laRegione
CALCIO
24.04.22 - 16:08
Aggiornamento: 16:38

La Super League non sorride più, Lugano ko anche a San Gallo

Bianconeri battuti 3-0 dall’avversario che affronteranno nella finale di Coppa Svizzera. La decisione già nel primo tempo con Görtler, Von Moos e Schubert

la-super-league-non-sorride-piu-lugano-ko-anche-a-san-gallo

Terza sconfitta consecutiva per un Lugano che in Super League ha racimolato soltanto uno degli ultimi 12 punti in palio. I bianconeri hanno avuto vita breve a San Gallo, in quello che poteva essere considerato una sorta di antipasto della finale di Coppa Svizzera in programma il 15 maggio a Berna. In svantaggio già dopo 19’ per un rigore concesso dal Var a seguito di un fallo di Lovric su Von Moos, la compagine ticinese ha conosciuto una seconda parte di primo tempo da incubo e ha frustrato le speranze di una possibile rimonta nel giro di 3’, incassando le reti di Von Moos (su errore in uscita di Hajrizi) e Schubert (poderoso colpo di testa dal limite dell’area piccola).

In campo con una formazione rimaneggiata dopo le fatiche della semifinale di Coppa, il Lugano ha pagato l’assenza di Bottani e non si è praticamente mai reso pericoloso per Zigi fino al 45’, quando il portiere sangallese è stato costretto a respingere d’istinto in uscita una conclusione di Celar. Il ritmo imposto dai padroni di casa, sorretti come sempre da un pubblico caloroso, ha messo in grossa difficoltà una difesa diretta da Custodio per il turno di pausa concesso sia a Maric, sia a Daprelà.

Non si può dire che il Lugano non ci abbia provato, in particolare sulla fascia destra con il solito generoso Lavanchy, ma è sempre mancata la precisione nell’ultimo appoggio, per concludere manovre apparse il più delle volte frutto del caso e non di una precisa volontà.

Nella ripresa Mattia Croci-Torti ha provato a muovere le acque, inserendo subito Aliseda e a seguire Amoura e Mahmoud, ma la musica non è cambiata. Anzi, la pressione dei padroni di casa si è accentuata e soltanto la traversa, su colpo di testa di Schubert al 52’, ha negato loro il quarto gol. Il Lugano, davvero troppo impreciso in fase di costruzione, non ha combinato nulla fino al 71’, quando nel giro di tre minuti si è creato due occasioni che avrebbero potuto clamorosamente riaprire la sfida, ma prima Amoura, poi Mahmoud (74’) si sono fatti respingere da Zigi la conclusione a botta sicura.

È finita dunque con la chiara e meritata vittoria del San Gallo. Tra tre settimane al Wankdorf lo scenario sarà senza dubbio diverso, ma di certo la netta sconfitta del Kybunpark non rappresenta un ottimo viatico. Per giungere alla finale in eccellenti condizioni psico-fisiche, occorre invertire la rotta anche in Super League.

San Gallo - Lugano (3-0) 3-0

Reti: 19’ Görtler (rigore) 1-0. 31’ Von Moos. 34’ Schubert 3-0

San Gallo: Zigi; Cabral, Stergiou, Maglica, Sutter (79’ Lungoyi); Görtler, Fazliji, Toma (47’ Jankewitz); Von Moos (79’ Schmidt), Schubert (64’ Duah), Guillemenot (64’ Besio)

Lugano: Saipi; Hajrizi (46’ Aliseda), Custodio, Ziegler; Lavanchy, Durrer (56’ Mahmoud), Lovric, Sabbatini, Valenzuela (72’ Rüegg), Haile- Selassie (56’ Yuri), Celar (56’ Amoura)

Arbitro: Cibelli

Note: 17’048 spettatori. San Gallo senza Quintilla (squalificato), Stillhart, Münst, Witzig (infortunati); Lugano senza Baumann, Facchinetti, Bottani, Guidotti (infortunati). Ammoniti: 14’ Guillemenot. 26’ Fazliji. 61’ Yuri. 84’ Custodio

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
6 ore
‘Carmelo Bene, male tutti gli altri’
In un libro di recente pubblicazione vengono raccolti alcuni degli scritti a sfondo sportivo firmati da un maestro del teatro italiano del Novecento
IL DOPOPARTITA
11 ore
Il Lugano ci prende gusto. ‘Però cerchiamo di badare al sodo’
Quarto successo filato per i bianconeri di Gianinazzi, che si confermano anche contro l’Ajoie. Il coach. ‘A me, però, la prima mezz’ora è piaciuta meno”
Altri sport
12 ore
Pattinaggio artistico, bronzo europeo per Lukas Britschgi
Lo sciaffusano grazie al miglior programma libero della carriera sale sul podio di Helsinki, alle spalle del francese Siao Him Fa e dell’italiano Rizzo
Hockey
13 ore
Il Lugano non si ferma e liquida anche l’Ajoie
I bianconeri, ora a 55 punti, non hanno lasciato scampo ai giurassiani, piegati 5-2 alla Cornèr Arena.
ciclismo
15 ore
Peter Sagan si ritira dal ciclismo su strada
Lo slovacco, triplice campione del mondo, da fine stagione si dedicherà unicamente alla mountain bike
volley
15 ore
Per il Lugano c’è lo Pfeffingen prima del derby
Sabato il campionato al Palamondo, domenica i quarti di Coppa Svizzera a Bellinzona
CALCIO
16 ore
‘Ci ho sperato, ma si capiva che la china portava al fallimento’
Miodrag Mitrovic deluso e arrabbiato per la fine dell’Fc Chiasso: ‘Qualcuno, per assurdo, in questa situazione ci ha pure guadagnato’
CALCIO
18 ore
La pazienza è la virtù dei forti
Il Lugano ospita il Grasshopper. Croci-Torti: ‘Sarà una sfida logorante, non dovremo perdere la testa se le cose non dovessero funzionare subito’
Basket
19 ore
Le speranze della Sam in un weekend tutto da gustare
Al via un Final Four di Montreux ricco di sorprese, con Thabo Sefolosha in campo ma senza l’Olympic e il massagnese Roberto Kovac. Gubitosa: ‘No comment’
Calcio
1 gior
‘Tifosi granata, stateci sempre vicini’
A due giorni dalla ripresa del campionato cadetto, il nuovo coach dell’Acb Stefano Maccoppi fa il punto della situazione e presenta tre nuovi arrivi
© Regiopress, All rights reserved