laRegione
covilo-e-macek-non-fanno-piu-parte-del-progetto-bianconero
CALCIO
25.08.21 - 11:39
Aggiornamento: 18:55

Covilo e Macek non fanno più parte del progetto bianconero

Il Lugano comunica che i due centrocampisti non saranno inseriti nella lista di contingente. Régis, invece, è rientrato in Brasile

Miroslav Covilo e Roman Macek non fanno più parte del progetto del nuovo Lugano. Lo ha reso noto la società bianconera in un comunicato stampa che riportiamo di seguito.

“ La direzione dell’Fc Lugano comunica che, a seguito della situazione molto particolare vissuta dal club in questi ultimi mesi e in relazione alla gestione della lista di contingente secondo i regolamenti della Sfl, si sono rese necessarie delle decisioni dolorose. In particolare, è stato comunicato ai giocatori Miroslav Covilo (86 presenze e 7 reti), Roman Macek (35 presenze) e Hugo Moura, che non fanno più parte del progetto sportivo della società e non troveranno dunque posto nella suddetta lista.  

La società ringrazia i tre giocatori citati, in particolare Miroslav e Roman che tanto hanno dato in questi anni, favorirà un eventuale trasferimento o rientro dal prestito e augura loro di poter trovare la migliore collocazione possibile per il proprio futuro professionale. 

Allo stesso tempo, come già riportato dai media negli scorsi giorni, il club bianconero comunica che il calciatore Demba Ba ha fatto valere una clausola rescissoria presente nel proprio contratto e si è dunque svincolato dallo stesso.  

Infine si comunica che, di comune accordo, Régis Tosatti Giacomin è rientrato anticipatamente alla Chapecoense. Il brasiliano non ha dunque mai esordito con la maglia bianconera. 

Dopo questi avvenimenti, la lista di contingente dell’FC Lugano ha sette posti liberi, i primi innesti saranno annunciati nei prossimi giorni”. 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
calcio fc lugano miroslav covilo roman macek
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
mountain bike
5 ore
Filippo Colombo splendido secondo a Mont Ste. Anne
Il ticinese si arrende soltanto al francese Titouan Carod. Nino Schurter è sesto. Tra le donne successo di Jolanda Neff.
gallery
la ricorrenza
6 ore
Con il parkour ‘da diciotto a ottantacinque sport’
Gioventù e Sport celebra il cinquantesimo anniversario organizzando a Tenero un campo per settecento giovani e inaugurando una nuova disciplina
CALCIO
9 ore
Europa o Super League, la musica non cambia
A quattro giorni dalla sconfitta contro il Beer Sheva, il Lugano cede a Cornaredo anche contro il Lucerna
calcio
10 ore
Il Bellinzona espugna il Principato
A Vaduz Pollero regala i tre punti ai granata, che riscattano così la sconfitta casalinga contro lo Stade Losanna
MOTOMONDIALE
12 ore
Bagnaia trionfa in Inghilterra
A Silverstone, Pecco ha preceduto Viñales e Miller. Ottavo Quartararo, fuori Zarco
calcio
1 gior
‘Un piacere affrontare ricordi e amici’
Il Vaduz di Alessandro Mangiarratti accoglie il Bellinzona. ‘Diversi tifosi mi hanno scritto che verranno a vedere la partita’
BASEBALL
2 gior
Consigli per gli acquisti? Una figurina da sette milioni
Una foto del 1909 di Honus Wagner, l’Olandese volante, stella del baseball d’inizio Novecento, venduta a 7,5 milioni di dollari. ‘È arte, è storia!’
CICLISMO
2 gior
Dylan Teuns fa le valigie: subito alla Israel-Premier Tech
Vincitore della Freccia vallone ad aprile, il trentenne belga cambia squadra a stagione in corso, in partenza dalla Bahrain-Victorius
KARATE
2 gior
Il Ticino fa la sua parte agli Europei in Olanda
A Hertogenbosch i karateka rossocrociati si mettono in luce: ben quindici le medaglie conquistate, sinonimo di sesto posto nel medagliere
Calcio
2 gior
‘Così tante partite? Per me è bello’
Un carico Jonathan Sabbatini, lancia la sfida al Lucerna. Con un paio di correzioni da applicare rispetto alla partita di Conference League
© Regiopress, All rights reserved