laRegione
ATLETICA
17.03.22 - 13:04
Aggiornamento: 19:01

Svizzera ambiziosa ai Mondiali indoor di Belgrado

Le stelle della selezione rossocrociata saranno Mujinga Kambundji (60 metri) e Simon Ehammer (eptathlon). Assente per infortunio Ajla Del Ponte

svizzera-ambiziosa-ai-mondiali-indoor-di-belgrado

La Svizzera si presenta al via dei Mondiali indoor, in programma da venerdì a domenica a Belgrado, con una selezione molto promettente, pur in assenza della ticinese Ajla Del Ponte (infortunata). Mujinga Kambundji e Simon Ehammer puntano con decisione al podio, mente numerosi altri rossocrociati sperano di potervi salire. Un segno della vitalità del movimento elvetico e della crisi di quello francese. Infatti, al via, le due nazioni avranno lo stesso numero di atleti (11). E gli svizzeri non si sono accontentati di soddisfare i requisiti minimi, ma sono diversi quelli che si trovano ai vertici dei valori mondiali stagionali. È il caso della Kambundji, detentrice del quinto tempo sui 60 metri (7"05) e il terzo tra le partecipanti (sarà assente la tre volte campionessa olimpica giamaicana Elaine Thompson-Herah). Nell’ultima edizione, disputata nel 2018 a Birmingham, la bernese aveva ottenuto la medaglia di bronzo e ha le carte in regola per ripetere l’exploit. Soltanto una delle sue rivali a Belgrado, la polacca Eva Svoboda, ha corso sotto i 7" (6"99).

L’altra principale carta da giocare per la delegazione elvetica sarà quella di Simon Ehammer. L’appenzellese è il numero due stagionale dell’eptathlon, con il record nazionale di punti (6’285) firmato alla fine di gennaio in Francia. Favorito d’obbligo per il titolo sarà il canadese Damian Warner, campione olimpico di decathlon, ma che quest’inverno non ha ancora gareggiato nell’eptathlon.

Nel salto con l’asta, Angelica Moser detiene il record europeo indoor. Sabato la zurighese dovrà affrontare, oltre alle migliori avversarie continentali, anche la campionessa olimpica, la statunitense Katie Nageotte, e la sua connazionale Sandi Morris. L’assenza delle atlete russe dovrebbe però aumentare le chance dell’elvetica.

Occhio pure a Ditaji Kambundji. La sorellina di Mujinga, quest’inverno ha battuto il record nazionale dei 60 metri ostacoli (7"94) e detiene il nono miglior tempo tra le partecipanti ai Mondiali.

In campo maschile, la Svizzera proporrà due rappresentanti nei 60 ostacoli, con Jason Joseph (11º tempo in 7"57) e Finley Gaio. Entrambi, però, negli ultimi giorni hanno dovuto fare i conti con il Covid-19 e raggiungeranno Belgrado soltanto all’ultimo momento (la gara è in programma domenica).

Rivelazione dell’inverno, Jonas Raess sarà al via dei 3’000 metri. Nel giro di otto giorni, negli Stati Uniti il 28enne zurighese ha battuto i record nazionali indoor del leggendario Markus Ryfgfel, sia nei 3’000 (7’39"49), sia nei 5’000 metri (13’07"95). Tempi senza dubbio di grande rilevanza, ma non è sicuro che, con la rivoluzione in atto nel mondo della media e lunga distanza, possano essere sufficienti per un posto in finale.

Saranno dodici i campioni olimpici in carica al via dei Mondiali di Belgrado. Le principali attrazioni del weekend serbo saranno Marcel Jacobs (60 metri), Armand Duplantis (asta), Jakob Ingebrigtsen (1500 metri) e Shaunae Miller Uibo (400). Jacobs è praticamente al suo rientro sul palcoscenico internazionale dopo la vittoria ai Giochi olimpici di Tokyo nei 100 metri, successo dopo il quale aveva messo fine alla stagione. A cercare di mettere il bastone tra le ruote all’italiano (6"49 quest’inverno) ci saranno soprattutto il campione del mondo dei 100 metri, lo statunitense Christian Coleman (6"45) e il suo connazionale Marvin Bracy (6"48).

