laRegione
Calcio
21.10.18 - 18:000

Eccola, la reazione del Lugano

Alla seconda uscita di Celestini in panchina i bianconeri dominano contro il San Gallo e ritrovano grazie ai gol di Bottani e Junior (doppietta) una vittoria che mancava da quattro partite

Ci si aspettava una reazione dal Lugano di Celestini dopo la prima deludente uscita in quel di Zurigo (sconfitta 2-1 con il Grasshopper) prima della pausa per le nazionali e puntualmente la risposta è arrivata con un 2-0 sul San Gallo firmato Bottani e Junior, al termine di un match dominato dai padroni di casa, che hanno così interrotto un digiuno di vittorie che durava da quattro partite.

Per la sua seconda uscita sulla panchina bianconera il tecnico vodese ha abbandonato la difesa a tre schierata a Zurigo contro il Grasshopper e (anche a causa delle diverse assenze, in particolare quelle degli squalificati Sabbatini e Yao) ha optato per una retroguardia a quattro con i rientranti Maric e Mihajlovic, mentre a metà campo assieme a Vécsei ha schierato Abedini e Brlek, fino a quel momento utilizzati con il contagocce. Davanti, Mattia Bottani (capitano in assenza di Sababtini) ha iniziato alle spalle di Junior e Gerndt, mentre da notare l’assenza di Daprelà, disponibile ma lasciato precauzionalmente in panchina dal tecnico visto il momento particolare che il difensore sta attraversando (a causa del “caso” Itten) e visto l’avversario di giornata.

Al 15’, dopo un paio di conclusioni avversarie controllate da Da Costa, la prima sortita offensiva dei padroni di casa, con la conclusione a botta sicura di Junior fermata dalla schiena di Bakayoko. La seconda, cinque minuti più tardi, è stata subito quella buona: rinvio preciso di Da Costa, torre di testa di Junior, sponda di Gerndt e inserimento di Bottani, che è andato a battere Stojanovic con un preciso destro incrociato. Quattro minuti e la scena si è ripetuta, con il numero dieci a scappare via sulla destra ma che questa volta al posto di tirare ha messo in mezzo per il compagno brasiliano, il quale ha anticipato l’estremo difensore avversario firmando il doppio vantaggio. Un margine che i bianconeri hanno portato fino alla pausa, anche grazie anche agli interventi di un sicuro Da Costa (in particolare) su Buess.

Durante la pausa Zeidler ha provato a svegliare i suoi operando due sostituzioni (dentro Barnetta e Kräuchi), ma la mossa non ha portato i frutti sperati, anche perché Maric (fondamentale il suo recupero) e compagni hanno continuato a difendersi con ordine. Al 66’ l’occasione per chiudere la partita in contropiede, ma Gerndt ha dosato male il passaggio per mettere Bottani solo davanti all’estremo difensore avversario. Poco male, perché gli uomini di Celestini hanno controllato i restanti minuti senza particolari problemi abbellendo ulteriormente il risultato al 90’ ancora con Junior, prima dell'inutile 3-1 di Buess nei minuti di recupero.

Tags
junior
bottani
minuti
reazione
lugano
costa
pausa
difensore
avversario
gerndt
TOP NEWS Sport
© Regiopress, All rights reserved