laRegione
Portogallo
2
Uruguay
0
fine
(0-0)
CICLISMO
03.07.22 - 18:55
Aggiornamento: 19:45

I destini incrociati di Jakobsen e Groenewegen

Al Tour de France, nel weekend, vittorie per i due olandesi protagonisti nel 2020 di un drammatico episodio

i-destini-incrociati-di-jakobsen-e-groenewegen

Nemmeno il più navigato degli sceneggiatori avrebbe potuto buttar giù un copione in cui l’intreccio dei destini personali giocasse un ruolo così importante. Sabato a vincere in volata la seconda tappa del Tour era stato Fabio Jakobsen della Quick-Step, un autentico miracolato. Nell’agosto di due anni fa, infatti, al Giro di Polonia, sprintando a pochi metri dal traguardo era caduto rovinosamente, sfigurandosi e finendo in coma con gravi danni all’apparato respiratorio. Le sue condizioni erano tanto disperate da indurre i parenti del ragazzo a chiedere a un sacerdote di impartirgli l’estrema unzione. Poi, per fortuna, l’olandese riuscì a riprendersi, gli venne ricostruito il volto e sei mesi più tardi tornò perfino a correre. Domenica, invece, a vincere in volata la terza frazione della Grande Boucle – precedendo Van Aert e Philipsen – è stato il suo connazionale Dylan Groenewegen della BikeExchange, cioè colui che aveva colpevolmente provocato quel terribile incidente in Polonia, per il quale fu immediatamente estromesso dalla corsa e squalificato per i successivi nove mesi.

Un cerchio che si chiude, un episodio tragico risoltosi nel migliore dei modi. Del resto, si sa, la Danimarca è terra di favole, e lassù evidentemente non c’è solo del marcio. Le prime tre tappe del Tour si sono infatti svolte extra muros, fra gli strepitosi paesaggi di Copenaghen e dintorni. Lunedì ci sarà invece la prima giornata di riposo, per consentire alla carovana – formata da ben 4’500 persone – di raggiungere la Francia col belga Wout van Aert (Jumbo) – tre volte secondo nel trittico danese – in maglia gialla.

La terza frazione, a lungo lenta e noiosa, ha visto la lunghissima fuga del padrone di casa Magnus Cort Nielsen, un’azione durata quasi 130 km durante i quali si è aggiudicato tutti e tre i Gpm in palio, proprio come aveva fatto già sabato. La maglia a pois di miglior scalatore, dunque, è più che saldamente ancorata alle sue spalle. Ripreso il fuggitivo quando al traguardo di Sonderborg mancavano ancora una cinquantina di chilometri, il gruppo si è messo a tirare paurosamente, aiutato anche dal vento che soffiava spesso a favore. Superati senza troppi affanni i temuti tratti di pavé – che hanno provocato solo una caduta senza conseguenze – le squadre hanno organizzato i treni per la volata conclusiva, prevista su un drittissimo vialone di oltre 750 metri. A spuntarla al fotofinish, come detto, è stato il riabilitato Groenewegen. Soltanto quarto il califfo slovacco Peter Sagan, che nel momento decisivo non trova il pertugio e rimane ai piedi del podio.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SERIE A
1 ora
Il CdA della Juve si è dimesso in blocco: lascia anche Agnelli
Il dirigente 46enne saluta il club bianconero dopo più di dodici anni: decisive le contestazioni sulle plusvalenze.
Qatar 2022
1 ora
La doppietta di Bruno Fernandes porta il Portogallo agli ottavi
Ottima prestazione che si meritano a pieno merito i tre punti con l’Uruguay, dopo la Corea ci sarà la seconda classificata del girone della Svizzera
volley
2 ore
Bellinzona chiaramente sconfitto dal Therwil
Le basilesi passano all’Arti e Mestieri con un secco 3-0. Valentina Mirandi: ‘Ci siamo fatte sopraffare dalle difficoltà’.
Qatar 2022
2 ore
Yakin: ‘Col Brasile serviva più coraggio’
Freuler: ‘Sapevamo che la gara decisiva sarebbe stata quella coi serbi’
volley
2 ore
Sesta vittoria consecutiva per il Lugano
Kanti Sciaffusa sconfitto al tie break, dopo aver sprecato un match point nel quarto set. Bianconere sempre terze in classifica.
QATAR 2022
4 ore
Il gol di Casemiro infrange il sogno della Svizzera
Elvetici battuti all’83’ di una sfida giocata con ordine e sacrificio e che avrebbero meritato di chiudere in parità. Ora si decide tutto contro la Serbia
Calcio
5 ore
Sanzionato Balotelli, assolto Constantin
L’attaccante del Sion aveva paragonato la Lega svizzera di calcio alla mafia: multa di 5mila franchi
Qatar 2022
5 ore
Incerto l’immediato futuro dell’interista Onana
Escluso dalla rosa prima di Camerun-Serbia, il portiere africano starebbe per lasciare il Qatar
Calcio
5 ore
Anche la Fiorentina fra gli avversari del Lugano
Fissate alcune amichevoli invernali dei bianconeri da sostenere dopo il 2 dicembre, giorno della ripresa degli allenamenti
Qatar 2022
7 ore
Il Ghana ridimensiona i sudcoreani
Imponendosi 3-2 in un match dal folle andamento, gli africani rilanciano le proprie ambizioni
© Regiopress, All rights reserved