laRegione
nel-mendrisiotto-conferme-e-sorprese
Corsa d’orientamento
18.10.21 - 13:100
Aggiornamento : 17:44

Nel Mendrisiotto conferme e sorprese

A Rovio Noemy Cerny batte la nazionale Elena Pezzati, che però si rifà nello sprint. Tobia Pezzati firma invece la doppietta in campo maschile

Il weekend di gare momò è stato generoso di percorsi di ottimo livello, onorati da prestazioni altrettanto eccellenti firmate dai protagonisti della scena orientistica cantonale. Non sono mancate però le sorprese, tanto nella versione boschiva di Rovio, quanto nei tracciati sprint suddivisi nei nuclei di Muggio, Cabbio e Bruzella. Impeccabile la complicata organizzazione curata dalla Scom Mendrisio, che ha voluto così omaggiare il suo socio fondatore Giorgio Tettamanti, recentemente scomparso.

A Rovio la sorpresa della giornata l’ha creata Noemi Cerny (Scom Mendrisio), che si è aggiudicata la corsa delle Dal, battendo le ragazze della squadra nazionale rossocrociata Elena Pezzati (Scom Mendrisio) e Sophie Bachmann (Olv Baselland). Se la Pezzati presenta un distacco risicato, di soli 54 secondi, la Bachmann ha pagato più cari gli errori nella fase centrale della corsa e al traguardo risulta staccata di 8’54’’. La prova maschile ha visto il successo di Tobia Pezzati (Scom Mendrisio), davanti a Siro Corsi (Gold Savosa) che, dopo aver condotto la corsa fino a due terzi del tracciato, ha dovuto lasciare il passo al nazionale di Sagno. Corsi si è però inserito davanti all’altro nazionale rossocrociato, lo junior Manuele Ren (Asco Lugano), incappato in un grosso errore di valutazione della cartina nelle fasi iniziali del percorso. Da copione gli esiti delle categorie giovanili e seniores, con una citazione di particolare merito per il dodicenne Giulio Romagna (Gold Savosa), impostosi nella classe di età superiore dei quattordicenni.

La seconda giornata in Valle di Muggio ha proposto ai 350 concorrenti una serie di sprint veloci dapprima nel nucleo di Muggio, poi in quello di Cabbio, per terminare nelle scalinate e nelle piazzette del paese di Bruzella. In questo contesto, il ritmo di corsa dei migliori élite è stato impressionante: il vincitore Tobia Pezzati ha saputo coordinare al meglio la velocità di falcata con la lettura immediata della cartina in scala 1:3’000, ma non da meno stavolta è stato Manuele Ren, che gli ha concesso solo 41 secondi, nel transito dai 48 punti di controllo posati dai tracciatori. In pratica, meno di un secondo a punto. Buono anche il crono di Feliciano Pawlowski (O-92 Piano di Magadino), terzo con un ritardo di 3’45’’ sul vincitore. La gara femminile è stata altrettanto tirata, con la Bachmann in netto recupero rispetto alla prova di Rovio, andata a impensierire seriamente la vincitrice Elena Pezzati (Scom Mendrisio), dalla quale la separano solo 11 secondi. Fuori subito dai giochi, per aver mancato di punzonare il quinto punto di controllo del tracciato Dal, Noemi Cerny, sicché al terzo rango è avanzata la specialista e nazionale rossocrociata di bike O, Arianna Arpagaus (C.O. Aget Lugano), che fa registrare un distacco di 10’ sulle battistrada.

Come successo alla Cerny, anche nelle categorie giovanili e seniores lo stress di dover scegliere in fretta l’itinerario corretto nelle strettoie dei paesi ha causato diversi errori di punzonatura. Così sono usciti anche gli esperti Michele Ren (Asco Lugano) negli H40, Stefano Maddalena (O-92 Piano di Magadino) negli H50, Giulio Romagna (Gold Savosa) negli H14, Giovanni Gattoni (C.O. Aget Lugano) negli H18, Kim Vassalli (Gold Savosa) nelle D14, Carla Bolis (O-92 Piano di Magadino) nelle D60.

Le classifiche complete con i tempi intermedi si trovano su www.swiss-orienteering.ch, mentre su www.asti-ticino.ch sono pubblicati i percorsi delle varie categorie.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Sci
1 ora
Cancellate le Universiadi invernali di Lucerna
La decisione del comitato organizzatore in seguito alle restrizioni all’entrata da diversi Paesi decise dalla Confederazione
BASKET
17 ore
La Svizzera torna a galla in una povera partita
Sconfitti all’esordio in Austria nelle prequalificazioni europee, i rossocrociati rialzano la testa mettendo sotto una selezione cipriota davvero modesta
Sci
19 ore
Tra i fiocchi del Vermont fa festa Mikaela Shiffrin
Successo statunitense a Killington, davanti a Vlhova e Holdener. A Lake Louise, invece, uomini fermati ancora dalle nevicate. Ma non dal Covid
Hockey
20 ore
‘È un’altra bastonata. Non tutta meritata, ma in parte sì’
Daniele Grassi torna sulla rocambolesca sconfitta contro lo Zugo. ‘Sull’arco di tutto l’incontro abbiamo commesso tanti errori evitabili’
Gallery
Calcio
21 ore
Lugano, questione di scelte e di ‘lettura’
Bianconeri sottotono nel primo tempo del Letzigrund, ma poi Croci-Torti cambia e la squadra carbura e vince la quarta di fila: ‘Ho sbagliato e rimediato’
Tennis
22 ore
Australian Open, in dubbio la presenza di Nole
Novak Djokovic non vuole piegarsi al ‘ricatto’ dell’obbligo vaccinale imposto dagli organizzatori del primo Slam stagionale
Calcio
22 ore
Derby, un punto a testa per Bellinzona e Chiasso
La rete di Cortelezzi nel finale consente ai granata di rimediare al gol trovato da Maurin nel primo tempo
Calcio
22 ore
Martin Blaser (Fc Lugano): ‘Bene, avanti con questo entusiasmo’
Il Ceo della società bianconera, il cui futuro è garantito grazie al nuovo stadio del Pse, si dice soddisfatto e assicura: ‘Se potremo ci rinforzeremo’
Formula 1
22 ore
Il mondo dei motori piange la scomparsa di Frank Williams
L’inglese, ex pilota e patron dell’omonima scuderia dagli anni Settanta, è deceduto oggi all’età di 79 anni. Domenicali: ‘Se ne è andato un gigante’
gallery
Hockey
1 gior
Prima il Natale, poi... l’Epifania per l’Ambrì Piotta
Non basta un vantaggio di quattro reti (dopo soli 8 minuti): i biancoblù subiscono prima la rimonta e poi il sorpasso dello Zugo
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile