laRegione
Sion
0
Zurigo
0
2. tempo
(0-0)
Lucerna
Young Boys
16:30
 
Winterthur
Lugano
16:30
 
Wil
0
AC Bellinzona
0
2. tempo
(0-0)
Thun
Xamax
16:30
 
Torino
0
Udinese
0
1. tempo
(0-0)
TSITSIPAS S. (GRE)
2
ANDRADE A. (ECU)
0
fine
(7-6 : 6-1)
Zurigo
Ambrì
15:45
 
Kloten
Berna
15:45
 
BASKET
16.01.22 - 14:53
Aggiornamento: 18:51

Un sogno svanito presto, ma con tante attenuanti

Lugano Tigers eliminati da Neuchâtel nei quarti di finale di Coppa Svizzera, ma la squadra di coach Cabibbo era davvero troppo ‘incerottata’ per reggere

di Dario ‘Mec’ Bernasconi
un-sogno-svanito-presto-ma-con-tante-attenuanti

Se mai ci sono state, le illusioni o le speranze, fate voi, di fare il colpaccio, a Lugano sono durate 15 minuti: 26-28 il risultato con i bianconeri a trovare, grazie alla difesa a zona, le buone contromisure per arginare Colon e i suoi compagni. Poi un 9-0 a favore dei neocastellani ha dato il “la” alla fuga. Il rammarico sta nel fatto che è stata tutta opera dei padroni di casa: in pratica tre palle banalmente perse e 26-37 in meno di 2’. Chiusa metà gara sul 32-47, gli argomenti per risalire la china non ci sono proprio stati e il 4-14 dei primi 5 minuti del terzo quarto, che ha portato lo score sul 36-61, ha chiuso definitivamente la gara. Le attenuanti non sono per nulla delle fantasie: nell’ultimo mese Humphrey e compagni si sono visti tutti in campo ad allenarsi una sola volta. Criswell ha ceduto di schianto nell’ultimo quarto, pur stando in campo con grande volontà per 31 minuti, lui che negli ultimi 7 giorni è stato alle prese con isolamento e altro. Humphrey e Robertson sono stati in campo 40 minuti ma, chiaramente, era difficile chiedere molto di più: è vero che han sbagliato canestri anche banali, ma se non hai nelle gambe le energie che accumuli con gli allenamenti, anche il tiro più facile diventa complicato. Con Stevanovic in una delle sue giornate nel… pallone, a dare una scossa a tutto il pubblico presente è stato Massimiliano Dell’Acqua: 28 minuti di campo, 24 punti, 1/1 da 2, 6/9 da 3 e 4/5 nei tiri liberi sono cifre eloquenti di un giovane che sta crescendo in sintonia con quanto di bene si è sempre detto di lui. Non ha ancora il fisico per imporsi negli uno contro uno, ma ha una mano e una velocità di esecuzione di tutto rispetto e certamente, se saprà crescere con la volontà di migliorarsi sempre e con la giusta testa, avrà un ottimo futuro. Degli altri giovani Mina è stato il più in palla, 6 punti e 2 rimbalzi, mentre il rientro dalla malattia di Togninalli e Matasic è stato difficoltoso. Se poi si pensa che Bernardinello si è infortunato dopo 74”, che dire ancora?

«Non possiamo pensare che positivo – ci dice il viceallenatore Cabibbo a fine gara – nel senso che questa squadra ha dato tutto quanto poteva e va loro riconosciuto. Peccato che fosse un quarto di Coppa, gara nella quale non abbiamo potuto essere nelle migliori condizioni, anche se va riconosciuta la forza del Neuchâtel. Ma certamente, in altre condizioni, avremmo potuto giocarcela diversamente. Ora prepariamoci alle prossime gare alla nostra portata.”

Lugano - Neuchâtel 73-88 (17-22, 32-47, 45-69)

Lugano: Robertson 12 punti e 10 rimbalzi, Humphrey 15 punti e 10 rimbalzi, Bernardinello, Maffei, Dell’Acqua 24, Stevanovic 5, Criswell 9, Mina 6, Matasic, Togninalli 2.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
17 ore
Grazie a Klok il Lugano decolla e atterra sopra il Kloten
Dopo lo Zugo, i bianconeri mettono sotto anche gli Aviatori e salgono al nono posto in classifica, strappandolo proprio alla formazione zurighese
Tennis
18 ore
Stan ottiene il punto decisivo: Svizzera alle finali di Davis
In svantaggio 2-1 dopo la sconfitta nel doppio, i rossocrociati ribaltano la sfida con la Germania grazie ai successi di Hüsler e Wawrinka
Sci
1 gior
A Chamonix lo slalom parla svizzero: primo Zenhäusern, 3° Yule
Due svizzeri sul podio dello slalom per la prima volta dal 1978. Fuori il francese Noel, in testa dopo la prima manche. Primo podio greco con Ginnis
IL DOPOPARTITA
1 gior
‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo
I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
1 gior
Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’
I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
1 gior
Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1
Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
1 gior
Ambrì, una sconfitta che non ci voleva
La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
1 gior
Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti
Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
1 gior
Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto
Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
1 gior
La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull
Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
© Regiopress, All rights reserved