laRegione
Cameroon
3
Serbia
3
fine
(1-2)
Corea del Sud
Ghana
14:00
 
atletica
05.05.22 - 18:22
Aggiornamento: 18:41

A Gola di Lago si corre per la quarantesima volta

Sabato pomeriggio in Capriasca si corre la Tesserete-Gola di Lago, la più vecchia delle gare podistiche attualmente in calendario ASTi

a-gola-di-lago-si-corre-per-la-quarantesima-volta

Era un uggioso sabato di fine settembre del 1981, quando 77 concorrenti giunsero in vetta all’Alpe Santa Maria di Gola di Lago, superando i 7 chilometri e il dislivello di 494 metri. Alla prima edizione furono Lino Bianchi e Silvia Frey a imporsi in quella che è oggi la più vecchia delle gare podistiche attualmente in calendario Asti e che domani pomeriggio, sabato 7 maggio 2022, è pronta per festeggiare la quarantesima partenza.

La gara, organizzata dall’Usc Capriaschese, ha avuto in seguito una crescita graduale, fino a raggiungere il numero record di partecipazione nel 2010, con ben 330 classificati. Un percorso veloce ma impegnativo, uno dei preferiti dagli specialisti, che sul muro finale dovranno avere ancora le energie necessarie.

Dopo la partenza dalla stazione di Tesserete (alle 16.40) e il "facile" tratto in paese, il percorso supera di slancio Pezzolo, Odogno e Lelgio, prima di affrontare la salita dal Ponte di Marca alla "bochéta". Un tratto con pendenze importanti racchiuse in poco meno di tre chilometri, che faranno verosimilmente di nuovo la differenza. Spesso chi scollina per primo è poi il vincitore, ma non sempre, dato che gli ultimi 400 metri sembrano spianare, ma la strada lungo la torbiera di Gola di Lago è ancora lunga e insidiosa.

A livello di prestazioni resiste il 25’57’’ siglato nel 1992 dall’elvetico Andrea Erni, un tempo che solo lui stesso e il keniano Kipruto avvicinarono qualche anno dopo, mentre nell’edizione 2019, l’ultima disputata, vinse Elazzaoui in 26’47’’. Anche al femminile il primato è di grande valore, con il 31’28’’ stabilito da Cristina Moretti nel 1995.

Ma la gara è soprattutto una festa dello sport, con i concorrenti a lottare con sé stessi, con il proprio tempo oppure con gli amici e avversari, a volte con il "semplice" ma non evidente obiettivo d’arrivare in cima di corsa. Al traguardo, posto ai 1’000 metri dell’Alpe Santa Maria, sono già 2’291 gli sportivi a esservi giunti almeno una volta in 39 anni, per un totale di 6’615 arrivi. C’è chi la correrà per la 38esima volta, chi lo vorrà fare per la prima, ma per tutti l’accoglienza sarà la medesima, con la maglia del 40° come premio ricordo e la festa alle 19.40, con aperitivo e "pasta party". Le premiazioni sono invece previste subito dopo la gara per i ragazzi (categorie U14, U12 e U10) prevista a Tesserete alle 18.40, mentre la gara principale partirà alle 16.40. La gara, sostenuta da BancaStato e Arena sportiva Capriasca e Valcolla, è valida per la Coppa Asti BancaStato di montagna e assegnerà pure i titoli di Campione e Campionessa Asti di specialità. Il Municipio di Capriasca sostiene l’evento prendendo a carico il 50% del costo d’iscrizione per i domiciliati in Capriasca e il costo intero per tutti gli under 20. Informazioni e dettagli su www.uscatletica.ch.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
2 ore
Heiko Vogel direttore sportivo del Basilea
Ritorno sulle rive del Reno per il 47enne ex allenatore
Qatar 2022
14 ore
Un missile di Fullkrug tiene in corsa i tedeschi
Finisce in parità la sfida più attesa tra una Spagna che dovrà stare attenta al Giappone e una Germania che si gioca tutto con il Costarica
Sci
17 ore
Wendy, il gran giorno è arrivato. Ma lo deve condividere
Sulle nevi del Vermont la svittese centra infine un trionfo nello slalom che inseguiva da una vita. A far festa con lei, però, c’è anche Larson
Qatar 2022
17 ore
Senza Neymar l’esame di maturità di Yakin
Il tecnico rossocrociato, che 15 mesi fa allenava ancora in Challenge League, contro il Brasile non disporrà di Okafor
Qatar 2022
18 ore
Davies illude il Canada, Kramaric lo elimina
La Croazia rimonta grazie soprattutto a una doppietta della punta dell’Hoffenheim
IL DOPOPARTITA
18 ore
Un weekend in bianco: ‘Restiamo positivi, meritavamo di più’
L’Ambrì rende nuovamente la vita dura allo Zurigo, che però trova il modo di spuntarla. ‘La fortuna? Non è stata dalla nostra, ma bisogna anche cercarla’
QATAR 2022
19 ore
Belgio sconfitto, a Bruxelles scoppiano disordini
La polizia è intervenuta con cannoni ad acqua per disperdere i tifosi facinorosi. Le autorità hanno chiesto alla popolazione di non recarsi in centro
QATAR 2022
20 ore
‘Battere il Brasile? Non mi stupirebbe’
Nestor Subiat fiducioso sulle qualità della Nazionale svizzera. ‘E per l’Argentina il Mondiale inizia adesso’. Il ricordo del 1994 e di Andres Escobar
Qatar 2022
21 ore
Marocco troppo forte per il Belgio
Dopo il pareggio coi croati vicecampioni del mondo, i magrebini colgono la posta piena coi Diavoli rossi
Qatar 2022
22 ore
Bandiera del Kosovo nello spogliatoio serbo: ‘Fifa ipocrita’
Criticata dal governo della Serbia la decisione di avviare un procedimento disciplinare contro la locale Federcalcio per il vessillo esposto ai Mondiali
© Regiopress, All rights reserved