laRegione
VAN Canucks
2
MIN Wild
3
fine
(0-1 : 1-1 : 1-1)
ANA Ducks
3
WIN Jets
4
fine
(0-0 : 1-1 : 2-3)
Seattle Kraken
5
MON Canadiens
1
fine
(2-1 : 2-0 : 1-0)
VAN Canucks
2
MIN Wild
3
fine
(0-1 : 1-1 : 1-1)
ANA Ducks
3
WIN Jets
4
fine
(0-0 : 1-1 : 2-3)
Seattle Kraken
5
MON Canadiens
1
fine
(2-1 : 2-0 : 1-0)
mauro-cavalli-ma-questa-sarebbe-giustizia
Calcio regionale
13.10.21 - 13:200
Aggiornamento : 17.10.21 - 17:40

Mauro Cavalli: ‘Ma questa sarebbe giustizia?’

Il presidente dell’Fc Locarno reagisce con fermezza alle sanzioni che hanno colpito il suo club e quattro giocatori

La Federazione ticinese di calcio (Ftc) ha deciso di evitare commenti circa le squalifiche che hanno colpito le società e i giocatori coinvolti nella rissa dello scorso 18 settembre durante Semine-Locarno di Terza Lega, limitandosi a ricordare che si tratta di decisioni soggette alla possibilità che club e calciatori coinvolti facciano ricorso. Si tratta di sanzioni, filtra però dalla Ftc, in linea con quelle che sono state affibbiate in precedenti casi recenti di violenza intollerabile. In questo caso, inoltre, c’è l’aggravante della rissa, come evocato nel rapporto dell’avvocato Andrea Rotanzi, la cui inchiesta – è stato ribadito – è la base sulla quale sono state prese le decisioni.

Chi invece non si è risparmiato, in quanto a reazioni e prese di posizione, è il presidente dell’Fc Locarno Mauro Cavalli, la cui società è risultata – sanzioni alla mano – quella più colpita (tre calciatori squalificati, 1’000 franchi di multa e 3 punti di penalizzazione al club, “azzeramento” della partita di Semine). Il numero uno delle bianche casacche si è scagliato contro la responsabilità oggettiva imputata alla sua società e contro la Ftc stessa. «Ho preso atto della sanzione pesantissima nei confronti della mia società – ha commentato –. La ritengo però troppo pesante, specialmente per quanto riguarda le implicazioni del club. Non riesco a capire dove vadano a prendere le responsabilità oggettive cui fanno riferimento. A questa stregua la responsabilità oggettiva ce l’ha anche la mamma che ha partorito il giocatore e la stessa Ftc che finora non ha fatto nulla per prevenire questo tipo di situazioni sul campo di gara. Tutti hanno delle responsabilità, ma mi sembra che in questo frangente la federazione faccia un po’ come Ponzio Pilato. Inoltre, mi spiace aver appreso la notizia delle sanzioni dai giornali, ancor prima di ricevere l’email dalla federazione. Anche questo lo ritengo indice di scarsa serietà. Probabilmente diranno che la fuga di notizie è colpa del Locarno. Va bene – aggiunge con una punta di sarcasmo –, mi assumo la responsabilità anche di questo: è colpa del Locarno se la notizia è trapelata prima della comunicazione ufficiale».

‘Motivazioni scandalose’

«Desidero dare la mia vicinanza ai giocatori che, pur avendo sbagliato – va detto – non meritavano una sanzione di 5 anni, rispettivamente 2 anni, rispettivamente 18 mesi. È un provvedimento pesante. Al quale se ne aggiunge uno finanziario anch’esso molto pesante. Mi chiedo se questa sia giustizia, ma ho già la risposta: in ambito civile e penale abbiamo una giustizia chiara nelle sanzioni, mentre in ambito sportivo la giustizia è traballante».

