laRegione
KOZLOV S. (USA)
1
STRICKER D. (SUI)
1
3 set
(6-4 : 4-6 : 1-2)
KOZLOV S. (USA)
1
STRICKER D. (SUI)
1
3 set
(6-4 : 4-6 : 1-2)
il-chiasso-chiude-il-2021-con-una-sconfitta
CALCIO
05.12.21 - 19:170
Aggiornamento : 23:06

Il Chiasso chiude il 2021 con una sconfitta

Troppe le occasioni sbagliate dai rossoblù contro lo Young Boys II. Vitali: ‘Soltanto la capolista è al di sopra delle altre’

a cura de laRegione

Il 2021 si chiude col Chiasso quarto in classifica a 17 punti dal lanciatissimo e ormai quasi imprendibile Breitenrain, a 7 dal Bellinzona secondo e a 5 dallo Stade Nyonnais, dopo i primi scampoli di campionato passati a sognare. «Ma l’obiettivo non è mai stato provare a salire quest’anno, la società ha scelto di puntare su molti giovani. Nel girone d’andata siamo riusciti a rimanere nelle prime quattro, e a parte la capolista a cui vanno fatti veramente i complimenti perché non sbaglia una partita, le altre sono relativamente vicine», commenta mister Andrea Vitali, subentrato a Baldo Raineri.

Per la sfida persa contro lo Young Boys Under 21, il tecnico parla di un pomeriggio in cui i suoi avrebbero meritato senz’altro di più e invece lasciano il Riva IV a mani vuote. «Abbiamo costruito almeno cinque occasioni da rete davanti al portiere, se non segni quando hai così tante chance spesso vieni punito ed è quello che è successo a noi. Il pari sarebbe stato il minimo che meritavamo. Ma non si può dare solo la colpa alla sfortuna, evidentemente quando non fai gol è anche demerito tuo. Certo, nel primo tempo avremmo dovuto essere ampiamente in vantaggio, poi loro addirittura hanno trovato il 2-1 e abbiamo un po’ sbandato, per riprenderci bene negli ultimi 10-15 minuti».

Con Maccoppi che si è infortunato nella rifinitura e ha provato invano a esserci sino a poche ore prima del match, è stato schierato Said che però ha dovuto chiedere il cambio dopo soli 10’. Il Chiasso è partito bene incassando però gol pochi secondi dopo l’uscita del centrocampista, con Toure che in area è riuscito a eludere l’intervento del giovane Sörensen e a concludere in rete. Lo Young Boys è una delle squadre più in forma del momento, i rossoblù hanno reagito creando parecchie chance e trovando il meritato pari con un gran gol di Correia. Avrebbero potuto passare in vantaggio, ma le occasioni sono finite fuori o preda di Ammete. Nella ripresa i ritmi si sono un po’ abbassati e gli ospiti hanno siglato il 2-1 con l’ottimo Maier. Nel finale i padroni di casa ci hanno provato invano.

Ora si va in pausa. «La squadra è arrivata con gli uomini contati a causa degli infortuni, da 25 giorni giocano sempre gli stessi: adesso deve riposare e riprogrammare il ritorno con entusiasmo e voglia. Mi siederò a tavolino con la proprietà, per capire le sue esigenze, quelle della piazza, quelle dei giocatori, come in ogni società quando c’è una pausa. E al 10 gennaio si riparte», conclude Vitali.


Chiasso - Young Boys II (1-1) 1-2
Reti: 11’ Toure 0-1. 19’ Correia 1-1. 63’ Maier 1-2.
Chiasso: Mitrovic; Cinquini, Mazzoletti, Sörensen; Farnerud; Lujic (79’ Stefanovic), Said (18’ Nivokazi), Alshikh, Teixeira; Maurin (83’ Carrasco), Correia.
Arbitro: Tester.
Note: 500 spettatori. Ammoniti: 20’ Cinquini, 21’ De Donno, 45’ Muteba, 61’ Alshikh.

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
36 min
Lugano, Schlegel si deve fermare. Fino a marzo
Niente derby per il portiere bianconero: lesione agli adduttori della coscia. McSorley dovrà scegliere se puntare sul canadese Irving o su Fatton
Hockey
1 ora
Le ragazze svizzere ai Giochi senza la loro stella. Per ora
Valori limite per entrare in Cina: Alina Müller e Sinjia Leemann incrociano le dita e vanno in isolamento. Weibel: ‘Fiduciosi della strategia adottata’
Tennis
2 ore
Medvedev firma l’impresa a Melbourne: è semifinale
Sotto di due set contro Aguer-Aliassine, il russo ribalta la partita e stacca il biglietto per il penultimo atto degli Australian Open
Hockey
3 ore
Hedlund e il suo staff non si muovono da Rapperswil
Confermata in blocco la guida tecnica dei sangallesi. Che resterà (almeno) fino al termine della stagione 2023/24
Sci
5 ore
Michelle Gisin dice no a Garmisch-Partenkirchen
Terza defezione di lusso, nel clan rossocrociato, per le ultime gare di Coppa del mondo prima della partenza per Pechino
Calcio
7 ore
L’Fc Lugano ha di nuovo un presidente, sarà Philippe Regazzoni
Classe ‘69, Regazzoni è attinente di Balerna ma residente a Küssnacht e da 25 anni è attivo nell’ambito assicurativo.
Calcio
12 ore
Da Lima a Yaoundé, quante tragedie legate al calcio
Disordini tra tifosi, strutture fatiscenti, sicurezza e forze dell’ordine inadeguate, fatalità: il dramma in Camerun è solo l’ultimo di una lunga lista
Hockey
19 ore
Ambrì sconfitto a Zurigo con onore e ripreso dal Berna
I Lions fanno la differenza nell’ultimo periodo dopo l’1-1 al termine dei primi due tempi. In classifica i leventinesi cedono agli Orsi il decimo posto.
Hockey
19 ore
A Zugo un martedì pazzo, che al Lugano frutta un punto
Serata incredibile alla BossardArena, in cui succede di tutto, decisa da Hansson al supplementare. Con i bianconeri che, però, perdono Schlegel
Sci
19 ore
A Schladming 7 elvetici a punti, ma lontani da Linus Strasser
Il tedesco si impone nello slalom sulla Planai precedendo il norvegese McGrath e l’austriaco Feller. Tanguy Nef (decimo) miglior rossocrociato.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile