laRegione
Basket
11.03.22 - 15:16
Aggiornamento: 17:47

Per la Sam c’è la ‘cartina tornasole’ Neuchâtel

La Spinelli contro i neocastellani si gioca il secondo posto in una sfida che darà indicazioni importanti. Annullata la visita del Lugano allo Starwings.

di Dario ‘Mec’ Bernasconi
per-la-sam-c-e-la-cartina-tornasole-neuchatel

Esame Neuchâtel per la Spinelli Massagno, che ospita domenica alle 16 i neocastellani. Fermo invece il Lugano, che avrebbe dovuto rendere visita allo Starwings ma che si prenderà suo malgrado un turno di riposo in quanto la sfida è stata rinviata a causa delle numerose assenze in casa renana (solo 4 giocatori a disposizione).

Per la Spinelli la partita contro i neocastellani vale il secondo posto (due punti in favore dei ticinesi separano le due formazioni in graduatoria), mica cosa da poco. La sconfitta patita contro Fofana e compagni la settimana dopo la vittoriosa gara di semifinale della Sbl Cup, ha messo in pericolo la seconda poltrona. Neuchâtel sta comunque a due vittorie dalla Sam e quindi nessun ricongiungimento in vista se le cose dovessero andare per il verso sbagliato, ma i massagnesi hanno sempre fornito prove concerete e non c’è da dubitare sulla voglia di riscattare la sconfitta di un mese fa. Ci dovrebbe essere il rientro in squadra di Kovac (fuori dopo l’acuirsi di un dolore dopo le gare con la nazionale), un’arma in più quindi rispetto a Monthey. In Vallese, sei giorni fa, la Sam ha chiuso le porte della difesa nel terzo quarto ed è scesa la notte per i padroni di casa. Gubitosa spinge sempre in questa direzione, cioè avere un difesa ermetica, consapevole del potenziale d’attacco dei suoi. La continuità di rendimento sull’arco dei quaranta minuti è l’altro tassello che la Spinelli deve avere se vuole pensare in grande e arrivare fino in fondo a questo torneo. Il Neuchâtel, con la sua forza, è l’avversario giusto per testare a fondo questi aspetti, soprattutto perché dispone di tre giocatori svizzeri di livello come Colon, Martin e Fofana. Un avversario quindi che ha una buona panchina e giocatori in grado di tenere il campo con un buon rendimento. Ai massagnesi il compito di annullare tutti e tutto e garantirsi il secondo posto in classifica.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Tennis
3 ore
Bollettieri, il fabbricatore di campioni
Vita, metodi, successi e segreti del più celebre allenatore della storia del tennis, scomparso pochi giorni fa a 91 anni
gallery
sci freestyle
5 ore
L’addio di Nicole Gasparini alle gobbe: ‘Non ne avevo più’
La 25enne ticinese si ritira: ‘Un po’ di paura del cambiamento c’è, ma ora mi accorgo di aver vissuto moltissime esperienze’.
I mondiali dal divano
5 ore
Siamo tutti marocchini (almeno una volta nella vita)
La vittoria del Marocco contro la Spagna può anche essere vissuta come una sorta di rivalsa dei migranti contro i padroni di casa
Volley
12 ore
Alla Riveraine il Lugano sfiora uno storico successo
Grande reazione delle ragazze di Apostolos Oikonomou sul campo del capolista Neuchâtel, che (a fatica) riesce a spuntarla soltanto al tiebreak
Qatar 2022
15 ore
Messi: ‘I tifosi ci danno la carica’
La Pulce ricorda l’importanza dei supporter alla vigilia del quarto di finale contro l’Olanda
unihockey
15 ore
Solo il Ticino di Tomatis festeggia il successo
I rossoblù sconfiggono il Langenthal Aarwangen, ma poi si arrendono all’Eggiwil. Verbano battuto da Thun e Grünenmatt.
Qatar 2022
16 ore
Brasile-Croazia, classe contro compattezza
Nel primo quarto di finale, i balcanici affrontano i lanciatissimi sudamericani
Tennis
16 ore
Wawrinka spianatutto, dopo Berrettini sconfigge anche Rublev
Il vodese si regala le semifinali al torneo esibizione negli Emirati Arabi, dove domani contenderà al russo Daniil Medvedev il posto nell’atto decisivo
Hockey
17 ore
Ambrì, il ritorno (inatteso) di Claude Julien
Da domani, e per una dozzina di giorni, il sessantaduenne tecnico che si è fatto un nome nella Nhl tornerà a dispensare consigli alla Gottardo Arena
qatar 2022
17 ore
La Nazionale è ritornata in Svizzera
Giocatori e staff sono atterrati a Kloten, dove sono stati accolti da amici, parenti e tifosi
© Regiopress, All rights reserved