laRegione
TIRO CON L'ARCO
04.08.22 - 21:52

Pascal il tenace batte sé stesso. ‘Un po’, però, sono deluso’

Costretto su una sedia a rotelle dal 2013 dopo essere stato operato più volte al cervello, al suo primo Europeo il vallesano supera il record personale

pascal-il-tenace-batte-se-stesso-un-po-pero-sono-deluso
Il tiro con l’arco è diventato la sua vita. ‘Nell’insieme posso essere molto soddisfatto’

Sotto il sole cocente di Roma, alla sua prima volta selezione a una competizione internazionale, Pascal Héritier riesce a battere il proprio record personale: 687 punti, sinonimo di settimo posto nella fase qualificativa dei Campionati europei di tiro con l’arco paralimpico (il primo sport paralimpico mai inventato) che per il tenace vallesano, costretto su una sedia a rotelle dal 2013, dopo essere stato operato più volte per un tumore benigno al cervello, si è concluso allo stadio dei sedicesimi di finale, dove il cinquantaduenne di Vétroz si è dovuto arrendere all’islandese Thorsteinn Halldorsson. «Sono un po’ deluso di non essere riuscito a superare uno o due turni supplementari – si confida Pascal Héritier –. Ero così vicino, ma l’aspetto mentale ha giocato un ruolo importante». Con il suo avversario che ha dato prova di maggior precisione, e alla fine l’ha spuntata per due soli punti.

Vittima di un’emiplegia, patologia neurologica caratterizzata dalla paralisi (parziale o completa) di una delle due metà del corpo, Pascal non può comunque non essere soddisfatto della sua prima esperienza a un Europeo. «Nell’insieme posso essere molto soddisfatto» dice l’elvetico, che ha iniziato a dedicarsi al tiro con l’arco nel 2016, a cui oggi dedica più di venti ore la settimana, e che l’ha portato anche a chiudere al quarto posto i Campionati svizzeri assoluti. Infatti, nell’arco capita spesso che atleti normodotati e paraplegici si ritrovino per gareggiare o allenarsi assieme.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
3 ore
Un missile di Fullkrug tiene in corsa i tedeschi
Finisce in parità la sfida più attesa tra una Spagna che dovrà stare attenta al Giappone e una Germania che si gioca tutto con il Costarica
Sci
5 ore
Wendy, il gran giorno è arrivato. Ma lo deve condividere
Sulle nevi del Vermont la svittese centra infine un trionfo nello slalom che inseguiva da una vita. A far festa con lei, però, c’è anche Larson
Qatar 2022
5 ore
Senza Neymar l’esame di maturità di Yakin
Il tecnico rossocrociato, che 15 mesi fa allenava ancora in Challenge League, contro il Brasile non disporrà di Okafor
Qatar 2022
6 ore
Davies illude il Canada, Kramaric lo elimina
La Croazia rimonta grazie soprattutto a una doppietta della punta dell’Hoffenheim
IL DOPOPARTITA
7 ore
Un weekend in bianco: ‘Restiamo positivi, meritavamo di più’
L’Ambrì rende nuovamente la vita dura allo Zurigo, che però trova il modo di spuntarla. ‘La fortuna? Non è stata dalla nostra, ma bisogna anche cercarla’
QATAR 2022
8 ore
Belgio sconfitto, a Bruxelles scoppiano disordini
La polizia è intervenuta con cannoni ad acqua per disperdere i tifosi facinorosi. Le autorità hanno chiesto alla popolazione di non recarsi in centro
QATAR 2022
9 ore
‘Battere il Brasile? Non mi stupirebbe’
Nestor Subiat fiducioso sulle qualità della Nazionale svizzera. ‘E per l’Argentina il Mondiale inizia adesso’. Il ricordo del 1994 e di Andres Escobar
Qatar 2022
9 ore
Marocco troppo forte per il Belgio
Dopo il pareggio coi croati vicecampioni del mondo, i magrebini colgono la posta piena coi Diavoli rossi
Qatar 2022
11 ore
Bandiera del Kosovo nello spogliatoio serbo: ‘Fifa ipocrita’
Criticata dal governo della Serbia la decisione di avviare un procedimento disciplinare contro la locale Federcalcio per il vessillo esposto ai Mondiali
Tennis
12 ore
Coppa Davis, nelle qualificazioni Svizzera-Germania
Trasferta impegnativa per i rossocrociati, che sfideranno Zverev e compagni all’inizio di febbraio
© Regiopress, All rights reserved