laRegione
da-portiere-della-birmania-a-rifugiato-in-giappone
'Se tornassi in Birmania la mia vita sarebbe in pericolo' (Keystone)
13.08.21 - 10:310
Aggiornamento : 19:04

Da portiere della Birmania a rifugiato in Giappone

Pyae Lyan Aung riceverà asilo politico. In maggio aveva salutato col simbolo di resistenza militare al golpe nel suo Paese

a cura de laRegione

Il Giappone concederà asilo a un portiere della nazionale di calcio birmana. L'uomo si è rifiutato di tornare nel suo Paese, a giugno, temendo rappresaglie per aver espresso la sua opposizione al golpe del primo febbraio. Il Governo nipponico ha deciso di accettare la sua richiesta di asilo e di concedergli lo status di rifugiato, secondo quanto riferito da diversi media giapponesi che citano fonti vicine alla vicenda.

Nel maggio scorso Pyae Lyan Aung aveva fatto il saluto con le tre dita, simbolo di resistenza al golpe militare in Birmania, poco prima di una partita di qualificazione per la Coppa del mondo 2022. «Se tornassi in Birmania la mia vita sarebbe in pericolo. Ho deciso di rimanere in Giappone», spiega il giocatore.

Il Giappone accetta solo una piccola parte delle richieste di asilo che riceve e le procedure possono richiedere anni. Ma Tokyo ha deciso da qualche mese di estendere i permessi di soggiorno dei cittadini birmani in Giappone che lo desiderano, come misura di emergenza di fronte al golpe.

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Tennis
6 ore
Niente impresa per Henri Laaksonen, battuto da Medvedev
Il russo, numero 2 al mondo, mette fine ai sogni di gloria dello sciaffusano agli Australian Open. Eliminate anche Vögele e Golubic
Tennis
8 ore
‘Djokovic era sereno, gli australiani un po’ meno’
Tristan Schoolkate, sparring partner di Nole durante il suo breve soggiorno australiano, racconta a laRegione l’incontro con il campione serbo
Gallery
Calcio
16 ore
Petkovic, dall’altare di Bucarest alla polvere della Gironda
Il pesante 6-0 rimediato a Rennes pone l’ex ct della Svizzera a serio rischio esonero. Il suo Bordeaux è penultimo con la peggior differenza reti
CALCIO
16 ore
Per la Fifa, Lewandowski è il giocatore dell’anno
Il polacco del Bayern Monaco premiato con il ‘Best Player’. Ha preceduto Leo Messi e Mohamed Salah. Tra le donne vittoria di Alexia Putellas (Barcellona)
Sci
19 ore
Beat Feuz di nuovo papà: è nata Luisa
Con un tempismo perfetto, la secondogenita dello sciatore rossocrociato è venuta al mondo dopo le gare di Wengen e prima di quelle di Kitzbühel
CALCIO
19 ore
Inghilterra e Kosovo per le amichevoli di marzo
Reso noto il programma 2022 della Nazionale svizzera. Nel mese di giugno quattro partite di Nations League in dieci giorni. E in novembre i Mondiali
HOCKEY
20 ore
‘Playoff lontani, ma provarci rimane un dovere’
Santeri Alatalo e il difficile momento del Lugano: ‘Le ultime sconfitte ci sono costate molto sul piano emotivo, ma abbiamo i mezzi per riprenderci’
Altri sport
21 ore
Pechino 2022, il comitato annulla la vendita dei biglietti
Alle Olimpiadi invernali solo gli invitati potranno seguire le gare e le prove. La misura come parte della stretta sui controlli contro il Covid e Omicron
Tennis
22 ore
A Melbourne Bencic parte bene e assicura: ‘Sto sempre meglio’
La 24enne sangallese, colpita dal coronavirus prima di Natale, nel primo turno ha superato in due set la francese Mladenovic. Avanti anche Jil Teichmann.
Tennis
23 ore
Djokovic, atto finale: è arrivato a Belgrado
Dopo lo scalo nella notte, il tennista serbo è rientrato nella capitale serba accolto da numerosi sostenitori
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile