laRegione
da-portiere-della-birmania-a-rifugiato-in-giappone
'Se tornassi in Birmania la mia vita sarebbe in pericolo' (Keystone)
13.08.21 - 10:31
Aggiornamento : 19:04

Da portiere della Birmania a rifugiato in Giappone

Pyae Lyan Aung riceverà asilo politico. In maggio aveva salutato col simbolo di resistenza militare al golpe nel suo Paese

Il Giappone concederà asilo a un portiere della nazionale di calcio birmana. L'uomo si è rifiutato di tornare nel suo Paese, a giugno, temendo rappresaglie per aver espresso la sua opposizione al golpe del primo febbraio. Il Governo nipponico ha deciso di accettare la sua richiesta di asilo e di concedergli lo status di rifugiato, secondo quanto riferito da diversi media giapponesi che citano fonti vicine alla vicenda.

Nel maggio scorso Pyae Lyan Aung aveva fatto il saluto con le tre dita, simbolo di resistenza al golpe militare in Birmania, poco prima di una partita di qualificazione per la Coppa del mondo 2022. «Se tornassi in Birmania la mia vita sarebbe in pericolo. Ho deciso di rimanere in Giappone», spiega il giocatore.

Il Giappone accetta solo una piccola parte delle richieste di asilo che riceve e le procedure possono richiedere anni. Ma Tokyo ha deciso da qualche mese di estendere i permessi di soggiorno dei cittadini birmani in Giappone che lo desiderano, come misura di emergenza di fronte al golpe.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
birmania calcio giappone pyae lyan aung

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
ATLETICA
1 ora
Anche i 200 metri respingono Sha’Carri Richardson
Ai trials statunitensi la 22enne sprinter dopo aver fallito nei 100 (i batteria) è stata eliminata in semifinale anche sulla distanza doppia
CORSA D'ORIENTAMENTO
4 ore
Staffetta amara per la Svizzera ai Mondiali in Danimarca
Un clamoroso errore di Joy Hadorn in seconda frazione impedisce agli elvetici di salire sul podio e li costringe a un amaro quarto posto. Oro alla Svezia
CICLISMO
5 ore
Robin Froidevaux e Caroline Baur nuovi campioni svizzeri
A Steinmaur il vodese ha preceduto Reichenbach, Stüssi e Schmid. In campo femminile, argento per la ticinese Linda Zanetti nelle U23
BOXE
1 gior
Il giorno che Mike sbranò le orecchie a Holyfield
25 anni fa su un ring del Nevada Mike Tyson si rese protagonista di un episodio davvero clamoroso
atletica
2 gior
Us Ascona protagonista nella prima giornata degli Svizzeri
Oro di Gian Vetterli nel lancio del disco, argento di Ajla Del Ponte sui 100 m, bronzo di Emma Piffaretti nel lungo. Mujinga Kambundji da record
nuoto
2 gior
Noè Ponti chiude ottavo nella finale dei 100 delfino
Vince Kristof Milak, mentre Noè crolla nel finale ed è ultimo
CALCIO
2 gior
‘A Lugano per ultimare il mio apprendistato’
Lukas Mai, nuovo difensore centrale dei bianconeri, chiamato a sostituire Maric: ‘La dirigenza mi ha fatto capire di essere davvero interessata a me’
TENNIS
2 gior
A Wimbledon Wawrinka pesca l’italiano Sinner
Subito un pezzo grosso per il vodese, presente a Londra grazie a una wild card. In campo femminile, Golubic contro Petkovic, Bencic contro Wang
NUOTO
2 gior
Sasha Touretski eliminata, resta solo Noè Ponti
La ginevrina non ha superato le batterie dei 50 stile libero e ha chiuso con il 21° tempo. Il ticinese ultimo svizzero ancora impegnato ai Mondiali
CALCIO
3 gior
Roman Hangarter e Mijat Maric, nuovi acquisti del Team Ticino
Lo zurighese prenderà il posto di Immersi quale responsabile tecnico, mentre l’ex difensore bianconero rivestirà il ruolo di talent manager
© Regiopress, All rights reserved