laRegione
CICLISMO
12.07.22 - 17:28
Aggiornamento: 19:01

La decima tappa del Tour porta la firma di Magnus Cort

Il danese vince al fotofinish la frazione con arrivo a Megève, in un pomeriggio ricco di colpi di scena. Ma la maglia gialla resta sulle spalle di Pogacar

la-decima-tappa-del-tour-porta-la-firma-di-magnus-cort
Keystone
La decima tappa perturbata anche da un blocco di alcuni attivisti: ‘Restano 989 giorni’

Ripartita da Morzine dopo il lunedì di riposo, la carovana del Tour de France arriva a Megève, dove a spuntarla è il danese Magnus Cort al termine di un pomeriggio ricco di colpi di scena. Uno dei quali capita a una quarantina di chilometri dall’arrivo, quando sul tracciato fanno la loro comparsa sette attivisti con indosso delle t-shirt su cui sta scritto "restano 989 giorni", chiaro invito ad agire al più presto per invertire la curva delle emissioni di gas serra. Il pronto intervento delle forze dell’ordine non può naturalmente evitare un’interruzione precauzionale di una decina di minuti, con gli organizzatori che si vedono costretti a imporre la neutralizzazione temporanea della corsa. In fuga a quel punto, l’italiano Alberto Bettiol riparte con il medesimo vantaggio accumulato prima dello stop, ovvero di una trentina di secondi, e il toscano dell’EF Education prova a difendere il margine in un finale con arrivo in salita, all’altiporto di Megève, raggiunto dal tedesco Zimmermann a poco meno di dieci chilometri dal traguardo. I due vengono però fagocitati dagli altri inseguitori a sette chilometri e mezzo dall’arrivo, quando a provarci è lo spagnolo Luis Leon Sanchez, a sua volta raggiunto da altri tre compagni di fuga, poi inghiottiti dal resto dei fuggitivi che si dividono il successo in volata, dove vince al fotofinish il danese Magnus Cort.

La maglia gialla resta invece sulle spalle di Tadej Pogacar (che perde per strada un altro compagno a causa della positività al Covid, ovvero il neozelandese George Bennett), nonostante fino a qualche centinaio di metri dall’arrivo il leader virtuale della corsa fosse Lennard Kämna, venticinquenne tedesco in forza alla Bora-Hansgrohe: alla fine lo sloveno riesce a difendere il primato per undici secondi.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
11 ore
Un missile di Fullkrug tiene in corsa i tedeschi
Finisce in parità la sfida più attesa tra una Spagna che dovrà stare attenta al Giappone e una Germania che si gioca tutto con il Costarica
Sci
13 ore
Wendy, il gran giorno è arrivato. Ma lo deve condividere
Sulle nevi del Vermont la svittese centra infine un trionfo nello slalom che inseguiva da una vita. A far festa con lei, però, c’è anche Larson
Qatar 2022
13 ore
Senza Neymar l’esame di maturità di Yakin
Il tecnico rossocrociato, che 15 mesi fa allenava ancora in Challenge League, contro il Brasile non disporrà di Okafor
Qatar 2022
14 ore
Davies illude il Canada, Kramaric lo elimina
La Croazia rimonta grazie soprattutto a una doppietta della punta dell’Hoffenheim
IL DOPOPARTITA
15 ore
Un weekend in bianco: ‘Restiamo positivi, meritavamo di più’
L’Ambrì rende nuovamente la vita dura allo Zurigo, che però trova il modo di spuntarla. ‘La fortuna? Non è stata dalla nostra, ma bisogna anche cercarla’
QATAR 2022
15 ore
Belgio sconfitto, a Bruxelles scoppiano disordini
La polizia è intervenuta con cannoni ad acqua per disperdere i tifosi facinorosi. Le autorità hanno chiesto alla popolazione di non recarsi in centro
QATAR 2022
16 ore
‘Battere il Brasile? Non mi stupirebbe’
Nestor Subiat fiducioso sulle qualità della Nazionale svizzera. ‘E per l’Argentina il Mondiale inizia adesso’. Il ricordo del 1994 e di Andres Escobar
Qatar 2022
17 ore
Marocco troppo forte per il Belgio
Dopo il pareggio coi croati vicecampioni del mondo, i magrebini colgono la posta piena coi Diavoli rossi
Qatar 2022
18 ore
Bandiera del Kosovo nello spogliatoio serbo: ‘Fifa ipocrita’
Criticata dal governo della Serbia la decisione di avviare un procedimento disciplinare contro la locale Federcalcio per il vessillo esposto ai Mondiali
Tennis
20 ore
Coppa Davis, nelle qualificazioni Svizzera-Germania
Trasferta impegnativa per i rossocrociati, che sfideranno Zverev e compagni all’inizio di febbraio
© Regiopress, All rights reserved