laRegione
CICLISMO
03.02.22 - 20:42
Aggiornamento: 21:21

Egan Bernal: ‘La corsa più difficile della mia vita’

Il colombiano, reduce da un grave incidente stradale, ha fatto il punto sulla situazione elencando le undici fratture subite

egan-bernal-la-corsa-piu-difficile-della-mia-vita

“È la gara più difficile della mia vita”. Sono parole del colombiano Egan Bernal, espresse sul suo account Instagram a 15 giorni dall’incidente stradale del quale è rimato vittima. “Ieri (mercoledì, ndr) sono stato sottoposto all’ultimo importante intervento chirurgico e sembra che tutto sia andato bene”, ha aggiunto il vincitore del Tour de France 2019, completando il messaggio con due foto che lo ritraggono, piuttosto provato, nel suo letto d’ospedale.

Il 25.enne colombiano ha fatto il bilancio delle fratture subite nell’incidente del 24 gennaio, quando durante un allenamento era andato a sbattere contro un pullman fermo a bordo strada: undici costole, un femore, una rotula, due vertebre toraciche, l’odontoide, un metacarpo e un pollice. Bernal ha inoltre precisato di aver perso un dente e di soffrire di perforazioni ai due polmoni.

La clinica La Sabana di Bogotà, dove si trova ricoverato, ha fornito notizie rassicuranti sulle condizioni dello scalatore: “Gli obiettivi di stabilizzazione della colonna cervicale sono stati raggiunti con eccellenti risultati clinici e senza complicazioni”.

Dopo essere stato sottoposto a cinque interventi chirurgici in dieci giorni, Bernal ha lasciato il reparto di cure intensive della clinica: “Ho rischiato di ammazzarmi, ma sapete una cosa? Sono grato a Dio per avermi fatto vivere questa prova che è la corsa più difficile della mia vita”.

Per il momento, la squadra del vincitore del Giro d’Italia 2021, la britannica Ineos, non ha rilasciato precisazioni sul periodo di indisponibilità del colombiano e tanto meno sulla sua posibilità di prendere parte alle prossime grandi corse a tappe.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
8 ore
In Champions vincono Zugo, Rapperswil e Friborgo
Serata da incorniciare per le squadre svizzere sul palcoscenico d’Europa: Zugo e Friborgo agli ottavi da primi della classe, sangallesi fuori con onore
Calcio
8 ore
Con due gol di Rabiot la Juventus stende il Maccabi
Nel mercoledì di Champions League nulla da fare invece per il Milan, sconfitto 3-0 dal Chelsea allo Stamford Bridge di Londra
Formula 1
9 ore
La Fia rinvia il verdetto sul budget cap. Verso sanzioni lievi?
Da Parigi nessuna novità: la conclusione dell’analisi il 10 ottobre. Intanto, però, Sky lancia l’indiscrezione: il tetto sarebbe stato sforato, ma di poco
Calcio
11 ore
Seoane silurato, arriva Xabi Alonso
Il Bayer Leverkusen licenzia il tecnico elvetico, sostituito dall’ex centrocampista spagnolo
Calcio
12 ore
Europa, lo Zurigo cerca punti per il morale
Il Basilea vuole invece ipotecare il passaggio del turno
ginnastica artistica
14 ore
‘Vogliamo offrire una serata di grande ginnastica’
Il nuovo presidente del comitato organizzatore Alberto Mogliazzi, si sta preparando per il 39esimo Memorial Gander, in programma a Chiasso il 23 novembre
CALCIO
19 ore
Quel gol divorato al Maracanà, pesante come un macigno
Higuain sarà per sempre ricordato soprattutto per l’errore nella finale mondiale del 2014 fra Argentina e Germania
Tennis
20 ore
Astana, Hüsler fuori al primo turno
Lo zurighese nettamente battuto dal numero 53 Ruusuvuori
Calcio
1 gior
‘Il sindacato calciatori ci ha messo in difficoltà’
Il capitano del Chiasso esclude il boicottaggio delle partite
Hockey
1 gior
Champions, 4 svizzere agli ottavi di finale
Il Davos, vincitore contro l’Ocelari, e lo Zurigo, pur se sconfitto in Svezia, raggiungono agli ottavi di finale Zugo e Friborgo
© Regiopress, All rights reserved