laRegione
nuoto
16.06.22 - 19:18

Ponti e soci a caccia di podi ai Mondiali di Budapest

Il Locarnese è il capofila di una nazionale svizzera che si aspetta molto anche da Ugolkova, Desplanches, Djakovic e Mamié

di di Stefano Minotti
ponti-e-soci-a-caccia-di-podi-ai-mondiali-di-budapest
Ponti è reduce dai buoni risultati al Mare Nostrum

È una nazionale rossocrociata dal ricco palmarès quella che si presenta ai nastri di partenza della 19esima edizione dei campionati mondiali di nuoto. Domani il via con le prove del nuoto sincronizzato, ma è da sabato che si entra veramente nel vivo della competizione, con l’inizio delle gare di nuoto. La prima a entrare in acqua per la selezione rossocrociata sarà la decana Maria Ugolkova, alla sua settima partecipazione a un campionato del mondo; lo farà nella gara che più di tutte le ha regalato successi a livello internazionale: due argenti agli europei in vasca corta (Glasgow 2019 e Kazan 2021) e un bronzo in vasca lunga agli europei di Glasgow nel 2018. Chissà che non sia l’anno buono per la ticinese d’adozione, lei che l’Ungheria la conosce molto bene: da due stagioni gareggia tra le fila del Team Iron dell’ungherese Katinka Hosszu, che sarà tra le sue sfidanti nella disciplina.

La 200 mista maschile vedrà ai blocchi di partenza anche Jérémy Desplanches; il ginevrino, bronzo olimpico della disciplina a Tokyo quest’estate, nel maggio dell’anno scorso proprio alla Duna Arena di Budapest è giunto secondo nella 200 mista, in quella che doveva essere l’edizione 2020 dei campionati europei. Fu argento anche a Gwangju in occasione, nel luglio del 2019, degli ultimi campionati mondiali di nuoto in vasca lunga. A batterlo in queste due occasioni il giapponese Daiya Seto e Hugo Gonzalez, che ritroverà in gara insieme a Wang Shun e Duncan Scott, che l’hanno preceduto in occasione del podio olimpico: la concorrenza non mancherà per il ginevrino, in un anno sfortunato, con la preparazione rallentata dal Covid e in cui ha nuotato tempi molto distanti dai migliori crono mondiali.

Molto ambizioso anche il ticinese Noè Ponti, il quale ha affermato con determinazione di ambire a una medaglia anche a questi campionati del mondo. Il bronzo olimpico di Tokyo ha attualmente il quindicesimo e il dodicesimo crono mondiale dell’anno nei 100 e nei 200 delfino ma, soprattutto nella gara che gli ha regalato la gioia olimpica, tolto l’inavvicinabile Caleb Dressel (che a Budapest punterà a ottenere otto medaglie d’oro) i tempi della top 5 mondiale del 2022 sono sicuramente alla portata del verbanese; basti pensare che al secondo rango si situa il giapponese Naoki Mizunuma in 50.86 (il personale di Noè è 50.74), un avversario che il locarnese ben conosce, avendoci gareggiato fianco a fianco alle recenti tappe del "Mare Nostrum". Ponti sarà in acqua in tutte le prove del delfino e potrà concentrarsi sulle gare individuali, visto che per questa edizione la selezione elvetica non ha previsto delle staffette.

Le speranze di ottenere buoni risultati non si esauriscono con Ugolkova, Desplanches e Ponti; attenzione tra le fila rossocrociate anche allo zurighese Antonio Djakovic il quale, dopo il nono rango a Tokyo e il bronzo ai mondiali di vasca corta di quest’inverno, ha nelle sue braccia un chiaro potenziale da finale. Lo stesso dicasi per l’ondina dei Limmat Sharks Lisa Mamié, che punterà a migliorare il raggiungimento delle semifinali agli ultimi mondiali sudcoreani dopo l’argento europeo lo scorso anno a Budapest. Lo scorso anno nella capitale europea ha brillato anche il ginevrino Roman Mityukov, bronzo nella 200 dorso, che punterà a far bene soprattutto nella gara più breve. Completa la selezione Sasha Touretski, la quale ha come obiettivo le semifinali del 50 stile libero.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
12 ore
In Champions vincono Zugo, Rapperswil e Friborgo
Serata da incorniciare per le squadre svizzere sul palcoscenico d’Europa: Zugo e Friborgo agli ottavi da primi della classe, sangallesi fuori con onore
Calcio
12 ore
Con due gol di Rabiot la Juventus stende il Maccabi
Nel mercoledì di Champions League nulla da fare invece per il Milan, sconfitto 3-0 dal Chelsea allo Stamford Bridge di Londra
Formula 1
14 ore
La Fia rinvia il verdetto sul budget cap. Verso sanzioni lievi?
Da Parigi nessuna novità: la conclusione dell’analisi il 10 ottobre. Intanto, però, Sky lancia l’indiscrezione: il tetto sarebbe stato sforato, ma di poco
Calcio
16 ore
Seoane silurato, arriva Xabi Alonso
Il Bayer Leverkusen licenzia il tecnico elvetico, sostituito dall’ex centrocampista spagnolo
Calcio
17 ore
Europa, lo Zurigo cerca punti per il morale
Il Basilea vuole invece ipotecare il passaggio del turno
ginnastica artistica
18 ore
‘Vogliamo offrire una serata di grande ginnastica’
Il nuovo presidente del comitato organizzatore Alberto Mogliazzi, si sta preparando per il 39esimo Memorial Gander, in programma a Chiasso il 23 novembre
CALCIO
1 gior
Quel gol divorato al Maracanà, pesante come un macigno
Higuain sarà per sempre ricordato soprattutto per l’errore nella finale mondiale del 2014 fra Argentina e Germania
Tennis
1 gior
Astana, Hüsler fuori al primo turno
Lo zurighese nettamente battuto dal numero 53 Ruusuvuori
Calcio
1 gior
‘Il sindacato calciatori ci ha messo in difficoltà’
Il capitano del Chiasso esclude il boicottaggio delle partite
Hockey
1 gior
Champions, 4 svizzere agli ottavi di finale
Il Davos, vincitore contro l’Ocelari, e lo Zurigo, pur se sconfitto in Svezia, raggiungono agli ottavi di finale Zugo e Friborgo
© Regiopress, All rights reserved