laRegione
argento-a-tokyo-fl-ckiger-e-il-favorito-dei-mondiali
Mountain bike
24.08.21 - 15:16
Aggiornamento: 17:07
Ats, a cura de laRegione

Argento a Tokyo, Flückiger è il favorito dei Mondiali

Il 30enne bernese (due volte argento nel 2019 e 2020) ambisce all'oro che ancora non ha mai messo al collo. In gara anche il ticinese Filippo Colombo

44 atleti rappresentano la Svizzera ai Mondiali di mountain bike in Val di Sole. La folta selezione rossocrociata è guidata dalle ragazze della fantastica tripletta di Tokyo Jolanda Neff, Sina Frei e Linda Indergand, nonché da Mathias Flückiger, Nino Schurter e dal ticinese Filippo Colombo. Domenica in discesa Camille Balanche difenderà il titolo in veste anche di co-leader della classifica generale di Coppa del mondo.

La novità nel programma è costituita dallo “Short Race”. In campo femminile sono annunciate tutte le elvetiche più forti, mentre tra gli uomini la scelta è caduta su Filippo Colombo, il quale dovrebbe così essere l’unico elvetico al via. Le gare scattano domani con la staffetta a squadre.

Argento a Tokyo, vincitore di due tappe della Coppa del mondo, Mathias Flückiger in Trentino ha un’ulteriore possibilità di puntare alla medaglia d’oro. L'assenza di due grossi calibri quali Thomas Pidcock e Mathieu van der Poel fanno del 30enne bernese, al decimo Mondiale, il favorito numero uno per il titolo iridato. «Nel 2019 e nel 2020 sono arrivato secondo, a Tokyo ho conquistato l’argento. Stavolta voglio arrivare in cima», ha commentato il numero uno del movimento elvetico.

Variabile Nino Schurter

L’opportunità è davvero ghiotta per il campione del mondo juniores del 2010, in condizioni di forma smaglianti, privato della scomoda compagnia dei due grandi assenti in Trentino, il campione olimpico di Tokyo Thomas Pidcock (iscritto alla Vuelta) e Mathieu van der Poel (problemi alla schiena). 

Così, per trovare un rivale in grado di contendergli il titolo, Flückiger deve guardare in casa propria, dove trova il 35enne Nino Schurter, capace di vincere il Mondiale otto volte, giunto ai piedi del podio ai Giochi olimpici (quarto, a un soffio dalla quarta medaglia olimpica della carriera). Non sorprenderebbe nessuno se Schurter piazzasse il colpaccio sul terreno a lui più congeniale, benché le condizioni meteo annunciate per sabato sembrino penalizzarlo: sono infatti previste precipitazioni e temperature basse, molto gradite a Flückiger- Il quale però si presenza al via con un punto interrogativo circa il contraccolpo post-olimpico: «Sono caduto in una sorta di buco olimpico - ha spiegato il bernese -. Il mio livello di energia dopo Tokyo è precipitato, mi sentivo svuotato. Ho impiegato due settimane prima di ritrovare il mio passo».

Francesi in cerca di rivincite

Clamorosamente sconfitte a Tokyo, dove rimasero senza medaglie, le francesi - guidate dalla dominatrice della Coppa del mondo Loana Lecomte e dalla campionessa mondiale in carica Pauline Ferrand-Prévot (medaglia d’oro agli Europei a Novi Sad dieci giorni fa) - cercano una rivincita iridata. Lo scotto da pagare al rientro in patria da eroine nazionali sul conto delle rossocrociate che a Tokyo monopolizzarono il podio, potrebbe giovare alla causa delle francesi. Jolanda Neff ha ammesso di essersi allenata poco, nelle scorse settimane. «In Giappone era in ottima forma - ha spiegato la sangallese -, per cui vediamo se ne è rimasta abbastanza anche per questa gara».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
filippo colombo mathias flückiger mountain bike nino schurter tokyo
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
mountain bike
17 ore
Filippo Colombo splendido secondo a Mont Ste. Anne
Il ticinese si arrende soltanto al francese Titouan Carod. Nino Schurter è sesto. Tra le donne successo di Jolanda Neff.
gallery
la ricorrenza
19 ore
Con il parkour ‘da diciotto a ottantacinque sport’
Gioventù e Sport celebra il cinquantesimo anniversario organizzando a Tenero un campo per settecento giovani e inaugurando una nuova disciplina
CALCIO
21 ore
Europa o Super League, la musica non cambia
A quattro giorni dalla sconfitta contro il Beer Sheva, il Lugano cede a Cornaredo anche contro il Lucerna
calcio
23 ore
Il Bellinzona espugna il Principato
A Vaduz Pollero regala i tre punti ai granata, che riscattano così la sconfitta casalinga contro lo Stade Losanna
MOTOMONDIALE
1 gior
Bagnaia trionfa in Inghilterra
A Silverstone, Pecco ha preceduto Viñales e Miller. Ottavo Quartararo, fuori Zarco
calcio
2 gior
‘Un piacere affrontare ricordi e amici’
Il Vaduz di Alessandro Mangiarratti accoglie il Bellinzona. ‘Diversi tifosi mi hanno scritto che verranno a vedere la partita’
BASEBALL
2 gior
Consigli per gli acquisti? Una figurina da sette milioni
Una foto del 1909 di Honus Wagner, l’Olandese volante, stella del baseball d’inizio Novecento, venduta a 7,5 milioni di dollari. ‘È arte, è storia!’
CICLISMO
2 gior
Dylan Teuns fa le valigie: subito alla Israel-Premier Tech
Vincitore della Freccia vallone ad aprile, il trentenne belga cambia squadra a stagione in corso, in partenza dalla Bahrain-Victorius
KARATE
2 gior
Il Ticino fa la sua parte agli Europei in Olanda
A Hertogenbosch i karateka rossocrociati si mettono in luce: ben quindici le medaglie conquistate, sinonimo di sesto posto nel medagliere
Calcio
2 gior
‘Così tante partite? Per me è bello’
Un carico Jonathan Sabbatini, lancia la sfida al Lucerna. Con un paio di correzioni da applicare rispetto alla partita di Conference League
© Regiopress, All rights reserved