laRegione
Venezia
1
Fiorentina
0
1. tempo
(1-0)
Venezia
1
Fiorentina
0
1. tempo
(1-0)
fragile-e-spuntato-esordio-amaro-per-il-lugano-di-braga
+9
Calcio
25.07.21 - 16:050
Aggiornamento : 20:47

Fragile e spuntato, esordio amaro per il Lugano di Braga

A Cornaredo nella prima uscita della nuova Super League i bianconeri pagano le disattenzioni e la leggerezza offensiva e s'inchinano 2-0 allo Zurigo

Non è decisamente iniziata con il piede giusto l'avventura di Abel Braga sulla panchina del Lugano. Nella prima uscita stagionale di Super League i ticinesi sono infatti stati sconfitti 2-0 da uno Zurigo tutt'altro che irresistibile ma cinico nello sfruttare le debolezze dei bianconeri, tanto in fase difensiva (reparto arretrato di casa sorpreso sia in occasione del gol dell'ex Guerrero, sia sull'azione che ha portato al rigore del 2-0 trasformato da Marchesano) quanto in quella offensiva, con il buon possesso palla messo in mostra nel primo tempo da Sabbatini e compagni che non è stato concretizzato. E così i tre punti se li sono portati a casa gli uomini di Breitenberger, mentre al Lugano sono rimastati solo tanti dubbi e la sensazione che davanti a loro Braga, i suoi giocatori e pure i dirigenti bianconeri hanno una montagna bella alta da scalare.

Primo tempo: Hajrizi fatica e gli ex pungono

Per la sua prima uscita ufficiale sulla panchina bianconera Braga ha dato fiducia all’undici iniziale schierato una settimana prima contro l’Inter nell’ultimo test precampionato, quindi con i Hajrizi, Daprelà e Ziegler davanti a Baumann, fiancheggiati da Lavanchy a destra e Facchinetti a sinistra. Davanti all’ormai collaudato centrocampo formato da Custodio, Sabbatini e Lovric, Bottani in supporto dell’unica punta, il 18enne Nikolas Muci.

I padroni di casa hanno immediatamente preso in mano le redini dell’incontro facendo valere le loro abilità nel palleggio, che hanno portato a una conclusione di Lovric dal limite (dopo bel uno-due con Bottani) e a una girata di Muci in area, entrambe bloccate da Brecher. Pericolosissimo al 16’ l’ex luganese Ceesay, che dopo aver agganciato in area d’esterno sinistro ha mandato il pallone a sfiorare il palo alla destra di un Baumann battuto. Montante (l’altro però) che pochi minuti dopo ha invece spinto in rete il preciso sinistro incrociato di un altro ex bianconero, il laterale sinistro Guerrero, troppo libero (in ritardo la coppia Hajrizi-Lavanchy) di prendere la mira e colpire. Dopo qualche minuto per assorbire il colpo, il Lugano ha ripreso a produrre gioco e in seguito a un contropiede non sfruttato da Muci è stato Bottani a inventare in collaborazione con Lavanchy l’assist per il colpo di testa di Lovric, anche in questo caso intercettato dall’estremo difensore ospite. La seconda doccia fredda della giornata è arrivata in chiusura di primo tempo, quando Ceesay si è letteralmente mangiato Hajrizi in velocità con quest’ultimo che in scivolata ha atterrato in area l’attaccante gambiano. Dal dischetto Marchesano ha spiazzato Baumann realizzando il suo sesto gol in carriera al Lugano (il terzo nelle ultime due partite).

Secondo tempo: bianconeri senza idee, gli ospiti controllano

A inizio ripresa Braga ha provato a ridare vigore al suo attacco inserendo Abubakar per Muci ma il Lugano non è inizialmente riuscito ad andare oltre a un tentativo di Lavanchy spentosi sull'esterno della rete avversaria. Attorno all’ora di gioco il tecnico brasiliano si è così giocato anche la carta Demba Ba (al posto di Custodio), ma è solo nell'ultimo quarto d'ora che Sabbatini e compagni – fino a quel momento apparsi spenti e sfiduciati e spaventati ancora da Ceesay in contropiede – sono tornati a farsi pericolosi dalle parti del portiere avversario, dapprima con un colpo di testa spalle alla porta di Ba e poi con un palo pieno colpito da Bottani, sempre con la decisiva deviazione del portiere Brecher. Il forcing finale dei padroni di casa non ha poi più prodotto occasioni e così gli ospiti con il minimo sforzo si sono portati a casa i primi tre punti della stagione.

