laRegione
CICLISMO
01.04.22 - 19:33
Aggiornamento: 22:58

Van Aert a casa col Covid, Van der Poel contro tutti al Fiandre

L’olandese grande favorito della Ronde, mentre il campione belga è out. La Svizzera punta su uno Stefan Küng in grande forma

van-aert-a-casa-col-covid-van-der-poel-contro-tutti-al-fiandre

"In Flanders Fields", nei campi delle Fiandre. Se nel 1915 il tenente colonnello canadese John McCrae vedeva spuntare i papaveri tra le macerie della battaglia di Ypres, immagine dalla quale erano scaturite le parole di una famosa poesia di guerra, domenica a punteggiare la campagna belga saranno i partecipanti alla 106ª edizione della Ronde van Vlaanderen, il Giro delle Fiandre. Duecentosettantadue chilometri e mezzo tra Anversa e Oudenaarde, attraverso 18 muri e 7 tratti di pavé. Si inizierà dopo 130 km con il Vecchio Kwaremont, 1’500 metri di pavé con pendenza massima dell’11%, seguiranno Paterberg, il terribile Koppenberg (600 metri con punte massime al 20%), il Kruisberg, il Taaienberg. L’ultimo muro sarà il Paterberg a 13,3 km dal traguardo.

Tra i grandi favoriti spicca un nome su tutti, quello dell’olandese Mathieu van der Poel, vincitore mercoledì dell’Attraverso le Fiandre e trionfatore della Ronde nel 2020 (lo scorso anno aveva chiuso al secondo posto). Il suo avversario principale non sarà il campio belga Wout van Aert costretto – poiché risultato positivo al Covid – a rinunciare a quella che è la corsa più importante della stagione per tutto il popolo fiammingo. Andrà quindi sorvegliato lo sloveno Tadej Pogacar, dominatore di questo inizio di stagione. Tra gli outsider di spessore, il danese Kasper Asgren, primo un anno fa, così come l’altro sloveno Matej Mohoric, vincitore a sorpresa della Milano-Sanremo. In ordine sparso, altri nomi di possibili vincitori: Tiesj Benoot, Christophe Laporte, Mads Pedersen, Jasper Stuyven, Alexander Kristoff (vincitore nel 2015), Greg van Avermaet (quattro volte sul podio, ma mai vincitore). In casa svizzera, da tenere d’occhio Stefan Küng. Il turgoviese si è messo in evidenza nell’Attraverso le Fiandre (sesto) e sta attraversando un ottimo momento di forma. La sua conformazione fisica si adatta perfettamente a questo tipo di gare e potrebbe essere lui a riportare la bandiera rossocrociata sul gradino più alto del podio dopo le tre vittorie di Fabian Cancellara (2010, 2013 e 2014).

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
6 ore
‘Carmelo Bene, male tutti gli altri’
In un libro di recente pubblicazione vengono raccolti alcuni degli scritti a sfondo sportivo firmati da un maestro del teatro italiano del Novecento
IL DOPOPARTITA
11 ore
Il Lugano ci prende gusto. ‘Però cerchiamo di badare al sodo’
Quarto successo filato per i bianconeri di Gianinazzi, che si confermano anche contro l’Ajoie. Il coach. ‘A me, però, la prima mezz’ora è piaciuta meno”
Altri sport
13 ore
Pattinaggio artistico, bronzo europeo per Lukas Britschgi
Lo sciaffusano grazie al miglior programma libero della carriera sale sul podio di Helsinki, alle spalle del francese Siao Him Fa e dell’italiano Rizzo
Hockey
13 ore
Il Lugano non si ferma e liquida anche l’Ajoie
I bianconeri, ora a 55 punti, non hanno lasciato scampo ai giurassiani, piegati 5-2 alla Cornèr Arena.
ciclismo
15 ore
Peter Sagan si ritira dal ciclismo su strada
Lo slovacco, triplice campione del mondo, da fine stagione si dedicherà unicamente alla mountain bike
volley
15 ore
Per il Lugano c’è lo Pfeffingen prima del derby
Sabato il campionato al Palamondo, domenica i quarti di Coppa Svizzera a Bellinzona
CALCIO
17 ore
‘Ci ho sperato, ma si capiva che la china portava al fallimento’
Miodrag Mitrovic deluso e arrabbiato per la fine dell’Fc Chiasso: ‘Qualcuno, per assurdo, in questa situazione ci ha pure guadagnato’
CALCIO
18 ore
La pazienza è la virtù dei forti
Il Lugano ospita il Grasshopper. Croci-Torti: ‘Sarà una sfida logorante, non dovremo perdere la testa se le cose non dovessero funzionare subito’
Basket
19 ore
Le speranze della Sam in un weekend tutto da gustare
Al via un Final Four di Montreux ricco di sorprese, con Thabo Sefolosha in campo ma senza l’Olympic e il massagnese Roberto Kovac. Gubitosa: ‘No comment’
Calcio
1 gior
‘Tifosi granata, stateci sempre vicini’
A due giorni dalla ripresa del campionato cadetto, il nuovo coach dell’Acb Stefano Maccoppi fa il punto della situazione e presenta tre nuovi arrivi
© Regiopress, All rights reserved