ª volta, l’11ª a Wimbledon. In campo femminile la sorpresa si chiama Tatjana Maria, Wta 103, alla sua prima semifinale
Hockey
1 gior
Un Peltonen a Kloten
Si tratta di Jasper, figlio di Ville, ex giocatore del Lugano
CALCIO FEMMINILE
1 gior
Euro di grandi numeri, la Svizzera punta ai quarti di finale
Inizia domani la fase finale della rassegna continentale. Attesi stadi esauriti (anche Old Trafford e Wembley per la finale). Premi raddoppiati
PALLANUOTO
1 gior
Nuovo coach per gli Sharks
Si tratta di Jonathan Del Galdo, proveniente dalla Serie A1 italiana
© Regiopress, All rights reserved