laRegione
Bocce
26.07.21 - 18:40

Laura Riso rivince il titolo ticinese

Una gran bella settimana boccistica proposta dalla Gerla

di Riccardo Ballinari
laura-riso-rivince-il-titolo-ticinese
Ballinari e De Niro

Le tre competizioni andate in scena nella scorsa settimana al Centro nazionale bocce di Lugano, organizzate dalla Gerla e dirette da Antonio Cavadini, hanno offerto al buon pubblico che vi ha assistito momenti di intenso agonismo e bel gioco, uniti ad altri di piacevole convivialità. Il presidente Gianfranco Ferrazzini e la sua nutrita schiera di collaboratori possono andar fieri di quanto realizzato. Ma le fatiche della Gerla non sono ancora terminate perché questa settimana propone un ottagonale a squadre, sempre nell’impianto luganese, che si concluderà sabato con tanto di festa. Ma andiamo a vedere quanto capitato nelle tre gare.     

Visti i suoi successi nelle recenti gare nazionali, la vittoria di Laura Riso in questo campionato ticinese era attesa. Così come il suo duello in finale contro la sua compagna di club Anna Giamboni. Le due attualmente sono in buona forma, tanto che il giorno prima si erano distinte anche nella gara a coppie raggiungendo la finale. Questa finale però ha un in parte deluso le aspettative del discreto pubblico presente essendosi conclusa con un chiaro e inequivocabile 12-1 a favore di Laura Riso, impostasi in semifinale 12-11 ai danni di Giorgia Cavadini, la giovane portacolori della Cercera. Sul terzo gradino del podio è salita anche l’inossidabile Milly Recalcati, superata in semifinale da Giamboni.

Vasco Berri sugli allori

Affermarsi in una gara riservata alla categoria A non è impresa delle più facili. Già dalla prima partita ogni giocatore deve confrontarsi con avversari di pari bravura o quasi. L’impegno e la concentrazione sono da subito messi alla prova, poi la forma del momento fa il resto. In questa competizione i più “in palla” sono risultati il giovane Vasco Berri della Torchio di Biasca e Marco Ferrari della San Gottardo di Chiasso. I due per certi versi si assomigliano, sia per qualità tecniche, sia per quel gioco a volte sbarazzino che mettono in mostra. In buona sostanza, osano giocate che, quando riescono, suscitano grande ammirazione negli spettatori. In finale ha prevalso Berri (12-8). Terzi Eric Klein (San Gottardo) e Roberto Ragni (Sfera).

Bel successo per Di Niro e Ballinari

Coloro che frequentano i viali da qualche anno ricorderanno la gran messe di vittorie conseguite da Michele Di Niro, in ogni specialità e in ogni tipo di gara. Negli anni ’80 formò con il compianto Franco Maninetti  una delle coppie più forti in circolazione a quei tempi. Ora il buon Miki, accasatosi alla Libertas di Camorino, gioca con minore frequenza ma qualche acuto lo sa ancora offrire. Come in questa gara a coppie. Nell’occasione è sceso in campo abbinato con Riccardo Ballinari della Romano di Mendrisio (quello che vi informa settimanalmente di bocce su queste pagine). I due hanno trovato fin dalle prime giocate un’efficace intesa, risultata alla fine decisiva per imporsi. In semifinale hanno superato, non senza fatica, il giovane Jacopo Faul in lizza con il nonno Giovanni per 12-8, mentre sull’altro fronte Anna Giamboni e Laura Riso conquistavano l’accesso in finale a spese dei pregassonesi Mario Passera e Giuseppe Ceresola. Finale che ha avuto in Di Niro l’assoluto protagonista. Memore delle passate prestazioni, ha accostato con grande precisione e regolarità, tanto da indirizzare la partita in un vicolo cieco per le pur brave avversarie. Il rotondo 12-1 con la quale si è conclusa è lì a dimostrarlo.

Claude Vitoux a Basilea

Bel successo per Claude Vitoux del Cb Ticino nel federativo individuale giocato a Basilea (12-8 a Gianni Sartori). Terzi Jonni Dalpio (Bc Allschwil) e Luca Bonacore (BC Basel).

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
I mondiali dal divano
6 ore
I segreti dei suoi occhi
Le Coppe del mondo passano, i ricordi restano. Poi diventano tesori nelle nostre memorie
QATAR
13 ore
In campo c’è solo l’Argentina, avanti con Mac Allister e Alvarez
Szczesny il migliore di una Polonia che passa per il rotto della cuffia. Al Messico non basta il 2-1 sull’Arabia Saudita
FREESTYLE
16 ore
Marco Tadé infortunato in Finlandia durante un allenamento
Il 26enne ticinese, già rimpatriato e ospedalizzato a Lugano, ha subito la rottura di quattro costole, di una clavicola e la perforazione di un polmone
QATAR 2022
17 ore
L’Australia raggiunge la Francia negli ottavi di finale
I ‘socceroos’ superano una deludentissima Danimarca con un gol di Leckie. Nell’altra partita, vittoria inutile della Tunisia
Calcio
18 ore
Pelé di nuovo ricoverato
O’Rey, che è malato di cancro, sarebbe in condizioni critiche
CICLISMO
19 ore
Morto Davide Rebellin, investito in bicicletta da un camion
Il dramma nel comune di Montebello Vicentino. Il 51enne italiano aveva chiuso la carriera nel 2022, dopo aver vinto Freccia (3 volte), Liegi e Amstel
Qatar 2022
19 ore
In silenzio Xhaka e Shaqiri
L’Asf, per evitare qualsiasi polemica coi serbi, impedisce di parlare ai due protagonisti della sfida di quattro anni fa
SCI ALPINO
20 ore
La lotta di Eliasch sui diritti tv potrebbe sfociare in crisi
Il nuovo presidente Fis intende centralizzarli, ma deve lottare contro l’opposizione di federazioni potenti come quelle svizzera, austriaca e tedesca
Calcio
21 ore
Il futuro della Juve fra rischi, Agnelli ed ex bandiere
Dopo le dimissioni del presidente e dell’intero CdA, per il club bianconero si apre un’era fitta di interrogativi
Qatar 2022
23 ore
Ronaldo in Arabia Saudita per 200 milioni?
CR7 starebbe per firmare con l’Al-Nassr di Riad un accordo valido due anni e mezzo
© Regiopress, All rights reserved