Jacob Ingebrigtsen, fresco di record del mondo indoor (3’30"60), sarà l’attrazione dei 1’500, mentre nei 400 femminili spicca il duello tra l’olandese Femke Bool, allenata da Laurent Meuwly, e l’olimpionica delle Bahamas, Miller-Uibo. Per quanto riguarda Armand Duplantis, il fenomenale svedese appena dieci giorni fa nella stessa Stark Arena che ospiterà i Mondiali, aveva stabilito un nuovo record del mondo (6,19 metri). Il 6,20 è nell’aria...

Programma delle finali

Venerdì

12.10: salto triplo uomini. 18.55: peso donne. 19.05: salto in lungo uomini. 20.00: 800 m pentathlon donne. 20.30: 3’000 m donne. 20.55: 60 m donne (eventualmente con Mujinga Kambundji e Géraldine Frey).

Sabato

11.00: salto in alto donne.18.05: salto con l’asta donne (con Angelica Moser). 19.10: 800 m uomini. 19.30: 1’000 m heptathlon uomini (con Simon Ehammer e Andri Oberholzer).19.40: getto del peso uomini.19.50: 400 m donne. 20.10: 400 m uomini. 20.35: 1’500 m donne. 21.05: 60 m ostacoli donne (eventualmente con Ditaji Kambundji e Noemi Zbären). 21.20: 60 m uomini.

Domenica

10.45: salto in alto uomini (con Loïc Gasch). 11.00: salto triplo donne.12.05: 3’000 m uomini (eventualmente con Jonas Raess). 17.17: salto con l’asta uomini. 17.30: salto in lungo donne. 18.05: 800 m donne. 18.35: 1’500 m uomini. 19.30: 60 m ostacoli uomini (eventualmente con Jason Joseph e Finley Gaio). 19.40: 4x400 m donne.19.55: 4x400 m uomini.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Basket
49 min
Calendari troppo fitti e time out sprecati
Fra i problemi del nostro basket c’è l’uso spesso improprio e controproducente da parte degli allenatori dei minuti di sospensione
Sci
2 ore
Pinturault al comando dopo il superG
Nella combinata iridata di Méribel-Courchevel, Meillard chiude solo 12° la prova veloce, staccato di 1"34 dal francese. La manche di slalom alle 14.30
Calcio
2 ore
Terremoto in Turchia, ritrovato vivo Christian Atsu
Il ghanese ex Chelsea e Newcastle, che figurava fra i numerosissimi dispersi, è stato tratto in salvo dalle macerie provocate dal sisma
Calcio
3 ore
Alex Frei esonerato
Il Basilea, in profonda crisi, ha deciso di cambiare l’allenatore che aveva ingaggiato soltanto la corsa estate
BASKET
22 ore
LeBron James e Kareem Abdul-Jabbar, così simili e così diversi
Martedì contro Oklahoma o giovedì contro Milwaukee, ‘Lbj’ strapperà a ‘Kaj’ il record di punti segnati nella Nba
Angolo Bocce
23 ore
Riccio e Cadei firmano la prima gara di categoria B
A Lugano i due locarnesi della Stella si aggiudicano con un sofferto (ma meritato) 12-10 la finale che li opponeva a Silvia Lanz e Rocco Caggiano
SCI ALPINO
23 ore
I Mondiali si aprono con l’argento di Wendy Holdener
La svittese ha chiuso al secondo posto la combinata, alle spalle dell’italiana Brignone. Fuori alla terz’ultima porta Shiffrin, male Michelle Gisin
Hockey
1 gior
Heim salta la Nazionale, Rüfenacht torna sul ghiaccio
Ad Ambrì si attende di conoscere l’entità del problema del bernese e di quello di Kneubuehler. Forze nuove in arrivo per Luca Cereda
Volley
1 gior
Le ragazze del Bellinzona guadagnano due punti
Dopo un buon avvio, le ticinesi subiscono la reazione dell’Aarau, ma alla fine riescono comunque a imporsi al tiebreak
Tennis
1 gior
L’esempio di Ashe, trent’anni dopo
Il 6 febbraio del 1993, non ancora cinquantenne, il grande tennista si arrendeva all’Aids, contratto in ospedale dopo un’operazione al cuore
© Regiopress, All rights reserved