Lugano - Zurigo (0-2) 0-2

Reti: 20’ Guerrero 0-1. 45’ Marchesano (rigore) 0-2.

Lugano: Baumann; Lavanchy, Hajrizi (72' Monzialo), Daprelà, Ziegler, Facchinetti; Custodio (61’ Ba), Sabbatini (76' Guidotti), Lovric (72' Covilo); Bottani; Muci (46’ Abubakar)

Zurigo: Brecher; Omeragic, Kryeziu, Aliti; Rohner (56’ Boranijasevic), Doumbia, Krasniqi (56’ Hornschuh), Guerrero; Marchesano (84' Gnonto); Ceesay (73' Pollero), Kramer

Arbitro: Horisberger

Note: 2’120 spettatori. Lugano senza Osigwe, Baldé, Macek, A. Muci (infortunati); Zurigo privo di Dzemaili, Khelifi, Koide, Tosin (infortunati). Ammoniti: 44’ Hajrizi. 65' Ceesay. 79' Monzialo e Kryeziu.

CALCIO: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 13 immagini
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CALCIO
8 min
Primo gol in Turchia per Mario Gavranovic
Il ticinese protagonista di una bella prova (ha fornito anche due assist), nonostante la sconfitta 6-3 del suo Kayserispor ad Alanyaspor
Tennis
1 ora
Di male in meglio: la stagione ‘folle’ di Rémy Bertola
Il ticinese di 23 anni racconta il suo anno a più facce: una prima parte ‘tutta storta’, la ripresa, la classifica più alta mai raggiunta, l’infortunio
Hockey
3 ore
‘Ora sì che mi sento nuovamente parte del gruppo’
Un gol e un assist nel weekend del ‘comeback’ in National League dopo un anno di stop. D’Agostini: ‘È stata lunga, ma il peggio è dietro di me’
Hockey
5 ore
È Lauri Korpikoski il quinto straniero del Bienne
Il 35enne attaccante finlandese, che nel 2019 aveva vinto il titolo con i Lions, giocherà con i Seeländer fino al termine della stagione
Corsa d’orientamento
8 ore
Nel Mendrisiotto conferme e sorprese
A Rovio Noemy Cerny batte la nazionale Elena Pezzati, che però si rifà nello sprint. Tobia Pezzati firma invece la doppietta in campo maschile
Bouldering
10 ore
Ha iniziato ad arrampicare per gioco, ora sogna le Olimpiadi
Incontro con Davide Torroni, quattordicenne di Gordola campione svizzero U14 e U16: ‘Prediligo corda e boulder, perché le vie sono sempre diverse’
Calcio
23 ore
In Olanda cede una tribuna: ‘Sono senza parole’
A Nijmegen crolla parte della struttura mentre i tifosi ospiti festeggiano il successo del Vitesse Arnhem sul Nec. Il sindaco: ‘Subito un’indagine’
CICLISMO
23 ore
In Italia esce il film su Pantani. ‘La gente capirà chi era’
Parla Tonina, la madre del ciclista trovato morto 17 anni fa in un residence di Rimini. ‘Rabbia? Le promesse non mantenute. Promesse, solo promesse’
VOLLEY
1 gior
Il Lugano ci prova, ma a far festa è lo Cheseaux
Se prive della forte attaccante argentina Camila Hiruela, le ragazze di Salomoni sfiorano il successo dopo un’entrata in materia difficoltosa
MOTOCICLISMO
1 gior
Supersport, il nuovo campione è Dominique Aegerter
Con due gare d’anticipo, in Argentina il bernese mette le mani sul titolo. È il secondo pilota elvetico a riuscirci, dopo Randy Krummenacher nel 2019
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile