laRegione
INLINE
14.09.22 - 17:23

Al Sayaluca, di misura, il derby con il Mancantone

I ragazzi di coach Bay sono però stati sconfitti in trasferta dal Rossemaison, mentre quelli di Schuler hanno superato Buix e Ajoie

di Simon Majek
al-sayaluca-di-misura-il-derby-con-il-mancantone
Derby sotto la pioggia battente

Sotto la pioggia battente di un martedì sera di autunno, il Sayaluca ha espugnato di misura la Shark Arena di Cassina d’Agno, contro un Malcantone agguerrito a cui è mancato quel necessario cinismo sotto porta. Avanti per 1-0, grazie alla rete del capitano Ronny Hurni, il Malcantone ha subito il ritorno di fuoco del Sayaluca, che nel secondo tempo ha dominato l’incontro, pattinando decisamente di più dei padroni di casa e andando in rete 3 volte, rispettivamente con Santoro, Crivelli e Meli. Gli uomini di Kevin Schuler non si sono persi d’animo riportandosi a -1 in seguito all’incursione spettacolare di Yannick Ruspini. L’ex di turno, Cristian Didier, ha riportato a +2 il Sayaluca, prima che Axel Leone riaccendesse le speranze del Malcantone, rimaste comunque vane per la maggior solidità difensiva del fresco campione di Coppa Svizzera del Sayaluca, che si è imposto meritatamente sul punteggio finale di 4-3. Una partita intensa, sfalsata nello spettacolo dall’incessante pioggia versata sulla pista, che tanti vorrebbero vedere coperta, questione di garantire le condizioni ideali per la pratica della disciplina. Con questi tre punti il Sayaluca sperava di riaprire la stagione regolare, non fosse che esattamente una settimana dopo aver battuto in Coppa i campioni svizzeri del Rossemaison, gli uomini di Roy Bay non sono riusciti a ripetersi tra le mura amiche del Palamondo di Cadempino. «È mancata la fame, la motivazione, la grinta», spiega coach Bay. Infatti, nei primi due tempi i luganesi hanno tirato pochissimo, anche perché i giurassiani si sono chiusi bene intorno all’ottimo portiere di riserva Ashvin Sivasubramaniam. Dopo uno sterile primo tempo, gli ospiti si sono portati in vantaggio prima di farsi riacciuffare dal nuovo top sniper Cristian Didier. Poi però è venuta fuori la maggior disciplina tattica del Rossemaison, che dopo aver perso sia in Coppa Europa che in Coppa Svizzera, ha voluto rimettere la chiesa al centro del villaggio, portandosi sul 3-1. A nulla è valsa la doppietta di Didier, che ha fissato il punteggio finale sul 4-2 per i giurassiani. Sabato alle 18.00 al Palamondo di Cadempino, il Sayaluca ospita il Bienne Seelanders, che deve vincere se vuole sperare di evitare i playout, mentre con 3 punti i luganesi si garantirebbero il quarto posto.

Dopo la sconfitta cocente nel derby, il Malcantone ha immediatamente rialzato la testa andando a cogliere due importanti vittorie in terra giurassiana. Sabato contro il Buix, gli uomini di Kevin Schuler hanno dimostrato carattere e tenacia riuscendo a vincere a 1" dal termine del tempo supplementare. Avanti per 6-5 al termine del secondo tempo, i padroni di casa hanno concesso una penalità di 5 minuti che ha permesso a Reto Bernasconi di pareggiare. Nel supplementare è arrivata la rete liberatoria di capitan Hurni. Domenica, contro l’ormai retrocesso Ajoie, si è trattato invece di una pura formalità conclusasi sul 10-6 per i ticinesi, che conquistano altri 5 punti sinonimo di secondo posto, che solo ancora il Rothrist potrebbe mettere in dubbio.


In LNB, continua il momento magico del Sayaluca II, che sabato scorso ha vinto per 12-7 contro il Rossemaison II. Sempre in Lnb, sabato alle 14.00, il Novaggio Twins sarà impegnato sulla difficile pista del Rossemaison II.

Programma, risultati e classifiche su www.fsih.ch

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
IL DOPOPARTITA
2 ore
‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo
I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
2 ore
Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’
I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
3 ore
Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1
Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
4 ore
Ambrì, una sconfitta che non ci voleva
La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
4 ore
Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti
Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
8 ore
Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto
Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
9 ore
La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull
Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
sci nordico
9 ore
A Dobbiaco cade Nadine Fähndrich
La lucernese fuori in semifinale (come Valerio Grond tra gli uomini) e perde la testa della Coppa del mondo di sprint
ATLETICA
9 ore
Sepulveda Moreira e Tahou brillano nei 60 metri
Ai campionati ticinesi di sprint e ostacoli che a Locarno hanno chiuso la stagione indoor
Basket
10 ore
Domenica di festa per la Sam, per il Lugano invece cerotti
A Nosedo arriva il Monthey, nel pomeriggio in cui verrà celebrato il trionfo in Coppa. I Tigers, invece, vanno a Nyon. ‘Siamo in emergenza’
© Regiopress, All rights reserved