laRegione
RUGBY
06.09.22 - 16:21
Aggiornamento: 21:28

Problemi di cuore: ecco perché Virimi non potrà più giocare

Simbolo del XV di Francia ma soprattutto del Racing, il trentenne deve fare i conti con una patologia cardiaca. ‘Sapevamo dai Mondiali, ed è evolutiva’

problemi-di-cuore-ecco-perche-virimi-non-potra-piu-giocare
Keystone
Il trentenne di origine figiana costretto a posare la palla ovale

La notizia in Francia sta facendo davvero discutere: Virimi Vakatawa, trentenne tre quarti centro dei parigini del Racing, ma soprattutto del Quindici di Francia, non potrà mai più mettere piede in campo. Il motivo? «Virimi deve abbandonare la sua carriera per motivi cardiologici – dice Sylvain Blanchard, il medico del Racing 92 in una conferenza stampa organizzata per spiegare i motivi del ritiro di Vakatawa, dopo l’annuncio shock della vigilia –. L’anomalia cardiaca era stata scoperta già prima del Mondiale 2019 in Giappone. È un problema che non ha nulla a che vedere con il rugby ed è sotto controllo, ma si tratta di una patologia evolutiva».

Trentenne roccioso rugbista di origini figiane, arrivato in Francia nel 2010 e dove ha poi ottenuto la cittadinanza, Vakatawa a Parigi è quasi un’istituzione. «Virimi ha fatto sognare migliaia di ragazzini – dice, con voce tremante, Fabien Galthié, il selezionatore della Nazionale francese. «È stato un giocatore chiave della nostra avventura, della nostra storia, oltre che un uomo formidabile. Ma ciò che sta vivendo adesso potrà condividerlo, continuando a essere un esempio, anche per i bambini, dicendo loro di divertirsi. Lui ha ancora molto da dare».

‘Adesso è difficile parlare’

Naturalmente, però, chi sta vivendo il momento più difficile è il diretto interessato. «Stamattina mi sono alzato dal letto alle 8 sapendo che non sarei tornato in campo con gli altri», dice un commosso Vakatawa. «Per me, adesso, è dura parlare. Anche se il momento più difficile l’ho vissuto ieri, quando ho dovuto annunciare ai miei compagni che non avrei più potuto giocare. E non è facile, visto tutto il tempo che ho potuto trascorrere con loro, sui campi come fuori».

Tuttavia il suo futuro dovrebbe continuare a rimanere attaccato alla palla ovale. Almeno, questo è il suo desiderio. Ed è pure quello del Racing.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
8 ore
Un missile di Fullkrug tiene in corsa i tedeschi
Finisce in parità la sfida più attesa tra una Spagna che dovrà stare attenta al Giappone e una Germania che si gioca tutto con il Costarica
Sci
10 ore
Wendy, il gran giorno è arrivato. Ma lo deve condividere
Sulle nevi del Vermont la svittese centra infine un trionfo nello slalom che inseguiva da una vita. A far festa con lei, però, c’è anche Larson
Qatar 2022
10 ore
Senza Neymar l’esame di maturità di Yakin
Il tecnico rossocrociato, che 15 mesi fa allenava ancora in Challenge League, contro il Brasile non disporrà di Okafor
Qatar 2022
11 ore
Davies illude il Canada, Kramaric lo elimina
La Croazia rimonta grazie soprattutto a una doppietta della punta dell’Hoffenheim
IL DOPOPARTITA
12 ore
Un weekend in bianco: ‘Restiamo positivi, meritavamo di più’
L’Ambrì rende nuovamente la vita dura allo Zurigo, che però trova il modo di spuntarla. ‘La fortuna? Non è stata dalla nostra, ma bisogna anche cercarla’
QATAR 2022
13 ore
Belgio sconfitto, a Bruxelles scoppiano disordini
La polizia è intervenuta con cannoni ad acqua per disperdere i tifosi facinorosi. Le autorità hanno chiesto alla popolazione di non recarsi in centro
QATAR 2022
14 ore
‘Battere il Brasile? Non mi stupirebbe’
Nestor Subiat fiducioso sulle qualità della Nazionale svizzera. ‘E per l’Argentina il Mondiale inizia adesso’. Il ricordo del 1994 e di Andres Escobar
Qatar 2022
14 ore
Marocco troppo forte per il Belgio
Dopo il pareggio coi croati vicecampioni del mondo, i magrebini colgono la posta piena coi Diavoli rossi
Qatar 2022
16 ore
Bandiera del Kosovo nello spogliatoio serbo: ‘Fifa ipocrita’
Criticata dal governo della Serbia la decisione di avviare un procedimento disciplinare contro la locale Federcalcio per il vessillo esposto ai Mondiali
Tennis
17 ore
Coppa Davis, nelle qualificazioni Svizzera-Germania
Trasferta impegnativa per i rossocrociati, che sfideranno Zverev e compagni all’inizio di febbraio
© Regiopress, All rights reserved