laRegione
Servette
Basilea
20:30
 
Lucerna
Young Boys
20:30
 
Lugano
Zurigo
20:30
 
Losanna
Sion
20:30
 
Grasshopper
S.Gallo
20:30
 
Germania
1
Danimarca
0
fine
(0-0 : 1-0 : 0-0)
Canada
Kazakistan
20:30
 
Repubblica Ceca
5
Lettonia
0
1. tempo
(5-0)
martin-blaser-fc-lugano-bene-avanti-con-questo-entusiasmo
28.11.21 - 16:07
Aggiornamento : 16:53

Martin Blaser (Fc Lugano): ‘Bene, avanti con questo entusiasmo’

Il Ceo della società bianconera, il cui futuro è garantito grazie al nuovo stadio del Pse, si dice soddisfatto e assicura: ‘Se potremo ci rinforzeremo’

Il ‘sì’ del popolo luganese che dà il via libera alla realizzazione del Pse e in particolare dello stadio di calcio, fondamentale per l’Fc Lugano per continuare a giocare nella massima serie del calcio elvetico, fa evidentemente felice l’amministratore delegato del club bianconero, Martin Blaser.

«Sì, possiamo tirare un bel sospiro di sollievo – afferma l’ex direttore della divisione marketing, vendite e business development dell’Fc Basilea, Ceo del club sottocenerino dallo scorso agosto, quando Angelo Renzetti ha ceduto la società al gruppo guidato dal miliardario americano Joe Mansueto –. Posto che come avevamo già dichiarato l’impegno e il coinvolgimento nell’Fc Lugano della nuova proprietà non sarebbe cambiato, un voto negativo avrebbe comunque cambiato le carte in tavola e già domani mattina alle 8 avremmo organizzato una riunione di emergenza per capire come muoverci, perché lo ribadisco, non avevamo nessun piano B. Fortunatamente invece la popolazione di Lugano si è espressa favorevolmente e questo è importante non solo per la nostra società, ma per tutte quelle coinvolte. Anche chi non è esperto in ambito sportivo, può capire facilmente l’importanza di un’infrastruttura adeguata per una società, senza la quale non potrebbe mai esserci un grande futuro».

Alla fine la popolazione luganese si è espressa in maniera piuttosto chiara a favore del polo sportivo (57 per cento di sì), ma la tensione a Cornaredo si è fatta sentire fino all’ultimo... «Sicuramente per la società e per le persone che ne fanno parte da più tempo, è stato un percorso carico di emozioni, vissuto anche con un po’ di timore. Per quel che mi riguarda non avendo vissuto la questione dal principio, sono sempre riuscito a osservarla con un certo distacco, ma non nascondo che nelle ultime 72 ore un po’ di tensione l’ho sentita anche io. In particolare al momento a livello sportivo la nostra prima squadra sta facendo molto bene e in generale in tutta la società si è creata davvero una bella atmosfera, molto positiva e che ci permette di lavorare bene sia fuori sia in campo, per cui il mio timore era proprio che un ‘no’ al polo sportivo avrebbe rovinato questo spirito positivo e frenato il nostro slancio».

Uno slancio che invece può trarre ulteriore forza dall’esito positivo del voto, che seppur indirettamente è anche un segnale di approvazione per la nuova proprietà... «È vero, anche se chi mi conosce sa che sono uno che difficilmente si fa prendere dall’euforia, come rimango piuttosto tranquillo nelle sconfitte, lo stesso vale per le vittorie. Per cui l’importante ora è proseguire con il buon lavoro che stiamo facendo cercando almeno di mantenere il livello raggiunto. Per quel che concerne il nuovo stadio, il lavoro di certo non manca, anche dal punto di vista commerciale. Sul piano sportivo abbiamo sempre detto che i nostri obiettivi sono piuttosto a medio-lungo termine (in poche parole, come specificato in occasione dell’insediamento del nuovo corso ad agosto, vincere prima la Coppa Svizzera e nel giro di qualche anno anche il titolo nazionale, ndr), per cui a livello di pianificazione non cambia niente. Di certo però se già nel mercato invernale ci sarà l’occasione di rinforzare la squadra, lo faremo. E con uno spirito ben diverso di come lo avremmo fatto se questo weekend fosse arrivato un ‘no’».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fc lugano martin blaser pse

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
1 min
Maric dice basta, Lovric, Custodio e Lavanchy salutano Lugano
Nel pre-partita dell’ultima sfida casalinga della stagione ringraziati il difensore 38 e i partenti, tra cui il portiere Baumann e il brasiliano Yuri
hockey
3 ore
Greg Ireland a ruota libera
L’Italia, il suo passato, il suo futuro e i suoi pensieri. Lunga intervista con l’ex tecnico del Lugano
BASKET
4 ore
Delusione Spinelli per una stagione senza titoli
Coach Gubitosa: ‘Abbiamo pagato cara la sconfitta nella finale di Sb Cup, ma è mancata pure la disciplina. Senza dimenticare infortuni e Covid’
CALCIO
4 ore
Meno interesse di così si muore, ben vengano i playoff
Domani l’assemblea della Swiss Football League è chiamata a esprimersi sulla riforma della Super League: 12 squadre invece di 10 e formula innovativa
gallery
hockey
5 ore
Principio d’incendio all’Helsinki Ice Hall
La partita delle 15.20 Germania - Danimarca è rinviata, la pista è stata evacuata
HOCKEY
11 ore
I polmoni di Jesse Virtanen, uomo a tutto campo
Il direttore sportivo Paolo Duca sul nuovo straniero dell’Ambrì Piotta. ‘Quest’anno in Svezia è stato lui il giocatore più utilizzato’
ciclismo
14 ore
Girmay, l’eritreo volante fermato da un tappo di champagne
Primo africano nero a vincere una tappa al Giro, aveva trionfato in marzo nella Gand-Wevelgem. Si è dovuto ritirare, ma il suo futuro resta rosa
Hockey
22 ore
Anche la Slovacchia è kappaò: la Svizzera prenota i quarti
Hischier e compagni stavolta vincono per 5-3, festeggiando il loro quarto successo in altrettante partite. La strada, adesso, è praticamente spianata
CALCIO
1 gior
‘C’è una Coppa da fotografare’: il gioioso assalto a Cornaredo
Migliaia di tifosi alla festa in onore dell’Fc Lugano, tra autografi e selfie con giocatori, staff e trofeo. Dalle 13.30 alle 17.30 un’interminabile fila
CALCIO
1 gior
Il Bellinzona può tentare l’impresa
Il Breitenrain non sarà promosso, per problemi allo stadio. Che al Comunale vanno risolti
© Regiopress, All rights reserved