laRegione
RUUD C. (NOR)
0
RAMOS-VINOLAS A. (ESP)
0
1 set
(5-4)
DAVIDOVICH FOKINA A. (ESP)
0
HURKACZ H. (POL)
0
1 set
(5-6)
DJOKOVIC N. (SRB)
KWON S-W. (KOR)
14:35
 
i-mondi-squilibrati-del-basket-svizzero
Tiri liberi
12.10.21 - 13:05
Aggiornamento: 16:08

I mondi (squilibrati) del basket svizzero

L’inizio di stagione ha confermato come tra gli uomini si viaggi a due velocità (Olympic, Sam, Ginevra, poi le altre); tra le donne Friborgo non ha rivali

di Dario ‘Mec’ Bernasconi

Il basket ha ripreso il suo cammino e noi torniamo con la rubrica che continua a essere ambito di riflessioni, considerazioni e critiche varie al nostro mondo cestistico: senza la pretesa di essere il Verbo ma dare spunti di riflessione.

L’inizio di stagione ha messo in evidenza come vi siano almeno due mondi diversi nel campionato maschile di serie A e un mondo unico in quello femminile. Partiamo da quest’ultimo, nel quale l’Elfic è già sicuro che sarà triplete anche in questa stagione, in quanto la squadra friborghese nelle tre competizioni nazionali non corre decisamente il rischio di trovarsi davanti avversarie degne di questo nome. L’unica incognita sarà rappresentata dalle decine di punti di scarto che infliggeranno alle avversarie, comunque dalle due in su. La finale di Supercoppa (Ginevra schiacciato 87-32) e la prima di campionato (74-44 al Pully) ne sono un esempio eclatante e ci chiediamo che senso abbia un campionato talmente scontato.

In campo maschile la sostanza non muta di molto ma potrebbe esserci perlomeno una corsa a due, forse a tre, anche se come si è visto in entrata di stagione Ginevra ci sembra diversi passi indietro rispetto alle scorse annate. Il presidente Fattal non è uno che si accontenta e quindi c’è da pensare che in corso d’opera arriverà a investire su stranieri di calibro superiore per tener testa a Olympic e Spinelli che, almeno per ora, sono due spanne sopra le altre. Lo si è visto chiaramente nel weekend anche se le rispettive avversarie Swiss Central e Starwings non sono state dei test ardui (eufemismo) visto che già dopo 20 minuti erano sotto di 20 e 25 punti. Sabato Massagno sarà ospite proprio dei ginevrini e, forse, qualche indicazione in più la si potrà avere. Dalla quarta all’ottava poltrona la stagione si prospetta molto equilibrata, mentre per le ultime due vedremo quali saranno i risultati nelle prossime giornate.

Tra un derby e l’altro, le giovani crescono (o devono farlo)

Per quel che riguarda le tre squadre femminili ticinesi di B, si troveranno con metà calendario farcito di derby. Il Riva si è aggiudicato il primo con la Muraltese mettendo in campo alcune giocatrici che hanno dimostrato di essere cresciute molto in questi ultimi mesi: non fanno più un palleggio e poi ferme, bensì giocano l’uno contro uno, tirano con una certa velocità e giocano assieme. Le locarnesi per ora contano sul trio Franscella-Seabrook-Brussolo, in attesa che crescano le giovani. Il Bellinzona non ha invece avuto scampo contro il Divac, squadra zurighese molto tosta. Quello che ci pare strano è avere un gruppo Ovest di 10 squadre e un Gruppo Est di 7. Non era meglio un campionato unico? No, ci dicono, perché i costi per le trasferte sarebbero troppo alti. Di bizzarro c’è certamente il fatto che qualsiasi club può iscriversi direttamente in serie B e ripartire da lì. Una facilitazione che si può anche tollerare, visto il numero ridotto di squadre femminili. Sarebbe però importante che ci fosse davvero un progetto futuro costruttivo dietro a questi percorsi, perché altrimenti il settore sarà sempre più carente.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
lugano tigers spinelli massagno swiss basket
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
7 ore
Colorado non stecca: terza finale e terzo trionfo
Ci pensa Lehkonen: al 33’ di gara 6 risolve la sfida e regala agli Avalanche la Coppa Stanley. Battuti i Tampa Bay Lightning
Tennis
8 ore
Wimbledon e la disabitudine all’erba
Il torneo più prestigioso al mondo si gioca, paradossalmente, sulla superficie meno amata
ATLETICA
15 ore
Anche i 200 metri respingono Sha’Carri Richardson
Ai trials statunitensi la 22enne sprinter dopo aver fallito nei 100 (i batteria) è stata eliminata in semifinale anche sulla distanza doppia
CORSA D'ORIENTAMENTO
18 ore
Staffetta amara per la Svizzera ai Mondiali in Danimarca
Un clamoroso errore di Joy Hadorn in seconda frazione impedisce agli elvetici di salire sul podio e li costringe a un amaro quarto posto. Oro alla Svezia
CICLISMO
18 ore
Robin Froidevaux e Caroline Baur nuovi campioni svizzeri
A Steinmaur il vodese ha preceduto Reichenbach, Stüssi e Schmid. In campo femminile, argento per la ticinese Linda Zanetti nelle U23
BOXE
2 gior
Il giorno che Mike sbranò le orecchie a Holyfield
25 anni fa su un ring del Nevada Mike Tyson si rese protagonista di un episodio davvero clamoroso
atletica
2 gior
Us Ascona protagonista nella prima giornata degli Svizzeri
Oro di Gian Vetterli nel lancio del disco, argento di Ajla Del Ponte sui 100 m, bronzo di Emma Piffaretti nel lungo. Mujinga Kambundji da record
nuoto
2 gior
Noè Ponti chiude ottavo nella finale dei 100 delfino
Vince Kristof Milak, mentre Noè crolla nel finale ed è ultimo
CALCIO
2 gior
‘A Lugano per ultimare il mio apprendistato’
Lukas Mai, nuovo difensore centrale dei bianconeri, chiamato a sostituire Maric: ‘La dirigenza mi ha fatto capire di essere davvero interessata a me’
TENNIS
3 gior
A Wimbledon Wawrinka pesca l’italiano Sinner
Subito un pezzo grosso per il vodese, presente a Londra grazie a una wild card. In campo femminile, Golubic contro Petkovic, Bencic contro Wang
© Regiopress, All rights reserved