laRegione
CALCIO
30.03.21 - 16:13
Aggiornamento: 19:38

La fascia da capitano di Ronaldo in aiuto a un bambino

Gettata a terra durante la partita Serbia-Portogallo è stata raccolta e messa all'asta per sostenere le cure di un ragazzo colpito da atrofia muscolare spinale

la-fascia-da-capitano-di-ronaldo-in-aiuto-a-un-bambino

Un gesto di rabbia e frustrazione servirà a una buona causa? La fascia da capitano che Cristiano Ronaldo ha gettato in campo a Belgrado durante la qualificazione per la Coppa del Mondo 2022 contro la Serbia, è stata messa all'asta per aiutare un bambino malato. Uno degli steward della partita di sabato ha raccolto la fascia che la stella portoghese aveva appena gettato a terra dopo che gli era stato negato un gol valido e ha immediatamente contattato un canale sportivo regionale con l'idea di metterla all'asta.

L'uomo ha detto all'Afp, chiedendo fosse mantenuto l'anonimato, che voleva aiutare un bambino di sei mesi con atrofia muscolare spinale e contribuire a finanziare il trattamento per la rara malattia. «Lui (Ronaldo) ha gettato la fascia a tre metri da me e ci è venuta subito l'idea che l'incanto sarebbe potuta essere una buona opportunità. A fine partita nessuno ha cercato di riprendersi la fascia.Ho capito che se avessimo attirato l'attenzione, sarebbe stato un bene» per il piccolo Gavrilo Djurdjevic.

«Il canale sportivo Sport Klub ha organizzato la vendita dopo aver verificato l'autenticità della fascia con l'ausilio di foto e video della partita», ha detto all'Afp Branislav Jocic, responsabile dei social media dell'emittente televisiva.

Il canale ha contattato un ente di beneficenza per mettere in vendita la fascia del capitano portoghese sul sito d'aste Limundo.com. «Spero che si possa raggiungere Ronaldo stesso per aiutare il più possibile Gavrilo», ha aggiunto Jocic.

L'atrofia muscolare spinale è una malattia neuromuscolare che colpisce circa un neonato su 100'000. Senza trattamento, i muscoli si indeboliscono, con una progressione graduale fino alla paralisi o alla morte, spesso prima del secondo compleanno. Il costo del trattamento è stimato in più di due milioni di euro.

Poche ore dopo essere stato messo all'asta, il bracciale aveva raggiunto la somma di 350.000 dinari (circa 3.300 franchi), mentre il sito invitava anche le persone ad aiutare il bambino donando direttamente in beneficenza.

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
8 ore
‘Tifosi granata, stateci sempre vicini’
A due giorni dalla ripresa del campionato cadetto, il nuovo coach dell’Acb Stefano Maccoppi fa il punto della situazione e presenta tre nuovi arrivi
MOUNTAIN BIKE
22 ore
Nel 2023 per Filippo Colombo soffia un vento di novità
Il biker ticinese ha cambiato squadra (è passato alla Scott) e con la Q36.5 vuole intensificare l’attività su strada. ‘Ma punto a Cdm e Mondiali di mtb’
hockey
23 ore
Anche un po’ di Ticino alla finale di Champions League
Il linesman Eric Cattaneo selezionato per arbitrare Luleå-Tappara Tampere il prossimo 18 febbraio. Con lui Stolc e due tedeschi
Basket
1 gior
Ufficiale, Sefolosha a Vevey
Il primo svizzero ad aver giocato nella Nba torna a 38 anni nel club con cui aveva esordito
tennis
1 gior
Australian Open, continua la marcia di Aryna Sabalenka
La bielorussa accede alla finale di Melbourne dopo aver eliminato in due set 7-6 6-2 la polacca Magda Linette. Ora affronterà la kazaka Rybakina
Tennis
1 gior
Elena Rybakina prima finalista degli Australian Open
La kazaka ha eliminato in due set (7-6, 6-3) la bielorussa Viktoria Azarenka
Calcio
1 gior
Abramovich, Todd Boehly e il calciomercato del Chelsea
Il nuovo padrone dei Blues, dopo aver fatto piazza pulita dello staff, ha adottato un’innovativa e azzardata politica di ingaggio dei giocatori
COSE DELL'ALTRO MONDO
1 gior
Il sogno prosegue, Mr. Irrelevant non si vuole più svegliare
Brock Purdy ha vinto l’undicesima partita consecutiva, portando San Francisco alla finale della Nfc. A Kansas City brividi per l’infortunio a Pat Mahomes
Sci
1 gior
A Schladming arriva il gran giorno di Loïc Meillard
Il 26enne di Hérémence conquista infine il primo trionfo in gigante, lasciandosi alle spalle il grigionese Gino Caviezel in un mercoledì da incorniciare
SPORT
1 gior
Discriminazione nello sport, Berna scende in campo
Etica e competizione, il Consiglio federale vara un pacchetto di misure volte a rafforzare, in particolare, la protezione dei giovani atleti
© Regiopress, All rights reserved