laRegione
il-dopo-nizza-una-partita-a-porte-chiuse-almeno
A spalti vuoti (Keystone)
25.08.21 - 22:58

Il dopo Nizza: una partita a porte chiuse (almeno)

Sabato senza pubblico per la sfida con il Bordeaux, in attesa della fine dell'inchiesta sui fatti di domenica. Sospeso un membro dello staff del Marsiglia

La Lega che gestisce il calcio francese ha imposto al Nizza di giocare una partita a porte chiuse, quella contro il Bordeaux in programma sabato. La decisione, a titolo provvisorio, è stata presa dalla commissione disciplinare, in attesa che l'indagine faccia piena luce sugli incidenti avvenuti durante la partita Nizza-Marsiglia, domenica scorsa.

Inoltre, la Lega ha sospeso a titolo provvisorio da «qualsiasi funzione ufficiale» uno dei membri dello staff marsigliese, il preparatore atletico Pablo Fernandez, per aver colpito uno dei tifosi del Nizza che avevano invaso il terreno da gioco. La commissione disciplinare ha naturalmente avviato un'inchiesta sui fatti, indicando che gli esiti verranno pubblicati l'8 settembre.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ligue 1 nizza-marsiglia
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
STORIE MONDIALI
2 ore
Breve la vita felice di Cartavelina e Trello
Nel 1938 la Svizzera tolse a Hitler il sogno di vincere la Coppa del mondo disputata in Francia
Calcio
8 ore
Violenza sessuale, arrestato un calciatore inglese
Un non meglio precisato giocatore di Premier League interrogato a Londra per un presunto stupro avvenuto il mese scorso. Ne dà notizia il The Sun
Tennis
9 ore
Rafa a spasso per Londra. Poi, però, deve soffrire
Il maiorchino batte in tre set il ventisettenne olandese, venticinquesimo dell’Atp, con qualche preoccupazione nel finale: ai quarti contro Taylor Fritz
Sci
12 ore
Petra Vlhova, olimpionica di Slalom, si allena a Tenero
Il tecnico ticinese Mauro Pini: preparazione mirata, focus sulle discipline tecniche, all’orizzonte c’è Cortina 2026
CALCIO
14 ore
Hicham Mahou bianconero per i prossimi quattro anni
Il laterale francese di origini marocchine ha disputato l’ultima stagione con il Losanna. Per il Lugano un prezioso rinforzo sulla corsia laterale
CICLISMO
17 ore
Marc Hirschi e la Uae Emirates, uniti per la causa di Pogacar
TdF, il 23enne bernese: ‘Non credo avrò molta libertà d’azione. Il Covid sembrava avermi tagliato fuori, ora invece sto bene e sono contento di esserci’
Calcio
17 ore
Gabriel Jesus all’Arsenal
Lascia il City dopo 5 anni
ciclismo
18 ore
Maratona dles Dolomites, Rocco Cattaneo vince ancora
Settimo successo consecutivo per il ticinese sulle strade dolomitiche, su un percorso che vanta ben 4320 metri di dislivello
BASKET
19 ore
La qualificazione unica buona notizia per una Nazionale scarsa
Il weekend dedicato alle pre-qualifiche di Euro 2025 ci ha restituito una Svizzera povera di contenuti, sia con Cipro (figuraccia), sia con l’Irlanda
L'ANNIVERSARIO
1 gior
Quando il Ticino si fermò per Brasile-Italia
Il 5 luglio del 1982 ai Mondiali di Spagna si disputò una delle partite più significative della storia del calcio, anche per la nostra realtà
© Regiopress, All rights reserved