laRegione
24.08.21 - 18:42

Via alle paralimpiadi di Tokyo, i Giochi degli atleti ‘con le ali’

La cerimonia si è svolta a porte chiuse, a causa delle severe restrizioni anti Covid in Giappone. Manuela Schär e Philipp Handler i portabandiera svizzeri.

via-alle-paralimpiadi-di-tokyo-i-giochi-degli-atleti-con-le-ali
Keystone
Un momento della cerimonia di apertura dei Giochi paralimpici di Tokyo

È stato l'imperatore del Giappone Naruhito a dare ufficialmente il via ai Giochi paralimpici di Tokyo, in occasione della cerimonia di apertura allo stadio nazionale. L'evento prende il via sedici giorni dopo la chiusura dei Giochi olimpici e un anno dopo la data prevista. 

Allo spettacolo, seguito dalla sfilata delle delegazioni, hanno assistito unicamente giornalisti e qualche persona dell'organizzazione; a causa delle restrizioni dovute alla pandemia di coronavirus che in Giappone, colpito da una quinta ondata, hanno portato le autorità a decretare un lockdown generalizzato. L'evento godrà di un'esposizione mediatica notevole, in quanto durante i tredici giorni di competizioni il Comitato internazionale paralimpico si attende un'audience di quattro miliardi di spettatori tv.

‘Noi abbiamo le ali’

Per la cerimonia, sul tema “Noi abbiamo le ali”, nello stadio è stato ricreato un aeroporto nel quale un aereo con un'ala sola, interpretato da una ragazza di 13 anni in sedia a rotelle, finiva con il prendere il volo.

Portabandiera della Svizzera sono stati Manuela Schär e Philipp Handler. «È una gioia immensa per entrambi», ha dichiarato l'atleta in sedia a rotelle Schär; mentre lo sprinter Handler ha affermato essere «un grande onore» rappresentare la Svizzera in questa occasione, «sebbene non si sia potuto vedere il mio sorriso, nascosto dalla mascherina».

Fino al 5 settembre, 539 medaglie d'oro saranno contese da 4'400 para-atleti; alcuni dei quali sono delle vere e proprie star, come il tedesco Markus Rehm (salto in lungo), soprannominato ‘Blade Jumper’ vista la sua lama di protesi in carbonio.

La delegazione più numerosa è quella del Giappone, con 254 atleti. Segue la Cina, che dal 2004 chiude al primo posto nel medagliere.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
20 min
Col Portogallo quinto assalto ai quarti di finale
Rossocrociati sempre sconfitti agli ottavi contro Spagna (’94), Ucraina (2006), Argentina (2014) e Svezia (2018): che questa sia la volta buona?
TENNIS
27 min
È morto Nick Bollettieri, l’allenatore dei campioni
Il 91enne tecnico statunitense è deceduto in Florida, dove aveva la sua Accademy dalla quale sono usciti 12 numeri uno delle classifiche Atp
il dopopartita
14 ore
È un Lugano poco cinico: ‘Abbiamo fatto tutto da soli’
A Bienne i bianconeri partono bene ma poi calano. Gianinazzi: ‘È mancata concretezza, ma a volte bisogna accettare che le partite girino in questo modo’.
il dopopartita
14 ore
I due volti dell’Ambrì: ‘Vinto con le nostre forze e col gruppo’
Successo biancoblù con il Rappi nonostante le assenze e il brutto inizio. Mentre si avvicina la Spengler: ‘Atmosfera che non vediamo l’ora di rivivere’.
Qatar 2022
16 ore
Tre gol al Senegal, l’Inghilterra brinda ai quarti
Dopo mezz’ora di difficoltà, la selezoine dei Tre Leoni sblocca la partita e poi tira dritta per la propria strada, mentre gli africani sparicono di scena
Sci
18 ore
La domenica incorona Corine Suter. Per due centesimi
Terza gara nel weekend canadese, terzo podio per la ventottenne svittese. Poca fortuna invece per Lara, fuori dai giochi proprio mentre stava spingendo
Sci
19 ore
Il duello Kilde-Odermatt va di nuovo al norvegese
Nel SuperG di Beaver Creek i due sono separati da 20 centesimi. Terzo a 30 centesimi Pinturault, buon quarto Gino Caviezel.
Basket
19 ore
La Sam e un weekend che è un bell’affare
Spinelli sempre più leader, con quattro punti di margine grazie alla sconfitta del Vevey a opera del Boncourt. Il Lugano, invece, s’arrende a Ginevra
QATAR 2020
19 ore
Mbappé incontenibile, la Francia annienta la Polonia
Doppietta per il fenomeno del Psg, ma la selezione di Deschamps concede troppe occasioni a una Polonia finalmente propositiva
Volley
20 ore
Düdingen troppo forte, luganesi costrette alla resa
Dopo sette vittorie filate le bianconere cadono in casa propria, con le friborghesi che chiudono il match vincendo tutti e tre i set
© Regiopress, All rights reserved