laRegione
gli-sharks-in-acqua-per-la-coppa-svizzera
Pallanuoto
09.12.21 - 18:36

Gli Sharks in acqua per la Coppa Svizzera

Sabato al Lido l’esordio ufficiale del nuovo Lugano di Carmine Argentieri

Sabato torna in acqua il Lugano Pallanuoto in una competizione ufficiale dopo la sconfitta nella finale per il titolo contro il Kreuzlingen dello scorso luglio. Alle 20 al Lido prenderà così ufficialmente il via l’avventura di Carmine Argentiero sulla panchina degli Sharks, che affronteranno il Wba Tristar, compagine di Lnb nei quarti di finale di Coppa Svizzera.

Ai nastri di partenza si presenta una squadra molto diversa rispetto a quella dell’anno scorso, ringiovanita dalla presenza di tanti giovani luganesi sui quali la società ha puntato, ai quali si aggiungeranno i nuovi arrivi Scala e Pucar, anche loro prodotti del vivaio luganese, reduci da esperienze in altre squadre.

Gli addii dei veterani Goran Fiorentini, Deserti, Tramacera e Graziani sicuramente peseranno dal punto di vista dell’esperienza e della gestione dei momenti difficili. Sereno e fiducioso in vista della prossima stagione che è ormai alle porte, Argentiero conosce molto bene i giovani che ha a disposizione, condotti alla conquista del titolo nazionale U17 lo scorso settembre.

L’avversario sulla carta è alla portata, ma gli Sharks non dovranno sottovalutare l’impegno perché le insidie in questo tipo di incontro sono dietro l’angolo.

I ragazzi luganesi sono reduci da mesi di duri allenamenti, molto intensi dal punto di vista fisico e natatorio, nei quali si è anche approfondito l’aspetto tattico che dovrà inevitabilmente essere completamente nuovo rispetto a quello visto negli ultimi anni. Saranno ancora a disposizione i cecchini Radivojevic, Pagani e capitan Deni Fiorentini, mentre saranno purtroppo assenti gli infortunati Zanola e Savazzi, defezioni pesanti che ridurranno le scelte a disposizione del nuovo mister.

A queste assenze pesanti si aggiungerà anche quella del pubblico, vera arma in più dei ticinesi negli ultimi anni, a causa delle restrizioni dovute alla pandemia per le manifestazioni sportive al chiuso.

Il calendario ha voluto che anche la seconda squadra del Lugano disputasse i quarti di finali di Coppa Svizzera, contro l’avversario più ostico, vale a dire i detentori del titolo nazionale del Kreuzlingen. Appuntamento venerdì al Lido (alle 20).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
argentiero lugano sharks pallanuoto
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
ATLETICA
1 ora
Pandemia, annullati i Mondiali di mezza maratona
Erano previsti per il 22 novembre a Yangzhou, in Cina
Calcio
2 ore
Basilea già privo di Augustin
L’attaccante si è fatto male in allenamento
STORIE MONDIALI
8 ore
Breve la vita felice di Cartavelina e Trello
Nel 1938 la Svizzera tolse a Hitler il sogno di vincere la Coppa del mondo disputata in Francia
Calcio
15 ore
Violenza sessuale, arrestato un calciatore inglese
Un non meglio precisato giocatore di Premier League interrogato a Londra per un presunto stupro avvenuto il mese scorso. Ne dà notizia il The Sun
Tennis
16 ore
Rafa a spasso per Londra. Poi, però, deve soffrire
Il maiorchino batte in tre set il ventisettenne olandese, venticinquesimo dell’Atp, con qualche preoccupazione nel finale: ai quarti contro Taylor Fritz
Sci
18 ore
Petra Vlhova, olimpionica di Slalom, si allena a Tenero
Il tecnico ticinese Mauro Pini: preparazione mirata, focus sulle discipline tecniche, all’orizzonte c’è Cortina 2026
CALCIO
20 ore
Hicham Mahou bianconero per i prossimi quattro anni
Il laterale francese di origini marocchine ha disputato l’ultima stagione con il Losanna. Per il Lugano un prezioso rinforzo sulla corsia laterale
CICLISMO
23 ore
Marc Hirschi e la Uae Emirates, uniti per la causa di Pogacar
TdF, il 23enne bernese: ‘Non credo avrò molta libertà d’azione. Il Covid sembrava avermi tagliato fuori, ora invece sto bene e sono contento di esserci’
Calcio
1 gior
Gabriel Jesus all’Arsenal
Lascia il City dopo 5 anni
ciclismo
1 gior
Maratona dles Dolomites, Rocco Cattaneo vince ancora
Settimo successo consecutivo per il ticinese sulle strade dolomitiche, su un percorso che vanta ben 4320 metri di dislivello
© Regiopress, All rights reserved