laRegione
tiri liberi
15.02.22 - 18:23

Al basket giova il ‘fiato sul collo’ dei tifosi

Quasi 500 spettatori hanno seguito la sfida tra la Sam e i Lugano Tigers, squadre che hanno riacceso la passione degli appassionati

di Dario ‘Mec’ Bernasconi
al-basket-giova-il-fiato-sul-collo-dei-tifosi
+1

Che bello rivedere tanto pubblico attorno a un campo da gioco. Questa la prima osservazione fatta all’inizio del derby di sabato con quasi 500 spettatori, tifosi, appassionati, amici e altro ancora. Ma l’importante è stato proprio quel senso di partita che solo il pubblico sa regalare. Se c’è uno sport che ha bisogno come il pane di sentirsi spinto e sostenuto è proprio il basket perché ha le condizioni migliori per “sentire il fiato sul collo”, il respiro dei tifosi. Nel calcio vi è una pista di atletica che tiene spesso lontani i tifosi, nell’hockey i giocatori sono intabarrati in imbottiture varie, mentre i giocatori del basket sono allo stato “brado” o quasi e hanno il pubblico a tre metri. Il fattore derby ha certamente avuto il suo peso, però anche i risultati recenti hanno dato una spinta. A digiuno di vittorie per una decina di giornate ma poi forti di due successi consecutivi, uno dei quali nientemeno che a Ginevra, i Tigers hanno risvegliato una buona parte dei tifosi. Per la Spinelli vincere, in questa stagione, come nella precedente, è diventato un’abitudine, soprattutto nelle fasi finali. Due traguardi sono già sfumati e puntare al campionato è un’ambizione più che legittima. Per ora, con il secondo posto, sta facendo un percorso che farà non poco piacere ai suoi tifosi, anche se l’amarezza per la sconfitta in Coppa della Lega non è stata digerita, se mai lo sarà.

Per i Tigers la serata del derby è stata di quelle a due facce: dopo un inizio di partita di tutto rispetto, complice anche una Sam non perfettamente centrata in fatto di logiche difensive, si è persa in meandri vari: in primis quando ha smesso di giocare assieme in attacco e ognuno ha cominciato ad andare per conto suo. Se poi chi deve guidare il gioco è il primo a perdersi è chiaro che tutto il complesso ne soffre. Gli innesti dei giovani in maniera sostenuta non hanno portato i frutti sperati, anche perché gli avversari sono i cugini che li conoscono a menadito e hanno sfruttato ogni minima indecisione. In fondo sono bastate quattro azioni un po’ toste per scavare 15 punti diventati via via incolmabili. Nulla di grave, visto l’avversario, ma in questa seconda parte di stagione sarà importante vedere un ulteriore salto di qualità. Ciò non vale solo per i giovani bianconeri ma anche per la Spinelli per quanto riguarda la continuità di intensità che deve produrre in una gara. Basta passaggi a vuoto se si vuole arrivare ai playoff con la forza di imporsi sull’arco dei 40 minuti, giocando al massimo per 40 minuti e non solo con l’acqua alla gola.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CANOA
5 ore
Pagaiando in kayak lungo i 1230 km del Reno
L’emozionante avventura della scorsa estate di due amici ticinesi appassionati di canoa
Calcio
11 ore
Francia, un’inchiesta giornalistica accusa il presidente del Psg
A due mesi dai Mondiali, Libération pubblica la storia di un imprenditore franco-algerino fermato in Qatar ’perché sapeva troppo su Al-Khelaifi’
Formula 1
16 ore
Il digiuno non spaventa Lewis. ‘Se non vinco non casca il mondo’
Domenica si torna in pista a Singapore e il sei volte campione del mondo spera di non restare per la prima volta a secco. ‘Ho sei occasioni per provarci’
CALCIO
20 ore
A due mesi dai Mondiali c’è chi sogna e chi ha gli incubi
Brasile e Argentina sembrano le selezioni più pronte. In Europa bene Spagna e Olanda, mentre per Francia e Inghilterra sono più i dubbi delle certezze
BMX FREESTYLE
22 ore
Il Park di Cadenazzo ospita i Campionati svizzeri
Sabato 1° ottobre (o domenica in caso di brutto tempo) al via una cinquantina di atleti, tra i quali la medaglia olimpica Nikita Ducarroz
Calcio
1 gior
Svizzera - Cechia: le pagelle
Sommer migliore in campo. Bene anche Widmer e Sow. Troppe imprecisioni e prestazione non perfetta per Elvedi
HOCKEY
1 gior
Il primo derby fa bello il Lugano. Bürgler: ‘Troppo impazienti’
I biancoblù iniziano bene, i bianconeri proseguono meglio. McSorley: ‘Col nostro gioco li abbiamo messi in difficoltà. Meritiamo di stare più in alto’
CALCIO
1 gior
Una Svizzera poco brillante batte la Cechia e si salva
Nations League, i rossocrociati faticano ma alla fine si impongono con le reti di Freuler ed Embolo. Decisivo Sommer che para un rigore
hockey
1 gior
Il primo derby è tutto del Lugano
I bianconeri si impongono con autorità alla Gottardo Arena, grazie alla doppietta di Thürkauf e alle reti di Granlund e Andersson
COSE DELL'ALTRO MONDO
1 gior
Non basta fare bene i compiti, Las Vegas ne sa qualcosa
Un’accurata programmazione può portare dall’altare alla polvere, ma i Raiders, nonostante Adams e Jones, rimangono la sola squadra senza vittorie
© Regiopress, All rights reserved