laRegione
Svizzera
1
Turchia
0
1. tempo
(1-0)
Italia
0
Galles
0
1. tempo
(0-0)
BRENGLE M. (USA)
0
GOLUBIC V. (SUI)
0
1 set
(4-1)
Svizzera
1
Turchia
0
1. tempo
(1-0)
Italia
0
Galles
0
1. tempo
(0-0)
BRENGLE M. (USA)
0
GOLUBIC V. (SUI)
0
1 set
(4-1)
nasce-la-super-lega-delle-dodici-societa-ribelli
Calcio
19.04.21 - 08:310
Aggiornamento : 27.04.21 - 17:27

Nasce la Super Lega delle dodici società ribelli

La fronda comprende Manchester United, City, Arsenal, Liverpool, Tottenham, Chelsea, Real Madrid, Barcellona, Atletico Madrid. Juve, Inter e Milan.

Una notte di ordinaria follia, quella scorsa, per ribaltare il calcio in nome del business che ha assunto proporzioni talmente devastanti da fare perdere il controllo. Mentre l’Uefa è a Montreux per approvare la nuova Champions a 36 squadre a partire dalla stagione 2024-25. Dodici tra le principali società del mondo del pallone, tra le quali Juve, Inter e Milan, annunciano di aver fondato la Super Lega. Mentre il governo del calcio europeo lavorava a un progetto innovativo che rilanciasse e ampliasse - la vecchia Champions - una fronda avida e ricca tramava per tessere una trama alternativa, una Lega indipendente di prescelti, ovviamente facoltosi. Soldi, subito e sempre di più: per onorare stipendi faraonici e spese folli che hanno fatto saltare in aria i bilanci. Da reperire da fondi internazionali e diritti televisivi. Uefa e Fifa si sono per una volta coalizzate opponendosi a un torneo parallelo che rischia di tramortire campionati, coppe nazionali, coppe europee, forse anche le competizioni nazionali, non fosse altro che per l’intasamento di un calendario che di date libere non ne ha poi così tante, anche pensando ai turni infrasettimanali. Sono già state annunciate azioni legali, una causa per complessivi 50 o 60 miliardi di euro, esclusioni clamorose dalle competizioni per i club ribelli. Anche dai campionati nazionali, organizzate da federazioni nazionali che operano sotto l'egida dell’Uefa.

Dodici le big fimatarie

Dodici i club firmatari. Sei inglesi: Manchester United, City, Arsenal, Liverpool, Tottenham, Chelsea. Tre spagnoli: Real Madrid, Barcellona, Atletico Madrid. E tre italiani: Juve, Inter e Milan. Si è invece opposto il Bayern Monaco, mentre ancora non ha aderito il Psg, che però la nuova struttura pensa di convincere, al pari del Borussia Dortmund L’organizzazione - che fa capo al rieletto presidente del Real Madrid Florentino Peres e a fondi arabi e statunitensi - vuole diventare un torneo a 20 club, con 15 società fondatrici e altre 5 “invitate” secondo criteri non ancora resi noti.

Anche perché, come si evince dal comunicato della Juventus di Andrea Agnelli (non a caso dimessosi dall’Esecutivo dell’Uefa di cui faceva parte), una delle principali menti alla base del progetto, “i club fondatori continueranno a partecipare alle rispettive competizioni nazionali e, fino all’avvio effettivo della Super League”, ammesso che venga loro concesso di farlo (ma come?); (...) faranno inoltre tutto quanto possibile per realizzare il progetto nel più breve tempo possibile. Tuttavia, la società non può al momento assicurare che il progetto sarà effettivamente realizzato né prevedere in modo preciso la relativa tempistica”. Insomma, la Super Lega è nata, ma quale vita avrà? A partire da quale stagione?

L'Uefa annuncia sanzioni ed esclusioni

Intanto, la reazione dell’Uefa è molto dura: ai ribelli viene ricordato che “chi partecipa è fuori da tutto”, campionati, coppe, nazionali. Anche i giocatori. Lo scenario ipotetico è un Europeo senza molti big, una Premier senza Liverpool e Manchester United, una serie A senza Juventus Milan e Inter. Atteso anche l’intervento dei governi. Il premier inglese Johnson ha già detto la sua: “Fermi tutti, sarebbe dannoso per il calcio”.

 

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Ciclismo
21 min
Le strade di Knutwil incoronano Dillier e Reusser
Secondo titolo svizzero per il bernese e l'argoviese nella gara che segna l'addio alle competizioni di Mathias Frank
Tennis
1 ora
Berlino, l'outsider russa non dà scampo a Belinda
La sangallese, numero dodici della Wta, si arrende in finale alla sorprendente Liudmila Samsonova, ventiduenne uscita dalle qualificazioni
EURO 2020
1 ora
Budapest sotto inchiesta per casi di intolleranza
L'Uefa ha aperto un'indagine per uno striscione omofobo e grida di scimmia nelle due partite disputate in casa dall'Ungheria
Formula 1
1 ora
Finale infuocato, in Francia Hamilton è battuto
Domenica in rimonta per Verstappen, bruciato subito al via dal campione del mondo. La vendetta olandese, però, arriva al penultimo giro
EURO 2020
3 ore
Allianz Arena, un arcobaleno di solidarietà
Il sindaco di Monaco chiederà all'Uefa di poter illuminare lo stadio, in occasione della partita con l'Ungheria, con i colori della comunità Lgbt
Motociclismo
4 ore
Riecco Marquez, per la 12esima volta re del Sachsenring
Solo diciannovesimo, nella Moto 2, Tom Lüthi, al termine di una gara caratterizzata da diverse cadute
Tennis
5 ore
Niente Wimblendon per il canadese Milos Raonic
Si allunga la sita delle assenze illustri sull'erba londinese. Dopo Nadal, è il turno del canadese numero 18 l mondo
Euro 2020
19 ore
La Spagna non sfonda, solo 1-1 contro la Polonia
Seconda partita e secondo pareggio per la squadra di Luis Enrique. Nel gruppo E comanda la Svezia con 4 punti, davanti alla Slovacchia (3)
Euro 2020
22 ore
La Germania doma il Portogallo
La 'Mannschaft' di Löw si impone 4-2 e conquista i primi tre punti della sua avventura europea
Euro 2020
1 gior
L'Ungheria ferma la Francia
Griezmann risponde a Fiola e alla Puskas Arena finisce 1-1. I 'bleus' salgono a quota 4 punti
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile