laRegione
BASKET
05.12.21 - 20:57
Aggiornamento: 21:19

La Sam Massagno si offre la testa della classifica

La Spinelli batte l’Olympic, mentre il Lugano cede al Monthey e scivola in ultima posizione

la-sam-massagno-si-offre-la-testa-della-classifica

Il Lugano con la coda tra le gambe, la Spinelli sul tetto della classifica. Questo il responso del weekend delle due ticinesi. Il Lugano ha regalato i primi due punti stagionali ai vallesani e così il Monthey ha lasciato ai bianconeri l’ultima poltrona. Una gara senza succo, da entrambe le parti, sia chiaro, nei primi due quarti con gioco povero e un mare di errori: 23-19 nel primo quarto con un sussulto dei Tigers di 15-0 zero per andare dal 6-15 al 21-15. Da notare che i primi 8 punti in 6 minuti, li ha messi uno Stevanovic in serata di grazia, chiuderà con 19 punti, e in questi minuti il primo punto dei tre Usa è arrivato su tiro libero: qualcosa chiaramente non ha funzionato e nel secondo quarto, 11-22 se ne è avuta la riprova: 5/17 al tiro. Nel terzo quarto si è visto un po’ più di basket con i bianconeri a recuperare fino al 57 pari al l’8’. Poi il Monthey ha riallungato a +8, 63-71 al 4’ e da quel momento è stata una rincorsa punto a punto fino alla fine, con il Monthey a festeggiare la prima vittoria stagionale: 84-89.

«Non so più cosa dire – afferma va Nikolic a fine gara –, chiami il minuto per fare certe cose e non succede, chiedi di cercare soluzioni adeguate e c’è chi spara da ogni posizione. Non c’è disciplina e, chiaramente, l’uscita di Robertson per falli al 33’ ci è costata cara». Anche perché il coach e assistente non hanno visto che un minuto prima gli era stato fischiato il 4°. Magari distratti non sono solo i giocatori, o no?

Bella vittoria della Spinelli contro l’Olympic, successo maturato nel secondo tempo in quanto i primi due quarti sono stati da “porte aperte” e chiuso sul 45-53. A fare la differenza il 4/12 da 3 contro l’8 su 16, non certo le difese.

Altra musica nel terzo quarto con la Sam ad andare sotto di 13 al 6’, 54-67, frutto di troppe palle perse e rimbalzi mancati. Poi la sveglia nel finale di tempo con un 9-5 che ha messo il risultato sul 65-72. Sul 71-76 al 3’, un antisportivo mette in azione la rimonta: un libero su 2 di Taylor, un 3+1 di Kovac, primo canestro suo, una tripla e altri due punti di Marko Mladjan, il migliore dei suoi – 24 punti e 4 rimbalzi – hanno dato un parziale di 12-0: 81-76. L’Olympic ha provato a rientrare ma è sempre stato tenuto a distanza di un canestro, fino al +10 finale, 92-82, frutto delle padelle burgunde e dei liberi messi a segno. Bene anche D. Mladjan, 18 punti come Taylor, James ha sopperito alla giornata no di Nikolic, 2 punti, con 12 punti e 11 rimbalzi, e Williams 10 punti. Kovac al minimo, un solo canestro e 4 liberi, comunque decisivi.

«Primo tempo senza difesa e senza gioco d’assieme – il commento di Gubitosa –: poi ci siamo ripresi, abbiamo giocato con più testa e di squadra, abbiamo fatto un parziale di 47-29. Vincere era importante per la fiducia, anche se mercoledì in Coppa a Friborgo sarà altra cosa, con il rientro di Miljanic e Gravet».

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
MOUNTAIN BIKE
6 ore
Nel 2023 per Filippo Colombo soffia un vento di novità
Il biker ticinese ha cambiato squadra (è passato alla Scott) e con la Q36.5 vuole intensificare l’attività su strada. ‘Ma punto a Cdm e Mondiali di mtb’
hockey
8 ore
Anche un po’ di Ticino alla finale di Champions League
Il linesman Eric Cattaneo selezionato per arbitrare Luleå-Tappara Tampere il prossimo 18 febbraio. Con lui Stolc e due tedeschi
Basket
8 ore
Ufficiale, Sefolosha a Vevey
Il primo svizzero ad aver giocato nella Nba torna a 38 anni nel club con cui aveva esordito
tennis
10 ore
Australian Open, continua la marcia di Aryna Sabalenka
La bielorussa accede alla finale di Melbourne dopo aver eliminato in due set 7-6 6-2 la polacca Magda Linette. Ora affronterà la kazaka Rybakina
Tennis
12 ore
Elena Rybakina prima finalista degli Australian Open
La kazaka ha eliminato in due set (7-6, 6-3) la bielorussa Viktoria Azarenka
Calcio
15 ore
Abramovich, Todd Boehly e il calciomercato del Chelsea
Il nuovo padrone dei Blues, dopo aver fatto piazza pulita dello staff, ha adottato un’innovativa e azzardata politica di ingaggio dei giocatori
COSE DELL'ALTRO MONDO
16 ore
Il sogno prosegue, Mr. Irrelevant non si vuole più svegliare
Brock Purdy ha vinto l’undicesima partita consecutiva, portando San Francisco alla finale della Nfc. A Kansas City brividi per l’infortunio a Pat Mahomes
Sci
1 gior
A Schladming arriva il gran giorno di Loïc Meillard
Il 26enne di Hérémence conquista infine il primo trionfo in gigante, lasciandosi alle spalle il grigionese Gino Caviezel in un mercoledì da incorniciare
SPORT
1 gior
Discriminazione nello sport, Berna scende in campo
Etica e competizione, il Consiglio federale vara un pacchetto di misure volte a rafforzare, in particolare, la protezione dei giovani atleti
Sci
1 gior
Prosegue il dominio di Mikaela Shiffrin
La statunitense fa suo anche il secondo Gigante di Plan de Corones, solo Mowinckel sta sotto al secondo di ritardo. Gut-Behrami quinta in crescendo
© Regiopress, All rights reserved