Duro, poi, l’attacco ai responsabili della Ftc. «Sono persone brillantissime che hanno menzionato motivazioni che sono scandalose, al di là dei fatti che, lo ripeto, condanno. Condanno però anche un modo di agire che è un insulto all’intelligenza umana. Non tollero che mi si dica che il presidente ha minimizzato l’accaduto. Avevo parlato di “scaramuccia”, un termine che Machiavelli usava per riferirsi ad ambiti legati alla guerra. Per i signori della Federazione usare il termine “scaramuccia” significa minimizzare un po’ i contenuti di una rissa? Tra l’altro, a me risulta che dal punto di vista penale quello che è accaduto non sia una rissa perché non ci sono state lesioni. Ma ripeto, non condanno quanto è stato deciso, tuttavia ritengo che certa gente debba soppesare meglio le parole. Sto valutando il modo migliore di procedere. Secondo me il Locarno con il suo comportamento ha fatto cattiva pubblicità al gioco del calcio in Ticino. Tuttavia a mio giudizio la federazione con il suo comportamento ha fatto altrettanto, e merita delle sanzioni. Valuterò in quale modo agire affinché anche il controllore sia sanzionato. Chi controlla il controllore? Una domanda che in Ticino resta sempre senza risposta».

E circa l’eventualità di un ricorso, come procederà? «Siamo un club democratico, decideremo sul da farsi dopo esserci consultati. Mi sono già rivolto a un paio di legali per avere un parere circa i pro e i contro di un’eventuale opposizione. Nella mia vita di tutti i giorni non ho mai avuto bisogno di un avvocato. Ora devo prenderne uno per due ragazzi che si scazzottano su un campo di calcio? Non lo so. Dovessi averne bisogno lo prenderò. Ma se lo faccio sarà per fare male a chi mi ha causato questa grande rottura di scatole e questo danno di immagine a livello personale e societario».

Finito il boicotto degli arbitri, il Locarno deve recuperare le partite che sono state rinviate proprio per l’assenza di un direttore di gara. «Altra genialata: si lamenta il Milan, quando deve disputare un turno infrasettimanale, cosa dobbiamo fare noi? Siamo dilettanti, dovremo sorbirci due incontri alla settimana in un periodo complicato anche per il freddo. È una decisione che penalizza, anche questa. Anzi, ci ha già penalizzato: faremo meno introiti perché giocheremo a orari difficili, per gli spettatori. E che dire dello stress fisico al quale sono sottoposti i giocatori, con il rischio di infortuni?».

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Gallery
Calcio
2 ore
Spycher assicura: ‘Niente cali di tensione da parte dell’Yb’
Impegnato su tre fronti, lo Young Boys è ospite domani sera del Lugano per la Coppa. Il diesse giallonero: ‘Questo torneo permette di vincere un titolo’
Hockey
7 ore
L’Ambrì ritrova i tre punti. ‘E la grinta che era mancata’
Trascinati da Bürgler, i biancoblù tornano a sorridere a spese del Langnau. ’Quando segni ti festeggiano, ma io sono felice per Johnny e André’
Hockey
7 ore
‘Questa boccata d’ossigeno ci voleva proprio’
Calvin Thürkauf torna sul successo (in scioltezza) del Lugano alla Cornèr Arena a spese dell’Ajoie
Hockey
9 ore
Contro l’Ajoie, i bianconeri calano il poker
Senza strafare, il Lugano mette sotto i giurassiani: alla Cornèr Arena finisce 4-1
Hockey
9 ore
Ambrì, una settimana dopo riecco i tre punti
Reduci dalle sconfitte contro Zurigo e Friborgo, i biancoblù ritrovano il successo al termine di una serata convincente, trascinati dalla linea di Bürgler
Calcio femminile
10 ore
Rossocrociate a punteggio pieno
La Svizzera ha battuto 5-0 la Croazia, ultima della classe, e mantenuto la testa del gruppo G a pari merito con l’Italia
TIRI LIBERI
13 ore
La linea verde del Lugano, l’amalgama della Sam
Ulteriori considerazioni in merito a un derby che sabato ha detto una cosa importante: il potenziale di pubblico c’è, bisogna fidelizzarlo
Gallery
Calcio
16 ore
Beatrice Girelli team manager dell’Fc Lugano
Marco Padalino assumerà il ruolo di scout (a tutti i livelli di età) per la Svizzera, Cao Ortelli confermato assistente allenatore di Mattia Croci Torti
INLINE
19 ore
Gli juniores del Sayaluca raggiungono la finale
Dopo aver vinto ad Avanches, i ticinesi si impongono anche al Palamondo di Cadempino. Sabato gara 1 in trasferta contro il Rossemaison
NUOTO
20 ore
Il Meeting della Turrita ancora in mani italiane
Miglior squadra (Team Legnano) e miglior atleta (Ilaria Scarcella). Benjamin Pfeiffer (100 dorso) ha migliorato il record ticinese di Noé Ponti
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile