laRegione
Olimpiadi
23.12.21 - 15:14
Aggiornamento: 15:35

Pechino 2022: ‘Ci aspettiamo dei contagi ma siamo pronti’

Le autorità cinesi hanno dichiarato di essere pronte ad affrontare le epidemie durante le Olimpiadi invernali di Pechino (4-20 febbraio 2022)

pechino-2022-ci-aspettiamo-dei-contagi-ma-siamo-pronti

Le autorità cinesi hanno dichiarato di essere pronte ad affrontare le epidemie durante le Olimpiadi invernali di Pechino (4-20 febbraio 2022), con appositi ospedali per ricoverare gli atleti risultati positivi. “Ci saranno sicuramente infezioni ed è possibile che si verifichi un focolaio di contaminazione su piccola scala”, ha affermato Huang Chun, responsabile del controllo della diffusione del virus durante le Olimpiadi invernali di Pechino, nel corso di un incontro informativo. Secondo Chun, l’evento presenta un “rischio di trasmissione molto alto”.

“Ci saranno una serie di casi positivi”, ha detto un altro capo del comitato organizzatore, Han Zirong. “Questo è un evento ad alta probabilità” di trasmissione del coronavirus, ha aggiunto. La Cina ha adottato una strategia “zero Covid” dalla metà dello scorso anno: rigide restrizioni alle frontiere, confinamenti localizzati, lunghe quarantene e tracciamento della popolazione. È riuscita così a mantenere i tassi di infezione molto bassi. Un singolo caso può portare a screening o blocchi massicci. Anche i politici colpevoli sono stati licenziati dai loro incarichi.

Il Paese ha inoltre rafforzato misure già molto rigide in previsione dell’arrivo di migliaia di atleti stranieri per le Olimpiadi. La capitale Pechino ora richiede test Covid negativi per tutti i visitatori e limita i voli da altre città. Oltre alle vaccinazioni obbligatorie prima dello sbarco in Cina, tutti gli atleti devono sottoporsi a test di screening giornalieri. I funzionari hanno inoltre esortato gli sportivi a fare il richiamo del vaccino contro il Covid-19. Gli atleti risultati positivi non potranno partecipare ai Giochi, mentre i pazienti asintomatici saranno messi in quarantena sul posto e i pazienti con sintomi saranno inviati agli ospedali precedentemente designati a Pechino e Zhangjiakou.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
2 ore
Flamenco nel pallone, Al Hilal in finale
La formazione saudita batte 3-2 i brasiliani e approda all’atto decisivo del Mondiale per club, dove sfiderà il Real o gli egiziani dell’Al Ahly
HOCKEY
3 ore
Gdt Bellinzona, è ancora tempo di emozioni
Dopo la semifinale di Coppa persa contro il Martigny, che quel trofeo l’ha poi vinto, da giovedì spazio alla magia playoff. ‘C’è il livello per salire’
Salto con gli sci
6 ore
Mondiali, Simon Ammann ci sarà
Il ‘Folletto del Toggenburgo’ farà parte del contingente rossocrociato per le gare iridate di Planica, previste dal 21 febbraio al 5 marzo
Atletica
6 ore
Moggi e Petrucciani da record a Macolin
I due ticinesi dell’Lcz tra i grandi protagonisti nel weekend, ma da segnalare ci sono anche i due primati di categoria stabiliti da Laura Torino Imberti
COSE DELL'ALTRO MONDO
6 ore
Una squadra in Europa? No, meglio quattro
La Nfl sta pensando di sbarcare sul Continente con un’intera division. Un’idea che non andrà in porto prima di un decennio, viste le molte incognite
Sci
7 ore
Lara a difesa del suo titolo iridato
In programma mercoledì a Méribel il superG femminile, con la ticinese – campionessa in carica – ovviamente fra le favoritissime
NATIONAL LEAGUE
8 ore
Il Berna mette le mani su Josh Teves
Il ventisettenne difensore canadese rinforzerà gli Orsi fino al termine della stagione: arriva dai finlandesi dell’Jyväskylä
Formula 1
8 ore
Nuovo look per l’Alfa Sauber
Livrea rosso-nera per la vettura del team con sede a Hinwil, che conferma i piloti Bottas e Zhou nel Mondiale che scatta il 5 marzo in Bahrain
Parigi 2024
8 ore
‘Niente russi finché c’è la guerra’
Anne Hidalgo, sindaca della capitale francese, cambia idea: ora è contraria alla presenza di Mosca alle Olimpiadi di Parigi del 2024
Basket
10 ore
Calendari troppo fitti e time out sprecati
Fra i problemi del nostro basket c’è l’uso spesso improprio e controproducente da parte degli allenatori dei minuti di sospensione
© Regiopress, All rights reserved