laRegione
CICLISMO
06.06.22 - 21:35

L’annuncio di Greg LeMond: ‘Ho la leucemia’

Unico americano della storia ad aver vinto un Tour, al 61enne californiano è stato diagnosticato un tumore delle cellule del sangue. ‘Ma si può curare’

l-annuncio-di-greg-lemond-ho-la-leucemia
Keystone
Nel luglio del 1989 sulle strade del Tour, a fianco di Laurent Fignon

Greg LeMond, l’unico americano ad aver vinto il Tour de France, annuncia al mondo intero di essere ammalato. «Mi è stata diagnosticata una leucemia mieloide cronica. Fortunatamente può essere curato ed è un tipo di leucemia che non è nemmeno pericoloso per la vita» ha annunciato il californiano, che il 26 giugno compirà 61 anni e che era riuscito a scrivere il suo nome nell’albo d’oro della Grande Boucle nel 1986, nel 1989 e nel 1990, spiegando che per non potrà essere presente al via dell’edizione 2022 del Tour. «Avevo sperimentato alcune settimane di stanchezza che mi hanno spinto a sottopormi a un check-up compreso di analisi del sangue, e dopo una serie di esami e una biopsia del midollo osseo, completata la scorsa settimana, venerdì ho ricevuto la diagnosi ufficiale» ha aggiunto il due volte campione del mondo (1983 e 1989), che vive tutt’ora negli Stati Uniti.

«I medici dell‘Università del Tennessee, in consultazione con un team della Mayo Clinic (un’organizzazione non profit attiva nel campo della ricerca, ndr) hanno già definito un protocollo di chemioterapia che inizierà già questa settimana. Nessuno vuole mai sentir pronunciare la parola ’cancro’, ma ora è un grande sollievo sapere perché mi sono sentito male».

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
BASKET
16 ore
LeBron James e Kareem Abdul-Jabbar, così simili e così diversi
Martedì contro Oklahoma o giovedì contro Milwaukee, ‘Lbj’ strapperà a ‘Kaj’ il record di punti segnati nella Nba
Angolo Bocce
17 ore
Riccio e Cadei firmano la prima gara di categoria B
A Lugano i due locarnesi della Stella si aggiudicano con un sofferto (ma meritato) 12-10 la finale che li opponeva a Silvia Lanz e Rocco Caggiano
SCI ALPINO
18 ore
I Mondiali si aprono con l’argento di Wendy Holdener
La svittese ha chiuso al secondo posto la combinata, alle spalle dell’italiana Brignone. Fuori alla terz’ultima porta Shiffrin, male Michelle Gisin
Hockey
20 ore
Heim salta la Nazionale, Rüfenacht torna sul ghiaccio
Ad Ambrì si attende di conoscere l’entità del problema del bernese e di quello di Kneubuehler. Forze nuove in arrivo per Luca Cereda
Volley
21 ore
Le ragazze del Bellinzona guadagnano due punti
Dopo un buon avvio, le ticinesi subiscono la reazione dell’Aarau, ma alla fine riescono comunque a imporsi al tiebreak
Tennis
1 gior
L’esempio di Ashe, trent’anni dopo
Il 6 febbraio del 1993, non ancora cinquantenne, il grande tennista si arrendeva all’Aids, contratto in ospedale dopo un’operazione al cuore
IL DOPOPARTITA
1 gior
L’Ambrì doma i Leoni. ‘Volevamo pulizia, ci siamo riusciti’
Spacek e Chlapik regalano due punti preziosi ai biancoblù, in una sfida che si anima nel terzo tempo. Negli spogliatoi anzitempo Heim e Kneubuehler
Volley
1 gior
Il Lugano risorge dalle proprie ceneri, Sciaffusa al tappeto
Dopo un avvio a dir poco difficile, le ragazze di Apostolos Oikonomou cambiano volto alla partita vincendo tutti e tre gli ultimi set
IL DOPOPARTITA
1 gior
A Lugano era pazienza, adesso è competizione
I bianconeri si godono il successo sul Kloten e i 61 punti in classifica prima della pausa. ‘Pian pianino stiamo andiamo nella direzione in cui volevamo’
Basket
1 gior
Sam, domenica di festa condita da un successo
Anche se la sfida con il Monthey è davvero brutta. Gubitosa: ‘Viste le premesse contava solo vincere’. Un Lugano incerottato, invece, s’arrende al Nyon
© Regiopress, All rights reserved