laRegione
11.07.22 - 11:24
Aggiornamento: 21:54

Gt Open, vittoria e primato per Kevin Gilardoni

Il pilota comasco trapiantato in Mesolcina trionfa sulla pista ungherese di Budapest, centrando pure il primato in classifica con il compagno Van Berlo

gt-open-vittoria-e-primato-per-kevin-gilardoni
Prova da incorniciare

Trecentoquarantaquattro giorni dopo, Kevin Gilardoni torna a vincere. A un anno di distanza dall’affermazione nel Lamborghini Super Trofeo Europa sul circuito di Spa, il pilota comasco trapiantato in Mesolcina trionfa a Budapest, dove centra la sua prima vittoria in GT3 e la prima nella serie GT Open. Un successo, conquistato in coppia con l’olandese Glenn van Berlo al volante della Lamborghini numero 19 dell’Oregon Team, che consente a Gilardoni e al suo compagno di squadra di balzare anche in testa al campionato con 81 punti, tre in più rispetto al duo della McLaren formato dagli inglesi Nick Moss e Joe Osborne e dieci nei confronti dei compagni di team Leonardo Pulcini e Benjamin Hites.

Dopo avere centrato un quarto posto in Gara 1 sabato, nella seconda sessione di qualifica a scendere in pista è stato Van Berlo, che ha stabilito il settimo migliore crono: al pronti-via l’olandese ha poi subito guadagnato, e dopo il pit-stop Gilardoni è salito in macchina ed è riuscito a risalire fino in prima posizione a 18 minuti dal termine, mantenendola poi fino all’arrivo. «Dopo varie vicissitudini avute nei primi tre appuntamenti della stagione, questa vittoria rappresenta il risultato che meritavamo - commenta Gilardoni - Una vittoria che ci carica in vista della pausa estiva, permettendoci di affrontare la seconda parte del campionato con determinazione, per continuare con questo passo nelle ultime tre gare del calendario e puntare ovviamente al titolo»

Prossimo appuntamento sarà quello del Red Bull Ring, in Austria, nel fine settimana del 10 e dell’11 settembre.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
3 ore
Un missile di Fullkrug tiene in corsa i tedeschi
Finisce in parità la sfida più attesa tra una Spagna che dovrà stare attenta al Giappone e una Germania che si gioca tutto con il Costarica
Sci
5 ore
Wendy, il gran giorno è arrivato. Ma lo deve condividere
Sulle nevi del Vermont la svittese centra infine un trionfo nello slalom che inseguiva da una vita. A far festa con lei, però, c’è anche Larson
Qatar 2022
5 ore
Senza Neymar l’esame di maturità di Yakin
Il tecnico rossocrociato, che 15 mesi fa allenava ancora in Challenge League, contro il Brasile non disporrà di Okafor
Qatar 2022
6 ore
Davies illude il Canada, Kramaric lo elimina
La Croazia rimonta grazie soprattutto a una doppietta della punta dell’Hoffenheim
IL DOPOPARTITA
7 ore
Un weekend in bianco: ‘Restiamo positivi, meritavamo di più’
L’Ambrì rende nuovamente la vita dura allo Zurigo, che però trova il modo di spuntarla. ‘La fortuna? Non è stata dalla nostra, ma bisogna anche cercarla’
QATAR 2022
8 ore
Belgio sconfitto, a Bruxelles scoppiano disordini
La polizia è intervenuta con cannoni ad acqua per disperdere i tifosi facinorosi. Le autorità hanno chiesto alla popolazione di non recarsi in centro
QATAR 2022
9 ore
‘Battere il Brasile? Non mi stupirebbe’
Nestor Subiat fiducioso sulle qualità della Nazionale svizzera. ‘E per l’Argentina il Mondiale inizia adesso’. Il ricordo del 1994 e di Andres Escobar
Qatar 2022
9 ore
Marocco troppo forte per il Belgio
Dopo il pareggio coi croati vicecampioni del mondo, i magrebini colgono la posta piena coi Diavoli rossi
Qatar 2022
11 ore
Bandiera del Kosovo nello spogliatoio serbo: ‘Fifa ipocrita’
Criticata dal governo della Serbia la decisione di avviare un procedimento disciplinare contro la locale Federcalcio per il vessillo esposto ai Mondiali
Tennis
12 ore
Coppa Davis, nelle qualificazioni Svizzera-Germania
Trasferta impegnativa per i rossocrociati, che sfideranno Zverev e compagni all’inizio di febbraio
© Regiopress, All rights reserved