laRegione
DJOKOVIC N. (SRB)
POSPISIL V. (CAN)
15:25
 
Basket
26.11.21 - 12:14
Aggiornamento: 16:13

Svizzera, servono schemi e un gioco ragionato

Dopo la deludente prova di giovedì in Austria, la nazionale torna in campo domenica a Friborgo contro Cipro nelle pre-qualificazioni a Euro 2025

di Dario ‘Mec’ Bernasconi
svizzera-servono-schemi-e-un-gioco-ragionato

Dopo la deludente prova di giovedì in Austria (sconfitta 80-64), la nazionale svizzera di basket torna in campo domenica a Friborgo contro Cipro nell’ambito delle pre-qualificazioni a Euro 2025. Visto che i ciprioti sono 79esimi nel ranking Fiba e che hanno subito una sconfitta 81-73 contro l’Irlanda del Nord, 104esima delle gerarchie mondiali, c’è da pensare solo a una vittoria. Contro gli austriaci la Svizzera ha palesato notevoli difficoltà sia in attacco sia in difesa, concedendo sotto le sue plance ben 19 rimbalzi: solo l’insipienza dei lunghi austriaci non ci ha condannato più pesantemente. Poche rotazioni difensive, nulli i tagliafuori pur al cospetto di lunghi non tanto lunghi. Le 16 palle perse sono un altro aspetto negativo, frutto di un controllo del gioco troppo approssimativo, mancando un uomo dello spessore di Kazadi: i vari Fofana, Martin e La Senn sono troppo deboli in campo internazionale, anche in terza fascia.

Occorre quindi che la Svizzera ritrovi un gioco ragionato, che possa avere degli schemi adatti a sfruttare ad esempio Kovac e che abbia una maggior consistenza anche sotto il tabellone avversario: sia Calasan sia Cotture hanno visto pochi palloni, mentre Nzege è stato troppo limitato dagli inutili falli commessi. Il quintettto con Portannese, Kozic, Kovac, Nzege e Cotture è quello che ha dato maggiori sicurezze mentre con gli altri in campo la Svizzera ha subito non poco. Cipro non è certamente una compagine da far paura, sempre però che si giochi di squadra e si sfruttino al meglio le individualità. Soprattutto, sarà una difesa concreta a determinare l’esito della gara, perché se si concedono secondi e terzi tiri, anche l’avversario più debole ne trae vantaggio. A Friborgo la Svizzera ha la possibilità di dimostrare che quella in Austria è stata solo, si fa per dire, una partita storta.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
BASKET
4 ore
Molti volti nuovi per il derby tra Tigers e Spinelli
Le due ticinesi in campo domani all’Elvetico nella prima giornata di un campionato che vede l’Olympic Friborgo quale grande favorito
Calcio
9 ore
Rabbia Mihajlovic, gioia Pollero
Sentimenti contrastanti a Bellinzona, con l’uruguagio che diventerà papà di una bimba e il ticinese che vorrebbe disporre di strutture migliori
IPPICA
16 ore
Svizzera in finale a Barcellona: sfiderà il Belgio per i Giochi
In attesa di Steve Guerdat, Schmitz, Schwizer, Rutschi e Fuchs centrano l’atto conclusivo al Premio delle nazioni, dove si giocano il posto a Parigi 2024
Hockey
17 ore
Hischier è costretto a fermarsi: avvio di stagione a rischio
Un problema alla coscia obbliga alla pausa forzata il ventitreenne capitano dei New Jersey Devils, a due settimane dall’inizio del campionato Nhl
SCACCHI
18 ore
‘Hans ha barato!’. Adesso la Federazione vuol vederci chiaro
Dopo le proteste della superstar Magnus Carlsen, la Fide apre l’inchiesta sull’accusa nei confronti del rivale americano che già aveva imbrogliato sul web
Tennis
21 ore
L’exploit di Hüsler: batte Carreño Busta e vola in semifinale
Secondo successo in carriera contro un giocatore piazzato nella top 20 per lo zurighese, che a Sofia riesce a piegare la resistenza dell’iberico in 3 set
MOTOCICLISMO
23 ore
Aegerter passerà alla Superbike
L’elvetico premiato dalla Yamaha per le sue prestazioni in Supersport
Hockey
1 gior
Torneo a Friborgo per la Nazionale in dicembre
Fissato anche un match di gala sul ghiaccio di Zurigo per il 9 febbraio 2023, contro la Finlandia
Calcio
1 gior
Coppa Svizzera, due ottavi di finale nel 2023
Il match di Super League fra Lucerna e Basilea, rimandato al 9 novembre, impedisce di completare il turno di Coppa entro fine anno
CANOA
1 gior
Pagaiando in kayak lungo i 1’230 km del Reno
L’emozionante avventura della scorsa estate di due amici ticinesi appassionati di canoa
© Regiopress, All rights reserved