laRegione
Bocce
07.09.21 - 14:00
Aggiornamento: 15:50

Festa grande a Rancate per i Campionati svizzeri

Nell'evento organizzato dalla Cercera titoli per Laura Riso, Claudio Vanossi e Claudio Mombelli, Ryan Regazzoni, Gioele Bianchi e Martina Serrano

di Riccardo Ballinari
festa-grande-a-rancate-per-i-campionati-svizzeri

Ben cinque titoli nazionali sono stati assegnati nello scorso fine settimana a Rancate, dove, organizzati dalla locale bocciofila Cercera in occasione del suo 70° di fondazione, si sono svolti i Campionati svizzeri (molto ben diretti da Sergio Cavadini) nelle categorie Femminile, Under 12, 15 e 18 individuali, nonché Veterani a coppie.

La manifestazione è iniziata sabato con gli Assoluti femminili che hanno visto per l’ennesima volta principali protagoniste Laura Riso e Anna Giamboni della Gerla di Cadempino. Insomma, se la sorte non le vede inserite nello stesso settore del piano di gara, una finale tra loro due è cosa quasi certa. Finale che ha visto prevalere con un chiaro 12-4 anche in questa occasione la Riso, che realizza così la bella impresa di laurearsi nello stesso anno campionessa cantonale e nazionale. Sul terzo gradino del podio sono salite Loredana Cattaneo (Sb Bleniese) e Maria Marra (Bc Dietikon).

L’exploit di conquistare nella stessa stagione i titoli ticinese e svizzero è stato invece solo sfiorato domenica da Romano Biaggi e Roberto Ferretti della Sfera di Lugano. A impedire loro di realizzarlo in finale sono stati i bravissimi Claudio Vanossi e Claudio Mombelli dell’Ideal di Coldrerio, che si sono meritatamente laureati campioni Veterani. Nelle partite conclusive i due hanno concesso davvero poco agli avversari: 5 punti a Gianfranco Fabbri-Eric Klein (San Gottardo) nei quarti, 3 a RolandoTantardini-Michele Gerosa (Cercera) in semifinale e 5 in finale al duo luganese. Completano il podio Stelio Pedretti e Remo Genni della Torchio di Biasca, terzi a pari merito con i sopracitati Tantardini-Gerosa.

In campo giovanile, data per scontata la vittoria di Ryan Regazzoni della Sfera, negli Under 15 è stato bravo Lorenzo Pettinato della San Gottardo a raggiungere la finale e conquistare la medaglia d’argento, precedendo il sangallese Giulio Glorioso (Bc Feldmühle Primavera) e Davide Soldini (Sfera). Negli Under 18 bel successo del figlio e nipote d’arte Gioele Bianchi che, con grande soddisfazione del papà Davide e del nonno Sandro, ha conquistato l’oro sconfiggendo in finale il pur bravo Riccardo Bergomi della Riva San Vitale. A Matteo Daglio (Sfera) e Numa Cariboni (Libertas) le medaglie di bronzo. Concludiamo con la Under 12, ovvero gli esordienti che scendono in campo assistiti dai loro allenatori. Il titolo se lo sono conteso in finale Martina Serrano e Leonardo Vanini della scuola bocce San Gottardo, guidati rispettivamente da Arturo Marinoni e Fiorenza Rivabella. Ha vinto la prima per 9-6, mentre al terzo posto si sono piazzati Simone Borsani e Aramis Mancassola, ambedue della Riva San Vitale.

Campionato individuale R3

Organizzato dalla Federazione ticinese e da quella grigionese, è in corso di svolgimento il Campionato regionale individuale per categorie. Vi prendono parte 132 giocatori così ripartiti: 36 di categoria A, 44 di categoria B e 52 di categoria C, diretti da Remo Genni. Le fasi finali sono previste al Tenza di Castione: giovedì sera per la categoria maggiore e venerdì sera per le altre due.

Gp Città di Winterthur

Un centinaio di giocatori animeranno domenica la gara nazionale individuale, quindi valida per le classifiche Fsb, proposta dall’Ub Winterthur e dedicata alla memoria di Erika e Heinz Suuber.

Campionato svizzero individuale

Organizzati dalla Sb Torchio di Biasca, sabato 23 e domenica 24 ottobre si giocheranno gli Assoluti nazionali individuali. Iscriversi entro venerdì 17 settembre.

Campionato svizzero Lei e Lui

Il Campionato svizzero di coppia mista sarà proposto dalla Sb Riva San Vitale domenica 16 ottobre. Il termine delle iscrizioni è fissato per giovedì 9 settembre.

I cent’anni di Ercole Pinciroli

Ha felicemente raggiunto negli scorsi giorni il secolo di vita Ercole Pinciroli, a suo tempo valido esponente della bocciofila Rampa di Chiasso e arbitro internazionale. Auguri e felicitazioni.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
4 ore
Shaqiri: ‘Dobbiamo solo chiedere scusa alla gente’
Enorme la delusione rossocrociata al termine di una gara in cui nulla ha funzionato come ci si attendeva
gallery
Qatar 2022
6 ore
Che umiliazione
La Svizzera non è pervenuta e con il Portogallo viene rispedita a casa con un pesantissimo 6-1
QATAR 2022
9 ore
I rigori mandano il Marocco in Paradiso e la Spagna a casa
Gli africani per la prima volta ai quarti di finale dopo una partita difensiva. Gli iberici deludenti e senza idee sbagliano tre volte dal dischetto
Angolo Bocce
12 ore
Alessandro Eichenberger e Aramis Gianinazzi vincono in Austria
La giovane coppia dell’Ideal di Coldrerio si è imposta nel torneo internazionale di Hard, contro i chiassesi Peschiera e Dalle Fratte
Hockey
12 ore
Qualche settimana d’assenza per Kostner e Kneubuehler
Contro il Rapperswil i due hanno subito una contusione alla spalla sinistra, rispettivamente un infortunio muscolare al torace
COSE DELL'ALTRO MONDO
13 ore
Mr. Irrilevant, anche gli ultimi hanno il loro giorno di gloria
Scelto quale 262° giocatore al draft 2022, Brock Purdy è salito agli onori della cronaca con San Francisco. Ma nella Nfl la carriera è molto breve
TIRI LIBERI
13 ore
I progetti del basket svizzero sembrano usciti da un incubo
Dall’assurdità di una fase a orologio basata sulla classifica della scorsa stagione a una Coppa Svizzera che produce palestre vuote
CALCIO
15 ore
Fissata la prima amichevole, sabato il Lugano ospita il Monza
La compagine di Serie A a Cornaredo dalle 14. Oggi l’inizio della prevendita (agibili solo tribuna principale e spalti)
Qatar 2022
1 gior
L’arte del pallone: il Brasile non dà scampo alla Corea
Primo tempo a passo di danza in un lunedì senza storia, con la selezione di Tite che liquida la pratica degli ottavi segnando quattro gol
HOCKEY
1 gior
L’ipocrisia dell’ibrido. Mottis: ‘Che formazione sia’
L’inverno rigido di una Swiss League che attende di conoscere il proprio destino dopo aver sopravvalutato se stessa. ‘Quei 400 mila franchi ora mancano’
© Regiopress, All rights reserved